Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 207

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 213
Una visita a Novello (seconda parte): L’Angolo di Rosina ovvero l’insuperabile gusto di Langa., di Enzo Zappalà

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Food

Una visita a Novello (seconda parte): L’Angolo di Rosina ovvero l’insuperabile gusto di Langa.

di Enzo Zappalà

Girando per la Langa non è difficile trovare locali dove si mangi la tipica cucina del territorio: carne cruda, vitello tonnato, ravioli del plin, tajarin, brasato al barolo, e via dicendo. Non sempre la qualità è pari alla tradizione e non sempre le modifiche apportate dai locali stellati (e molto cari) migliorano le ricette tramandate di generazione in generazione. Non posso dire di conoscerli tutti, ma dopo tanti anni penso di essermi fatto un’idea abbastanza chiara della situazione attuale.

Non pensavo, perciò, di imbattermi in sorprese inattese. E invece è successo nel suggestivo e gentile borgo di Novello, al ristorante L’Angolo di Rosina. Vi ero già stato in un momento non troppo felice e il ricordo era svanito in fretta. La voglia di tornare è esplosa dopo aver assaggiato il fantastico buffet preparato dallo chef Luca Fassone per la festa della nascetta organizzata dall’Azienda “Le Strette” dei cari amici Daniele, di cui vi ho già parlato.

Detto fatto. A fine maggio, prima di immergerci nelle meraviglie marine della Sardegna meno conosciuta, mia moglie ed io ci rechiamo al ristorante, a pochi passi da uno strepitoso balcone che si apre verso le colline del re dei vini. Come vagamente ricordavo, l’ambiente è di semplice eleganza, non pretenzioso ma caldo e confortevole. I tavoli sono ben distanziati e il menù non eccessivamente ricco, come dovrebbe sempre essere in un luogo che voglia garantire una vera cucina rispettosa del territorio. Qualche confortevole camera per chi volesse prolungare il soggiorno in uno dei luoghi più suggestivi della bassa Langa.

Ci lasciamo trascinare dai classici ravioli del plin, vero e proprio esame di maturità per la ristorazione langarola. I tre arrosti del ripieno non devono marcare nessuna prevalenza di uno rispetto all’altro e la pasta, ricca di uova, deve essere sottile, utile solo a racchiudere ed equilibrare il prezioso segreto che nasconde. Purtroppo è sempre più frequente imbattersi in involucri troppo spessi e dalle forme esageratamente perfette. Le dimensioni sono spesso veramente minute, ma non sempre piccolo è bello (e buono) quando si affronta questo celebre piatto.

L’abbondante quantità che ci viene servita ha colore e profumo accoglienti. Il sugo è proprio di arrosto e non contaminato o “insaporito” (?) da indiscutibili aromi di dado, come già successomi in locali ben più celebrati. Il palato, poi, dona subito il responso definitivo: l’esame è pienamente superato! Non solo. Erano anni che non assaggiavo dei ravioli così ben equilibrati, leggeri, saporiti e giustamente conditi. Un piccolo capolavoro di semplicità e di schiettezza. L’abbondante razione finisce in un attimo e la pasta sottilissima che avvolge il ripieno mi fa tornare a tanti anni fa, quando la sfoglia era tirata veramente al limite. Eccezionali veramente; non hanno solo superato l’esame di maturità, ma si meritano la laurea!

Mentre attendiamo un’entrecote ai funghi porcini (freschi, anche in quest’inizio di stagione…), mi guardo intorno e il mio cuore, già rapito dall’atmosfera cordiale e discreta, dal servizio perfetto e non invasivo, dalle emozioni trasmessegli dal palato intriso ancora dei sapori appena gustati, ha un sussulto. In un angolo, in bella vista, fa mostra di sé la scatola in legno che contiene le sei bottiglie del nuovo barolo di Serralunga (Aeroplan Servaj) di Domenico Clerico. Ogni volta che la vedo e leggo le frasi da me scritte di getto per un amico e che ora, incise nel coperchio, fanno da introduzione a quel capolavoro vinicolo, vengo preso da commozione. Attenzione. Ho detto commozione e non orgoglio o amor proprio. Commozione, quel sentimento che ancora esiste e che si riserva ai veri amici, siano o no maestri indiscussi di vino.

Quando il mio sguardo torna sul tavolo e sul secondo piatto non ho più dubbi e non mi sorprendo certamente che la carne sia tenerissima, gustosa e cotta al punto giusto; le fette di porcino abbondanti, veraci, ma non prevaricanti. Veramente prelibata, così come lo sono il tortino caldo di mele e crema e il semifreddo al torroncino, con colata di cioccolato amaro, di mia moglie. Un ottimo nebbiolo di Cascina Ballarin ha accompagnato lo splendido pranzo.

Una parola doverosa sulla lista dei vini. Ampia, curata, ricca di nomi sia famosi che di nicchia. Prezzi più che corretti e, soprattutto, con un occhio di riguardo anche ai giovani vignaioli e alla possibilità di non pagare un terzo invitato con una sola bottiglia. Conto finale che non supera i 75 euro e una grande voglia di ritornare per assaggiare il resto del menù. Prima di andar via, ancora quattro parole con lo chef, modesto ma risoluto, e la conferma che in ogni piatto Luca pone la stessa dedizione e attenzione. Lo stile è stile, qualsiasi cosa si faccia.

A volte le “stelle” terrene contano ben poco… Magari riempiono la bocca, ma non lo stomaco, la mente e il cuore.

Agriturismo Ristorante L'Angolo di Rosina
Via Millefiori, 3
12060 Novello ITALIA
Tel. / Fax +39 0173 744016
cell. 339.7896987

Letto 6531 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Enzo Zappalà

Enzo Zappalà

 Sito web
 e-mail

Astrofisico per 40 anni, ho da sempre coltivato la passione per il vino e per il mondo che lo circonda. Vedo di traverso la seriosità che...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti