Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Marketing

Nel cuore di Camogli la moda e lo stile attraverso i secoli

di Virgilio Pronzati

MappaArticolo georeferenziato

Venerdì 2 agosto 2019 ORE 21,30

Piazzale dell’Oratorio S.S. Prospero e Caterina e via della Repubblica.

Nel cuore di Camogli la moda e lo stile attraverso i secoli

Défilé di abiti d’epoca dal 700 alla Belle Epoque dell’Atelier Bogetti e delle più affascinanti boutiques di Camogli

 

Seggiolina in platea € 5,00. Il ricavato sarà devoluto al restauro della volta dell’Oratorio S.S. Prospero e Caterina di Camogli, la più antica chiesa del borgo le cui origini risalgono al XIV secolo.

 

Si preannuncia l’evento più glamour dell’estate camoglina:  quello organizzato da ASCOT Camogli con il Patrocinio e contributo del COMUNE DI CAMOGLI, e la collaborazione della PRO LOCO.

Partecipazione straordinaria: Commanderie di Liguria dell’Ordine internazionale degli Anysetiers. nella Persona del Gran Maestro Mario Gasparino.

Le origini risalgono addirittura ad un importante confraternita di speziali molto attiva nella Francia del medioevo, la cui registrazione venne effettuata a Chatelet sotto il regno di Re San Luigi nell’anno di grazia 1263 con il nome di “Anysetiers du Roy”. In quel tempo le carovane trasportavano l’anice dalla Cina ad Alessandria dove poi i preziosi grani venivano imbarcati per raggiungere i vari porti del Mediterraneo ed in particolare la Francia. 

 

Gli Anysetiers a Parigi pestavano nel mortaio i grani dell’ anice  con un pestello arrotondato a forma di martello (ancora oggi il loro simbolo) e dopo la distillazione ne preparavano unguenti medicamentosi e bevande liquorose di cui rifornivano re, signori e anche il popolino. Oggi sono oltre cento le Commanderie che si estendono in tutti i continenti e sono riunite in federazione con lo scopo sia di sviluppare relazioni amichevoli di natura scientifica, culturale e sociale fra i soci membri ed i simpatizzanti, sia di supportare associazioni ed opere perseguenti azioni di aiuto reciproco e di soccorso come pure la solidarietà in tutte le sue forme. Ciascuna delle Commanderies è amministrata da un Capitolo presieduto da un Gran Maestro.

 

Défilé di abiti d’epoca dal 700 alla Belle Epoque dell’Atelier Bogetti

Sfilano meravigliosi capi d’epoca dell’atelier Bogetti, nato sia dalla volontà e caparbietà di Francesco che dal suo amore per il teatro che trasforma il suo sogno in un mestiere. Dopo essersi diplomato frequenta l’atelier Nicolao di Venezia, specializzato nella creazione di costumi di teatro e cinema; in seguito si sposta a Firenze dove frequenta un master in moda e costume ed infine nella prestigiosa Accademia della Scala di Milano perfeziona tecniche sartoriali legate al mondo dello spettacolo. Alla fine di questo percorso torna alle origini e decide di aprire il suo primo atelier sartoriale nella sua Genova che gli è sempre rimasta nel cuore. 

 

Il giovane stilista genovese ci condurrà in un ideale viaggio nell’affascinante mondo della moda: con i suoi abiti partendo al 700 i ci porterà in Francia alla corte dei più famosi re francesi.  A seguire gli abiti 800: siamo in Francia alla corte del re Luigi Filippo, poi un abito ispirato alla moglie del re Vittorio Emanuele II di Savoia a Torino, corte sabauda 1842. Si arriva agli argenti della consorte di Ferdinando II di Borbone, Caserta regno delle due Sicilie 1850 e alle sete della regina di Baviera, zia di Francesco Giuseppe d’Austria, Monaco 1855. E anche un omaggio alla regina Vittoria, quando fu incoronata Imperatrice d’India, Londra 1876. 

 

E persino un abito da ballo, ispirato ai colori dei costumi del film di Luchino Visconti IL GATTOPARDO. Gli abiti della BELLE EPOQUE del 900 saranno un trionfo di organze, taffetà, pizzi, chifonne, cappelli in paglia, fiori e piume, perline e paillettes. Uno fra tutti l’abito da promenade in duchesse grigio perla con applicazioni di chiffon, cipria sulle maniche e sullo scollo, ispirato al film “Morte a Venezia” ed indossato dall’attrice Silvana Mangano. Parigi 1909.

 

Sfilata delle boutiques di Camogli:

Nati sotto in via della Repubblica 29

Roberta in via della Repubblica 54;

Lucky gioielli sul lungomare Garibaldi 146;

Chapeau Boutique e Chèri Boutique in via Al Molo 7;

Donna Tella sul lungomare Garibaldi 165;

RC Gioielli di Rita Coccia in via della Repubblica

Via Repubblica 50 Vintage&Bijoux di Chiara Farsaci

Rosamino in salita Pineto 1.

 

Sfilano i loro abiti più belli adatti ad ogni momento delle lunghe giornate estive:

1)    Acqua & fuor d’acqua; 2) pomeriggio di shopping; 3) cocktail-time; 4) dinner&night.

 

Il finale della serata vedrà sfilare le modelle di Francesco Bogetti con i suoi meravigliosi abiti da sera riportando sulla passerella anche le boutiques di Camogli con le ragazze in versione dinner&night.

 

Un invito quindi a tutto il bel mondo femminile ad assistervi per non perdere l’opportunità di aggiungere un tocco di fascino al proprio guardaroba.

 

I bar e ristoranti del borgo accoglieranno i visitatori prima e dopo l’evento,

per una serata veramente indimenticabile nel meraviglioso scenario naturale che Camogli ci offre.

 

Ospiti speciali:

Saverio Soldani, presidente e direttore artistico della Compagnia Italiana di Prosa, nonché attore teatrale, che racconterà gli abiti d’epoca firmati Francesco Bogetti svelandocene particolari e segreti; i Professori storici dell’arte Luigi Mori e Francesco Macrì che fra una sfilata e l’altra ci racconteranno della storia e tradizione del patrimonio artistico di Camogli.

 

Gioielli d’epoca: Signorina Maccabei Dèco e Rètro” di  Alessia Malfatti

Parrucchieri ECIPA scuola professionale CNA Genova Roberto Pedullà

Trucchi modelle:

Danila Isola make up artist

Make up Gabriella Castello Centro estetico Cenobio dei Dogi.

 

Servizio fotografico Alessandra Tommei

Ospitalità allo staff:

Dante Ghisoli, Revello Focacceria, in Scio cantu;  Semmu friti, Tirabuscion, Bar Auriga.

 

Allestimenti

Piccardo Paolo; Traverso Fiori; Cooperativa Pellicano verde; Verdina Luminarie e Fuoriscena.

 

Bernini Daniela

Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

Recco (GE) via XXV Aprile 14

Tel.: 0185730748 - 3357274514

daniela@dimensioneriviera.it

Letto 1383 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Virgilio Pronzati

Virgilio Pronzati


 e-mail

Virgilio Pronzati, giornalista specializzato in enogastronomia e già docente della stessa materia in diversi Istituti Professionali di Stato...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti