Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Food

È online la nuova Guida di Identità Golose 2019

DovePiazza Duca D'Aosta, 9, Milano (MI) - Excelsior Hotel Gallia

Quandoil 03 dicembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

 

Oltre 500 le persone accorse da tutta Italia ed anche dall’estero, per la presentazione della Guida ai Ristoranti di Identità Golose 2019 nell’affascinante cornice dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano. L’unica Guida gastronomica di rilevo totalmente gratuita e fruibile online. Paolo Marchi assieme a Gabriele Zanatta, coordinatore dei contenuti della guida e Lisa Casali, l’eco-foodblogger, che ha condotto l’evento.

“In un’epoca in cui milioni di critici in incognito lasciano recensioni in modo anonimo, siamo fieri di presentare il lavoro di 101 esperti - spiegano Paolo Marchi e Claudio Ceroni, fondatori di Identità Golose -. La nostra volontà è di “raccontare” un ristorante che è missione ancor più difficile che dare una semplice votazione. Per noi il voto è “esserci”. 

La guida ai ristoranti d’autore in Italia e nel Mondo curata da Paolo Marchi, giunta alla dodicesima edizione, quest’anno recensisce 1.024 ristoranti (722 sono italiani e 302 appartenenti a 44 Paesi d’Europa e del Mondo) segnalati da 101 collaboratori che, da tutto il mondo, sono stati invitati a raccontare il meglio della cucina contemporanea (con 3 new entry: Ecuador, Georgia, Islanda). Presenti 85 pizzerie,  a sottolineare l’eccellenza degli artigiani della pizza italiani che - come ricorda Paolo Marchi - ormai “non hanno nulla da invidiare agli chef”, e tante tavole guidate da giovani chef: sono 361 i locali guidati da chef under 40, di cui 58 addirittura under 30.

Sul podio 2019, miglior chef è Gianluca Gorini, cuoco patron i DaGorini di Bagno di Romagna (Carciofo arrosto, salsa di carciofo, capperi salati e tè Matcha). Migliore chef donna è Karime Lopez, cuoca messicana alla corte di Massimo Bottura al Gucci Osteria di Firenze (Tortellini in crema di Parmigiano Reggiano o Tostada di palamita). Miglior chef internazionale è Ricard Camarena, bistellato dell’omonimo ristorante di Valencia (Spagna). Mentre l’ambito premio per la Novità dell’anno va al ristorante Dina di Alberto Gipponi a Gussago (Brescia), Lucia De Prai, chef pasticciere del ristorante The Cook al Cavo a Genova dove è felicemente approdata dopo le esperienze spagnole al fianco di Paco Torreblanca e Quique Dacosta. Il premio per il miglior sous-chef se lo aggiudica Remo Capitaneo, secondo di Enrico Bartolini al Mudec di Milano. Per la pizzeria gli applausi sono andati a Gennaro Battiloro, già allievo di Franco Pepe e oggi in Versilia con il suo Battil’Oro.

Quest’anno nella Guida grande importanza viene data all’esperienza in sala, con 10 racconti di maitre professionisti da 10 città, che spiegano ciascuno la propria esperienza: tra le voci, Catia Uliassi e Beppe Palmieri, Cristiana Romito e Marco Reitano. E al miglior maitre, che è Alberto Tasinato del ristorante milanese di recente apertura L’Alchimia.

Se dalla cucina e dalla sala, si passa alla cantina, ecco i premi al miglior e alla miglior sommelier: Emanuele Izzo di Piazzetta Milù e Anna Cardin dell’Oro di Cipriani a Venezia.

Gli altri premi: al Lux Lucis di Valentino Cassanelli per il miglior cestino dei pani; a Giuseppe Lo Iudice e Alessandro Miocchi di Retrobottega a Roma per l’uso della birra in cucina; a Alessandra Dal Monte del Corriere della Sera come food journalist, 3 generazioni di Alajmo (la miglior famiglia),

Guida Identità Golose 2019: tutti i Premi speciali

Ecco l’elenco completo dei Premiati dalla Guida Identità Golose 2019:

Miglior pizzaiolo - Gennaro Battiloro - Battil’oro - Seravezza (Lucca)

Miglior sommelier - Emanuele Izzo - Piazzetta Milù - Castellammare di Stabia

Miglior sommelier donna - Anna Cardin - Oro dell’hotel Cipriani - Venezia

Miglior maitre - Alberto Tasinato - Alchimia - Milano

Miglior food writer - Alessandra Dal Monte - Corriere della Sera

Miglior cestino del pane - Lux Lucis del Principe - Forte dei Marmi

Premio birra in cucina - Giuseppe Lo Iudice e Alessandro Miocchi - Retrobottega - Roma

Miglior sous chef - Remo Capitaneo - Enrico Bartolini al Mudec - Milano

Sorpresa dell’anno - Alberto Gipponi - Dina - Gussago (Bs)

Premio Giovane Famiglia - Famiglia Alajmo - Le Calandre - Rubano

Migliore chef Pasticciere - Lucia De Prai - The Cook - Genova

Miglior chef straniero - Ricard Camarena - Ricard Camarena - Valencia

Migliore Chef - Gianluca Gorini - daGorini - San Piero in Bagno (Forlì - Cesena)

Migliore Chef donna - Karime Lopez - Gucci Osteria da Massimo Bottura (Firenze)

Dieci racconti delle città e regioni

La sezione Storie di Gola, sono le segnalazioni di luoghi del cuore raccontati quest’anno da: Beppe Palmieri (Modena e Bologna), Nicola Ultimo (Milano), Raffaele Alajmo (Venezia), Catia Uliassi (Senigallia), Marco Reitano (Roma), Cristiana Romito (Abruzzo), Enrico Baronetto (Londra), Giovanni Alajmo (Parigi), Stefania Giordano (Bilbao) e Jonathan Benno (New York).

Identità 2019 al Centro Congressi di Via Gattamelata

Svelato durante la presentazione il prossimo tema del Congresso di Identità Golose - il quindicesimo - che si terrà a Milano dal 23 al 25 marzo 2019: “Il fattore umano: costruire nuove memorie”. La “guida” che, come negli ultimi anni, NON è cartacea, è già on-line QUI

 

Letto 490 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti