Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Food

Il giro d’Italia seduti a tavola

DoveVia Anfossi, 1, Milano (MI) - da Pizzium

Quandoil 01 dicembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Tutti pazzi per Pizzium: la pizza di matrice napoletana, talmente buona, leggera e digeribile, conquista i milanesi

Pizzium, brand milanese di pizzerie, nato nel 2017 da un’idea di Giovanni Arbellini, in arte Nanni, pizzaiolo dal   Stefano Saturnino e Ilaria Puddu, imprenditori milanesi nel settore food e retail e soci fondatori del brand,  è oggi presente a Milano con 3 locali: il primo aperto in Via Procaccini 30 seguito dai più recenti in Viale Tunisia 6 e in Via Anfossi 1.

Tre location differenti ma con uno stile sempre riconoscibile dove ciascuno può sentirsi a casa e a proprio agio. I tavoli di legno, le pareti di mattoni, i lampadari in stoffa e le vecchie credenze ricreano infatti un ambiente caldo e accogliente, dal sapore vintage, dove non passa inosservata la cura di ogni dettaglio, come l’utilizzo di ceramiche colorate di produzione artigianale. Pizzium strizza l’occhio alla memoria dei luoghi e dei loro abitanti che coniuga con il meglio di Napoli e della Campania, con un approccio innovativo e contemporaneo.

Da Pizzium, in un ambiente caldo e accogliente, le pizze diventano ambasciatrici dei marchi d’eccellenza del territorio italiano, grazie ai sapori regionali proposti in menu: del Salumificio Villani c’è la mortadella che caratterizza la pizza Emilia Romagna e il guanciale per la Lazio e per l’Abruzzo. Per la pizza in versione romano-partenopea si affianca al salume il fior di latte Caseificio Fior d’Agerola, il pecorino del Caseificio La Rinascita e l’uovo. Nella pizza Abruzzo è protagonista il pomodoro San Marzano Agrigenus insieme a pecorino, fior di latte e pepe nero. Il prosciutto crudo San Daniele Riserva 18 mesi è l’ingrediente protagonista della pizza Toscana con confettura di fichi e fior di latte Caseificio Fior d’Agerola.

Per la pizza dedicata alla Puglia si è scelto uno dei prodotti più caratteristici: il capocollo del Salumificio Bonanno, unito alla stracciatella, datterini gialli e olive nere. Di carattere anche la pizza Lombardia con il gorgonzola dolce Caseificio Gelmini e il Grana Padano, mentre per la Piemonte si propone il cornicione ripieno di ricotta di Bufala del Caseificio Franzese, taleggio DOP, funghi porcini e fior di latte Caseificio Fior d’Agerola. Tra le new entries c’è la pizza Basilicata con provola affumicata Caseificio Fior d’Agerola, patate al forno e peperone crusco Cruskees e le pizze isolane Sardegna e Sicilia: la prima con fior di latte Caseificio Fior d’Agerola, crema di carciofi artigianale e bottarga di tonno. La proposta siciliana unisce i pomodorini datterini rossi a filetto, alici siciliane, olive nere, capperi di Salina.

Pizzium accontenta anche chi ha gusti più classici e nel suo menù non manca la semplicità della Marinara, della Margherita e della Bufala, tutte condite con Pomodoro San Marzano Agrigenus e l’olio extravergine d’oliva Frantoio Muraglia, produttore pugliese di alta qualità. Per la Margherita si utilizza la mozzarella del Caseificio Fior d’Agerola e del Caseificio Franzese per la Bufala. Antica Fattoria o con la ‘nduja calabrese Mercante di ‘Nduja, con la treccia di mozzarella di Bufala Caseificio Franzese e una ricca selezione di salumi regionali come il capocollo di Martinafranca. Condite con il meglio della materia  prima proveniente da produttori d’eccellenza, rigorosamente made in Italy, come il pesto ligure fatto in casa, guanciale, scarola e stracciatella possono inoltre affiancare gli immancabili pomodoro, mozzarella e basilico, sopra un impasto morbido, gustoso e napoletano.

Nell’attesa è invece possibile stuzzicare il palato con bruschette con alici di Cetara, stracciatella e prodotti locali, friselle e focaccia.

Come le pizze, anche i dolci sono regionali e spaziano dal babà napoletano al tiramisù fatto in casa, seguendo la ricetta della nonna di Nanni, dalla pastiera napoletana al cannolo siciliano. Buona anche la selezione di vini regionali e la birra alla spina italiana oltre all’esclusiva novità in bottiglia prodotta da Pizzium: Birrium, nata dalla partnership con il Birrificio Artigianale Balabiòtt, birra non filtrata e ad alta fermentazione, dal colore dorato e dalla schiuma persistente  che si abbina a tutte le pizze del menù.

Pizzium: un’offerta gastronomica di qualità 
con materie prime d’eccellenza grazie a partner d’eccezione, nella migliore tradizione italiana.

L’alta qualità, sempre ricercata da Pizzium che si distingue per la costante ricerca di materie prime di altissimo livello, a partire dalle farine. Il segreto è semplice come una Margherita: farine naturali, lievito madre e ingredienti freschi.

Solo materie prime di eccellente qualità, a partire dall’impasto, realizzato con blend di tre farine di tipo 0 di Petra Molino Quaglia, fornitore di tutti gli store Pizzium in Italia, che seleziona solo i chicchi migliori da agricoltura sostenibile. Acqua, sale, farina e lievito di birra che una volta amalgamati riposano almeno 24 ore per poi diventare una base morbida, alveolata, elemento insostituibile della vera pizza napoletana.

“Pizzium è tutto quello che si può desiderare da una pizza e da una pizzeria - spiega Nanni - un prodotto semplice, sano, digeribile e di alta qualità da gustare in un ambiente fresco e genuino adatto a tutti. Per me la pizza è una cosa semplice, da apprezzare nella fierezza del suo vero sapore e della sua storia. Sedersi al tavolo di Pizzium è un po’ come essere nella cucina della nonna, dove l’accoglienza è di casa e dove si mangia bene. Pizzium è un trionfo del sapore e della semplicità”. Il segreto è semplice come una Margherita: farine naturali, lievito madre e ingredienti freschi.

Giovanni “Nanni” Arbellini, 30 anni non ancora compiuti, dopo aver appreso il mestiere da ragazzino a Napoli, prima nella storica pizzeria ‘Primavera’ della famiglia Cannavacciuolo e poi da ‘Napul’è’ di Maurizio Iannicelli, dove apprende l’arte della pizza verace napoletana. A soli 18 anni si trasferì a Milano entrando a far parte del team di Rossopomodoro, per cui seguì le aperture di Milano e Tokyo. Quindi nel 2014 l’esperienza “Briscola - Pizza Society” che gli ha permesso di affermarsi sulla scena milanese come uno dei più bravi giovani pizzaioli della città.

Lo stile Pizzium è inconfondibile ma ogni locale è unico perché trae ispirazione dalla terra che lo ospita, senza rinunciare al meglio di Napoli e della Campania. Grazie al suo approccio creativo e contemporaneo, Pizzium si sta affermando in Italia con tre locali a Milano, uno a Serravalle, Gallarate, Torino e Roma. Prossima apertura: Como.

www.pizzium.com

Letto 370 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti