Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Food

Ai blocchi di partenza il XXI Festival del Prosciutto di Parma

DoveParma e Provincia

Quandodal 31 agosto 2018 al 09 settembre 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Andrea Berton inaugura la XXI edizione e Davide Oldani in Cittadella

E’ stata presentata, presso il nuovo ristorante del 7’s Giò Duomo: grazioso, luminoso con suggestiva vista sulla piazza del Duomo di Milano, la XXI edizione del Festival del Prosciutto di Parma che coinvolgerà Parma e la sua Provincia dal 31 agosto al 9 settembre 2018. L’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna Simona Caselli, il Presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma Vittorio Capanna, il Sindaco di Langhirano Giordano Bricoli e l’Assessore all’Agricoltura, alle Attività Produttive ed al Turismo del Comune di Parma Cristiano Casa hanno presentato il ricco calendario che coinvolgerà il pubblico durante il Festival.

 

Il Prosciutto di Parma torna protagonista al Festival stellato 2018 con Berton e Oldani

 

Nasce sotto le stelle anche la XXI edizione del Festival che sarà inaugurata venerdì 31 agosto a Langhirano insieme allo chef Andrea Berton, un’occasione per parlare di Prosciutto di Parma, territorio e prodotti d’eccellenza, ambasciatori in Italia e nel mondo della qualità, della tradizione e del saper fare italiano.

Anche questanno a condurre il Festival del Prosciutto di Parma ci sarà il volto televisivo di Francesca Romana Barberini.

Il Festival del Prosciutto di Parma torna a settembre dall’1 al 9 e coinvolgerà Parma e Langhirano, ma si protrarrà anche nel corso del fine settimana successivo, 15 e 16 settembre, con Finestre Aperte, l’iniziativa che permette di assistere al ciclo di lavorazione e degustare il Prosciutto di Parma direttamente allinterno dei Prosciuttifici.

Protagonista indiscusso della kermesse resta quindi il Prosciutto di Parma che avrà molti momenti dedicati. A Langhirano sarà infatti allestita la Cittadella del Prosciutto di Parma, un’area dove i produttori, all’interno del proprio stand, racconteranno la loro storia e proporranno il Prosciutto di Parma in degustazione.

L’apertura ufficiale è prevista per sabato 1 settembre alle ore 10:30 con una tavola rotonda sulle Indicazioni Geografiche, ma la Cittadella vedrà anche la presenza dello chef Davide Oldani che visiterà Langhirano.

Molte le degustazioni guidate in abbinamento ad altri prodotti e un interessante momento d’incontro tra il Prosciutto di Parma e altri Prosciutti crudi di qualità dall’Italia e dal mondo. Al Festival non poteva mancare la musica con il concerto di Ermal Meta, sabato 1 settembre nel Piazzale Celso Melli.

A Parma torna invece il Bistrò del Prosciutto di Parma che aprirà le porte sabato 1 alle ore 12:00 sotto i Portici del Grano.

Qui sarà possibile degustare il Prosciutto di Parma godendo delle bellezze del centro e ogni giorno ci sarà in abbinamento un ospite speciale, dalla Malvasia dei Colli, al Pomodoro Riccio di Parma, alla Mozzarella di Bufala Campana.

Non solo chef e cooking show quest’anno, ma anche Barman professionisti che mostreranno l’arte della miscelazione al pubblico del Bistrò interpretando il tema dell’aperitivo. Per i più sportivi ci saranno percorsi in bicicletta attraverso le zone più belle del territorio di produzione del Prosciutto di Parma, e poi si ballerà il tango e si racconteranno storie di viaggi in luoghi affascinanti.

Bistrò del Prosciutto di Parma

Dall’1 al 9 settembre 2018 – Portici del Grano di Piazza Garibaldi – Parma

 

Programma

 

Tutti i giorni il Prosciutto di Parma in degustazione: diverse stagionature e vari abbinamenti. Tanti i prodotti “ospite del giorno” con attività, iniziative e degustazioni.

 

Sabato 1° settembre

EVENTO CONTEMPORANEO: LA MATTINA SOTTO AI PORTICI DEL GRANO SARÀ DI SCENA A PARTIRE DALLE ORE 8.30 ANCHE IL TOMACA FEST CON LA MOSTRA POMOLOGICA E IL MERCATO

Domenica 2 settembre

PRODOTTO OSPITE DEL GIORNO: IL POMODORO RICCIO DA PARMA E ALTRE VARIETÀ DI “POMO D’ORO”. DEGUSTAZIONI E ABBINAMENTI IN MENÙ, IMMAGINI E ESPOSIZIONE

Ore 12:00 Cerimonia di inaugurazione

Dalle 13:00 Musiche di Marianne Gubri, arpista lounge

Dalle ore 19:30 Le eccellenze della montagna e l’aperitivo - aperitivi e cocktail a cura del barman Mirko Berzolla (Bar Dietro Le Mura, Borgotaro, PR)

Ore 20:00 Il Pane, bontà in tutte le forme preparazione, cottura, lievito madre, recupero del pane raffermo e dintorni. A cura del Gruppo Panificatori Associati Ascom Parma.

 

Ore 9:00 Pedalata Parma-Langhirano-Parma a cura di FIAB Amici della Bicicletta

Ore 11:30 Di che musica è il vino? Alessandra Giovanelli, sommelier AIS, guida la degustazione di 4 vini di Destinazione Emilia (Parma, Reggio Emilia e Piacenza).

Basi musicali del DJ Roberto Melotti. Con il patrocinio di AIS Emilia, delegazione di Parma.

Ore 12.30 An English lesson about Prosciutto di Parma: history, place of birth, curing, tasting and much more.

Ore 18:30 Rientro dalle vacanze: freschi appetizer per ripartire leggeri. Cooking show di Katia Baldrighi (Blog “Pappa & Cicci”)

Lunedì 3 settembre

Ore 13.00 Taglio e disosso di un Prosciutto di Parma e racconti a cura di Maurizio Corradi

Ore 18:00 Il turismo culturale legato ai sapori del territorio. Giardini Gourmet per
scoprire angoli segreti della città: un progetto che unisce natura, arte e gusto –
a cura di Angela Zaffignani.

Ore 18.30 Imprese, territorio e cultura. Verso Parma 2020 con Francesca Velani, coordinatrice di Parma 2020 e Michele Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Parma.

Ore 19.30 Risate & Risotti show: omaggio a Parma e dintorni. Cooking show di Ilaria Bertinelli (Blog “Uno Chef per Gaia”) e Massimiliano Mandozzi (Executive Chef del CastaDiva Resort & Spa, Lago di Como). Conduce Luca Puzzuoli (blog “Risate & Risotti).

Martedì 4 settembre

L’ATTIVITÀ DEL BISTRÒ TERMINA ALLE ORE 15:00 PER ACCOGLIERE “LA CENA DEI 1000”

Mercoledì 5 settembre

PRODOTTO OSPITE DEL GIORNO: 10 MALVASIE DEI COLLI: FILMATI, DEGUSTAZIONI, RACCONTI

Giovedì 6 settembre

PRODOTTO OSPITI DEL GIORNO: LE ALICI DI PARMA - RACCONTI, FILMATI, DEGUSTAZIONI A CURA DELLE AZIENDE PARMIGIANE DI CONSERVE ITTICHE.

Ore 17:30 Viaggio in Italia – culture gastronomiche a confronto. Storytelling a cura degli studenti dell’Università degli Studi di Parma presentati da Giancarlo Gonizzi, Coordinatore dei Musei del Cibo

Ore 19:00 Viaggio nel mondo con il Prosciutto di Parma e la frutta tropicale dal Medio Oriente ai Tropici. Cooking show di Nicola Bindini

Dalle ore 19.00 Aperitivi da Gourmet - cocktail a cura del barman Marco Mascarino (Wine Bar da Marco, Parma)

Ore 12:30 Taglio e disosso e racconti a cura di Marco Cavatorta

Ore 18:30

Taste & Vin. La sfida. 3 coppie di chef e sommelier si sfidano con elaborazioni sul

tema Prosciutto di Parma e vini d’eccellenza fra Reggio, Parma e Piacenza. Le coppie: Chef Mariano Chiarelli (Ristorante I Du Matt - Parma) con sommelier Maura Gigatti; Chef Filippo Cavalli (Osteria dei Mascalzoni - Parma) con sommelier Luigi Delsoldato; Chef Paola Pesci (Ristorante Mezzadri – Paroletta di Fontanellato - PR) con sommelier Roberto Delfi

Ore 20.00 Le Alici di Parma incontrano Parma. Cooking show dello Chef José Amici per L’Isola d’Oro, Rizzoli Emanuelli, Delicius e Zarotti.

Venerdì 7 settembre

PRODOTTO OSPITE DEL GIORNO: IL PANE. ESPOSIZIONE DI FORMATI E TIPOLOGIE, FOCACCE, PIZZE E DINTORNI

Ore 18:30 AperiTime con Chef - con ricette di fingerfood e cocktail in abbinamento a cura del barman Simone Trolli. In collaborazione con Ripieno Chef

Ore 19.30 Se a Parigi ti senti un po’ a casa. Storia della pubblicità che racconta chi siamo. Storytelling di Daniele Cobianchi, CEO di McCann Worldgroup Italia.

[MCCANN È L’AGENZIA CHE CURA LA COMUNICAZIONE DEL CONSORZIO DEL PROSCIUTTO DI PARMA]

Ore 20.30 Esibizioni tanguere alla maniera di Buenos Aires come ouverture per la Piazza in Tango con Milonga in programma in Piazza Garibaldi. A cura di Mas Que Tango

Sabato 8 settembre

PRODOTTO OSPITE DEL GIORNO: LA MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP. FILMATI, DEGUSTAZIONI DI DIVERSE TIPOLOGIE DI PRODOTTI.

Domenica 9 settembre

L’ATTIVITÀ DEL BISTRÒ INIZIA ALLE ORE 10:00 PER LA CONCOMITANZA DELLA “CARIPARMA RUNNING”

Ore 11:30 Creatività in cucina con Chef. Cooking show di Matteo Malpeli, (Ristorante Antica Cereria, Parma) con interpretazioni di Prosciutto di Parma e Ripieno Chef

Ore 19.00 Che Bufala ... Laboratori sulla mozzarella di Bufala Campana, filatura e mozzatura in diretta live con il casaro Domenico Lavecchia. In collaborazione con il Consorzio di Mozzarella di Bufala Campana DOP

Dalle 19.00 Barman Live e Mixology - 5 cocktail creati dai Barman del Peter Pan (Parma)

 

Ore 10:00/14:00 Prosciutto di Parma è anche light. Preparazioni in omaggio all’attività podistica

Ore 19:30 Concerto dell’Orchestra OVer. Le note di Rossini e Verdi e “Peresuctum”. In prima esecuzione assoluta il brano composto in omaggio al Festival del Prosciutto di Parma dal compositore e direttore d’orchestra Giuseppe Vaccaro. Con la partecipazione speciale del soprano Renata Campanella. Un evento in collaborazione con l’associazione Verdissime.com e l’Orchestra OVer.

Dalle ore 20.00 A cena con...Gli Antichi Sapori in Piazza. Interpreti: Davide Censi e il suo Staff, Trattoria Antichi Sapori, Gaione - Parma

Ore 22.30 Chiusura Festival del Prosciutto di Parma

 

Prosciutto di Parma

 

Il Prosciutto di Parma è un prodotto DOP controllato da un rigido disciplinare produttivo che assicura una qualità eccellente ai consumatori. Può essere prodotto esclusivamente un’area estremamente limitata che comprende il territorio della provincia di Parma. Qui e solo qui è possibile produrre il Re dei Prosciutti, perché solo in questa area hanno luogo tutte le condizioni climatiche ideali per la stagionatura naturale che darà dolcezza e gusto al Prosciutto di Parma.

Il Prosciutto di Parma é un prodotto sano, genuino e completamente naturale: si utilizza soltanto la carne di suino rigorosamente nato e allevato in Italia. Da sempre, non si utilizzano né conservanti, né additivi. Le antiche tecniche di lavorazione e il lento affinamento in ambiente ideale, per almeno dodici mesi, permettono di sviluppare la sua storica e inconfondibile dolcezza.

E’ un prodotto controllato e sicuro. La “corona” impressa a fuoco è un elemento inconfondibile che contraddistingue il Prosciutto di Parma, ma non è l’unico marchio presente sulla cotenna del prosciutto. La qualità del prodotto DOP è garantita dalla “firma” lasciata da ogni componente della filiera in modo che si possa in qualsiasi momento risalire e verificare tutti i passaggi della catena produttiva.

I consumatori devono imparare a riconoscere i segnali della genuinità del Prosciutto di Parma. Il vero Prosciutto di Parma è riconoscibile in tutto il mondo dal simbolo della corona ducale a cinque punte, una garanzia per i consumatori, italiani e stranieri, di genuinità, bontà e rispetto della tradizione. Per il prodotto in vaschetta il triangolo nero con la corona rappresenta invece la firma da ricercare per tutelarsi da qualsiasi falsificazione. Tutti questi sono elementi garantiscono al consumatore la qualità e la genuinità del prodotto che sta acquistando.

Aspetti organolettici e nutrizionali

Il Prosciutto di Parma ha inoltre un alto valore nutrizionale. A quest’aspetto unisce le caratteristiche proprie della bontà: un gusto eccezionale e la sua dolcezza. Grazie ai pochi grassi, a molti sali minerali, alle vitamine e proteine facilmente digeribili, il Prosciutto di Parma risulta un alimento adatto a tutti; un prodotto di assoluta eccellenza che sintetizza e sublima le caratteristiche buone del prosciutto crudo.

Il Prosciutto di Parma rivela infatti una combinazione bilanciata di caratteristiche organolettiche e sensoriali di estrema qualità e proprietà nutrizionali che lo rendono un alimento adatto a chiunque, bambini, anziani e sportivi.

E’ altamente digeribile grazie al contenuto di proteine di ottima qualità e la naturale proteolisi che avviene durante la stagionatura (la scomposizione delle proteine in molecole più piccole e in singoli aminoacidi).

Aiuta gli sportivi grazie all’azione detossificante e anti-fatica degli aminoacidi liberi (che costituiscono più del 20% della quota proteica totale) e concorrono alla riparazione del danno muscolare dovuto all’usura che il muscolo subisce durante il movimento.

Aiuta a combattere e inibire l’azione dei radicali liberi, principale causa di invecchiamento e malattie degenerative, e a ripristinare l’equilibrio fisiologico dell’organismo, grazie alla presenza di antiossidanti naturali come la vitamina E e il selenio.

Protegge dalle patologie cardiovascolari grazie all’elevato contenuto di acidi grassi insaturi (64,9%), quei grassi buoni che fanno bene alla salute, come l’acido oleico (45,8%), un grasso monoinsaturo contenuto anche nell’olia di oliva

Mangiare Prosciutto di Parma vuol dire contribuire al raggiungimento dei livelli giornalieri di assunzione raccomandati (RDA) di vitamine del gruppo B, ma anche fornire una buona quota di preziosi minerali ad alta biodisponibilità ossia facilmente assorbili dall’organismo, come ad esempio il ferro.

www.festivaldelprosciuttodiparma.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Letto 496 voltePermalink[0] commenti

Tags


Warning: min() [function.min]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 7

Warning: max() [function.max]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 8

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti