Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Vino

La cristalleria austriaca Riedel firma il nuovo calice per gli amanti del vino bianco Riesling

DoveKufstein - Cristalleria Riedel

Quandoil 03 agosto 2018

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Appartiene alla linea Performance la nuova forma dedicata al rinomato vitigno del nord
 
Recentemente votato anche dai produttori austriaci come il miglior calice per la degustazione del Grüner Veltliner

 

Il Riesling è sicuramente tra i vini bianchi più conosciuti e bevuti al mondo, oggi prodotto a livello internazionale, apprezzato per la sua eleganza, per i suoi profumi e l’aromaticità, per la sua capacità di maturare ed evolvere negli anni grazie soprattutto alla sua spiccata acidità. Ed ecco che Riedel fa un regalo a tutti gli amanti del nobile vitigno del nord, presentando una nuova forma per il Riesling, inclusa nella collezione Performance (2018).

Performance è l’ultima frontiera della degustazione, i primi calici mai realizzati da Riedel ad avere il bevante caratterizzato da un leggero effetto ottico – messo a punto sfruttando le più moderne tecnologie – in grado di provocare un vero e proprio ‘impatto’ degustativo e sensoriale totalmente nuovo, che Maximilian J. Riedel (undicesima generazione alla guida dell’azienda) ama definire, con un gioco di parole, “impatto ottico”.
 
Infatti, aumentando la superficie interna del calice si ottiene un impatto migliore sulla percezione del bouquet del vino e questo risultato è ancora più sorprendente se si aggiunge, nel caso specifico, la nuova forma studiata per il Riesling. Il bevante, più ampio dei modelli precedenti, e l’incremento della superficie interna amplificano al massimo le qualità organolettiche del vitigno sia al naso, che diventa un trionfo di frutta e di aromi, sia alla bocca.
 
Con sette forme realizzate a macchina per Riesling, Chardonnay, Champagne, Pinot Noir, Cabernet Sauvignon, Syrah e Spirits (distillati) - leggere, resistenti e a prova di lavastoviglie, posizionate su raffinati steli e ampie basi - Performance è numerata da RP-1 a RP-7 in modo da abbinare facilmente ogni calice alla rispettiva varietà d’uva, assicurando sempre il miglior godimento possibile del vino.
 
Inoltre, 30 produttori austriaci di Grüner Veltliner - di gran lunga la varietà d’uva a bacca bianca più coltivata inAustria, non molto dissimile dal Riesling come tipologia - hanno recentemente accettato l’invito di Maximilian Riedel a selezionare il calice perfetto per il vitigno autoctono più diffuso. Attraverso una serie di workshop presso la Scuola di Viticoltura di Krems, i vignaioli, provenienti da Vinea Wachau, L’Österreichische Traditionsweingüter e il Weinviertel DAC, hanno degustato, testato e selezionato con Maximilian Riedel diverse forme di bevante appartenenti a varie collezioni per eleggere infine, in modo praticamente unanime, il “vincitore”: il calice Riesling della linea Performance.

Riedel, prestigiosa cristalleria austriaca, leader mondiale nel design di calici da vino, ha sede a Kufstein, in Austria ed è gestita dalla famiglia Riedel: Georg, la moglie Eva ed i figli Maximilian e Letitia.
Il padre di Georg, Claus J.Riedel, fu il primo designer a intuire che il bouquet, il gusto e l’equilibrio di un vino sono influenzati dalla forma del bicchiere e fu il primo, nella lunga storia del vetro, a disegnare forme di calici diverse, adatte alle diverse caratteristiche dei vini, unendo tecnica ed edonismo.
Alla fine degli anni ‘50 Riedel iniziò a produrre calici rivoluzionari per quell’epoca: sottili, sobri e con un design ridotto all’essenziale. Grazie alla collaborazione di degustatori esperti, produttori di vino di tutto il mondo e sommeliers, i calici da vino Riedel sono stati realizzati appositamente per esaltare le particolari caratteristiche di ogni vino a seconda del vitigno e della tipologia. Nulla è lasciato al caso: a partire dalla forma, responsabile della qualità ed intensità del bouquet, dal diametro d’apertura, dallo spessore del cristallo all’altezza del calice che orienta il sorso del vino nel punto giusto del palato. Ogni aspetto è stato studiato minuziosamente e appositamente per apprezzare a pieno le qualità e le differenze tra i vini. Il calice fa la differenza! E che differenza! L’effetto che hanno sul vino questi bicchieri è profondo. Provare per credere!
L’11esima generazione, Maximilian, ha già fatto molto nel mondo dei calici, sviluppando la linea Riedel O, un approccio informale al vino, ottenendo incredibile successo e dimostrando che c’è sempre spazio sul mercato per nuove idee e innovazioni.


Per maggiori informazioni sulle linee di calici e decanter Riedel consultare il sito www.riedel.com

 

Letto 625 voltePermalink[0] commenti

Tags


Warning: min() [function.min]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 7

Warning: max() [function.max]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 8

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti