Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Vino

Barone de Cles Azienda Agricola

MappaDove siamo

Barone de Cles Azienda Agricola
Corso Mazzini 18/1 Mezzolombardo (TN)
spacer
Telefono Telefono: 0461.602673
spacer
Indirizzo web Web: www.baronedecles.it
spacer
Indirizzo Email E-mail: info@baronedecles.it
Comprare vini, birre e cose buone online con gli amici Comprare vini, birre e cose buone online in gruppo
Come si presenta l'azienda

Giagrave; nel secolo XIV i Cles, antichissima famiglia anaune, possedevano vigneti sulle balze attorno a Castel Cles, loro feudo ab immemorabili. Nel Castello, tuttora proprietagrave; familiare, essi conservano l'antica cantina con gli attrezzi in legno e fra pregevoli affreschi cinquecenteschi, si puograve; ammirare una curiosa sinopia bassanesca che rappresenta una scena di vendemmia. Ligrave; nacque nel 1485 Bernardo de Cles, il personaggio piugrave; famoso della Casa, che divenne Principe Vescovo di Trento e Bressanone, Cardinale di S.R.C. e Cancelliere Supremo di Re Ferdinando d'Austria e che fu un vero Signore del Rinascimento. Sappiamo che Bernardo pose ogni cura nel farsi apprestare nel Magno Palazzo Clesiano - la sua residenza principesca di Trento, sul colle del Buonconsiglio - delle magnifiche cantine, le cui botti teneva ben fornite con i migliori vini delle sue terre; Castel Cles Cardinale Bernardo Clesio e durante le solenni feste per la sua consacrazione a Vescovo - come racconta G.P.nbsp; Pincio nelle sue quot; Croniche di Trento quot; stampate nel 1546 - volle che anche le genti venute di lontano per applaudirlo, assetate per il lungo viaggio, godessero di quel soave liquore, e cosigrave; da una graziosa fontana costruita avanti il Buonconsiglio - opportunamente collegata con le cantine vescovili - fece zampillare dell'eccellente vino, acchegrave; tutti potessero goderne.

In tempi a noi piugrave; vicini (1943), i baroni de Cles sono entrati in possesso, per successione in linea femminile del patrimonio della estinta famiglia Sacri di Cronhof, che aveva coltivato l'uva Teroldego nei propri poderi del Campo Rotaliano fin dalla fine del secolo XVII, e la cui cantina , nel centro storico di Mezzolombardo, esisteva giagrave; nel 1759. Gli Scari, nel 1833, avevano aggiunto ai vecchi possessi una vasta brughiera sassosa - sita allora lungo il letto del torrente Noce, deviato poi, nel 1852, nell'attuale alveo - che essi, con lavoro costato decenni di sacrifici, bonificarono e misero a cultura. E proprio ligrave;, nel cuore del Campo Rotalino, sorse cosigrave; un ben ordinato vigneto: il Maso Scari, sacro al Teroldego, un quot;vino muto che fa parlarequot;, come scrisse nel 1673 M. Mariani nella sua opera quot; Trento e il Sacro Concilio... quot;. Dall'amore alla terra delle antiche famiglie Scari Rotalino D.O.C., il Principe dei vini Trentini.

L'Azienda Agricola Barone de Cles produce attualmente nella Cantina Scari a Mezzolombardo, 9 vini, pigiando esclusivamente le migliori uve maturate nei propri vigneti del campo Rotaliano e imbottigliando l'intera produzione con tappi di sughero. Facendo distillare le proprie vinacce dai F.lli Viola di Mezzolombardo, l'Azienda puograve; disporre anche delle relative grappe di monovitigno. La vendita delle bottiglie, iniziata nel 1964, viene effettuata direttamente a privati consumatori e in minor misura a ristoranti ed enoteche, in italia e negli Stati Esteri.


Considerazioni di TigullioVino

Novembre 2004
La campionatura inviata, sia pur composta da due soli vini, si attesta su livelli medio alti. Davvero eccezionale il frutto del Teroldego quot;basequot;, che si avvicina al nostro massimo riconoscimento per la sua piacevolezza di beva e per la riconoscibilitagrave; del vitigno di provenienza. Piugrave; austero il Rosso Cardinale, ancora in fase evolutiva, vino di grande stoffa, struttura e frutto cui solo chiederesti ulteriore eleganza e un poco di sconto. Mano tecnica molto precisa ed uso dei legni non invasivo. Saremo curiosi, in futuro, di assaggiare anche un'annata piugrave; vecchia del Rosso Cardinale, per saggiarne il carattere con qualche anno in piugrave; di vetro alle spalle. Bel lavoro, avanti cosigrave;.
Letto 18 voltePermalink

Degustazioni vino