Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
Imbottiglio, non imbottiglio... , di Luca Risso

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vino in garage

Vino in garage

Imbottiglio, non imbottiglio...

di Luca Risso

Cosa suggerisce la primavera? Il risveglio delle piante, lo sbocciare dei primi fiori, le temperature sempre più piacevoli ma soprattutto....che è ora di imbottigliare! Molti si chiedono quando imbottigliare e la risposta più corretta è: quando il vino è pronto! La scuola “di una volta” prevedeva che il vino fermo dovesse essere imbottigliato dopo Pasqua, cioè con la prima luna calante di primavera, mentre il vino voluto frizzante o colfòndo (come va di moda ora) doveva invece essere chiuso con l'ultima luna crescente dell'inverno. La ragione è molto semplice. Complici i sistemi un po' approssimativi di vinificazione difficilmente la fermentazione primaria esauriva tutto lo zucchero a disposizione, e anche la malolattica era un po' un terno al lotto.

Era quindi normale che con i primi caldi tutte le fermentazioni ripartissero e che si dovesse aspettare il loro completamento per avere la sicurezza di imbottigliare un vino stabile. Diversamente l'imbottigliamento invernale portava a rifermentazioni in bottiglia con la caratteristica presa di spuma. Oggi le cose sono molto diverse; le analisi enologiche consentono di conoscere intimamente il nostro vino e di imbottigliarlo in relativa sicurezza. Se il vino è pronto, non c'è nessuna ragione per cui convenga lasciarlo in tini e damigiane; il suo posto migliore per continuare la sua vita è una bottiglia ben chiusa.

Come decidere però se un vino è pronto per la bottiglia? Ad esempio rispondendo alle seguenti domande:

  • Il vino ha finito le sue fermentazioni? Se non lo ha fatto è meglio aspettare; con i primi caldi tutto dovrebbe sistemarsi.
  • Il vino è limpido? Se non lo è bisogna aspettare che lo diventi, o intervenire per chiarificare.
  • Il vino è troppo astringente? Anche in questo caso conviene aspettare o chiarificare se si ha fretta.
  • Il vino è troppo acido? Qui il tempo può far poco. Se il problema è eccessivo si può solo disacidificare.

E ora ditemi: in che stato è il vostro vino? E' pronto? Contate di imbottigliare a breve? Come sono andate le cose durante questo freddo inverno? Avete bisogno di consigli e suggerimenti? Proviamo a raccontarlo qui, anche perché aspetto a breve i vostri campioni per le selezioni del terzo Garage Wines Contest!!

Nel caso qualche distratto ancora non lo sapesse, ricordo qui i termini per partecipare al prossimo concorso per produttori di vino amatoriale:


Garage Wines Contest 2012 - Istruzioni e regolamento


In occasione del prossimoTerroirVino 2012, il giorno precedente, domenica 10 giugno, in coda alla Vinix Unplugged Unconference, si terrà la Terza Edizione del Garage Wines Contest (hashtag ufficiale #gwc2012 per chi usa twitter). Il Garage Wines Contest è il primo concorso Internazionale riservato ai produttori di vino non professionisti e quindi: necessariamente dilettanti, cioè produttori di vino per passione, senza alcun scopo di lucro e privi di partita iva o di aziende agricole alle spalle.


Come partecipare

Come nella Prima Edizione, ogni produttore che si riconosca in queste caratteristiche e desideri partecipare è invitato innanzitutto a inviare una e-mail a gwc@tigulliovino.it indicando, oltre al proprio nome e cognome, l'indirizzo di residenza e l'indirizzo e-mail, un numero di cellulare e il tipo di vino che intende presentare, indicando vitigno e annata.

Per la miglior organizzazione possibile, abbiamo posto alcuni paletti:

  1. I vini dei garagisti dilettanti partecipanti al Contest dovranno giungere alla Commissione d'assaggio entro il termine utile alla loro valutazione del'11 Maggio 2012. Le campionature possono essere consegnate direttamente o spedite tramite corriere a:

    TigullioVino.it - Commissione 4
    c/o MIMITALIA SRL (Luca Risso)
    Via alla Costa 24/a 17047 Vado Ligure (SV)
    Consegne da Lunedi a Venerdi dalle 09.00 alle 17.00
    Mobile: 328.8453540 (Luca Risso)
     
  2. Sia pur considerata l'esigua disponibilità di vino che naturalmente è fisiologica trattandosi di microproduzioni hobbistiche, i garagisti dilettanti che decideranno effettivamente di partecipare al Garage Wines Contest dovranno garantire almeno 1 bottiglia per la selezione di TigullioVino e in caso di superamento di quest'ultima almeno 6-12 bottiglie per la finale e per terroir vino 2012; naturalmente chi ha maggiori disponibilità è il benvenuto.
     
  3. Sono ammessi vini delle annate 2010 (se non già presentate a GWC 2011) e 2011. Suggeriamo per la selezione di tappare la bottiglia con tecnopolimero (plastica) o tappo a corona, per evitare rischi di contaminazione da tca (sentore di tappo); in alternativa, potrete mandare 2 campioni per tipo anche tappati con sughero, a vostra discrezione.
     
  4. Coloro che intendono spedire bottiglie dell'annata 2010, è bene che lo facciano già ora per non ingolfare la commissione verso la chiusura candidature, momenti senz’altro più critici. Chi invece vuole mandare campioni del 2010, è meglio che aspetti Aprile per imbottigliare. In particolare dopo Pasqua come si sa la luna è buona, per cui c'è ancora tempo prima della scadenza dell'11 maggio affinché il vino riposi in bottiglia.


Cosa accadrà dopo l'11 maggio? Selezione dei finalisti

Entro il 20 maggio 2012 la commissione assaggerà tutti i vini e selezionerà tra essi i migliori. I finalisti, informati per tempo, dovranno spedire all’indirizzo sopra indicato almeno 6-12 bottiglie del medesimo vino spedito precedentemente per la selezione affinché tutti i membri della commissione allargata che valuterà i finalisti nella serata conclusiva lo possano assaggiare e, in caso di vittoria, ne sia disponibile anche una quantità sufficiente per la partecipazione a TerroirVino.

Alternativamente le bottiglie potranno essere portate personalmente il giorno della finalissima, domenica 10 giugno 2012 ai Magazzini del Cotone di Genova, partecipando poi facoltativamente alla cena domenica 10 giugno 2012 a Villa Spinola. Nel caso in cui il garagista non vinca, potrà recuperare il vino non utilizzato o lasciarlo comunque in degustazione.


La commissione

Domenica 10 giugno in coda alla Vinix Unplugged Unconference dalle 16.00 alle 18.30 (quindi non più a Villa Spinola come in passato ma direttamente ai Magazzini del Cotone in sala apposita) una speciale commissione allargata assaggerà i vini dei finalisti.

La commissione sarà composta da alcuni membri selezionati da TigullioVino, e da volontari esterni che possono fin d’ora manifestare il loro interesse a partecipare alla selezione del vincitore del Garage Wines Contest scrivendo sempre a gwc@tigulliovino.it e indicando le proprie referenze (tigulliovino si riserva la possibilità di scartare alcune candidature alla commissione allargata per eventuale mancanza dei requisiti minimi di competenza). Dopo la finale, per i prenotati, seguirà lo spostamento con navetta e la cena a Villa Spinola.


Finalisti, premiazione e cena a Villa Spinola

L'evento finale di tutto questo meccanismo, la premiazione del Garage Wines Contest, si terrà ai Magazzini del Cotone in coda alla Vinix Unplugged Unconference domenica 10 giugno 2012 intorno alle ore 18.30. Mi sembra giusto chiedere a tutti la disponibilità - in caso di selezione per la finale - a partecipare personalmente o con un rappresentante almeno alla cena di Villa Spinola che rappresenta un bel momento conviviale per tutti noi con il quale, anche i non vincitori, potranno concludere degnamente la giornata in allegria.

La prenotazione per la cena a Villa Spinola, può essere fatta esclusivamente online, da qui, anche disgiuntamente dalla partecipazione all’Unconference del pomeriggio: http://vinixunplugged.eventbrite.com


Premiazione


La commissione proclamerà tra i finalisti un vincitore per la categoria vini rossi, e uno per la categoria vini bianchi. Saranno possibili altre categorie (spumanti, passiti) in funzione dei campioni ricevuti. Ai vincitori riserveremo come premio uno spazio comune espositivo gratuito a TerroirVino, lunedì 11 Giugno 2012 ai Magazzini del Cotone, dalle ore 10.00 alle ore 20.00 con l'onore (e l'onere) di affrontare insieme ai produttori veri il giudizio degli operatori e del pubblico. Ricordiamo che per tutto serviranno una dozzina di bottiglie, ma la gloria ha un prezzo, no?

Se ci sono domande e proposte, fatevi sotto senza timore, siete tutti invitati


Informazioni Garage Wines Contest
Responsabile Generale Organizzazione TerroirVino 2011: Filippo Ronco
Responabile Garage Wines Contest: Luca Risso
Web : http://www.terroirvino.it
E-mail: gwc@tigulliovino.it
Cel. +39 328 8453540 (Luca Risso) +39 347 2119450 (Filippo Ronco)
Skype: luca-risso oppure filippo.ronco
Hashtag ufficiale su twitter: #gwc2012

Letto 7915 voltePermalink[11] commenti

11 Commenti

Inserito da sergio ottonello

il 30 marzo 2012 alle 10:02
#1
cioe'...fammi capire....è 50 anni che sento la storia della luna x imbottigliare e invece è solo una questione di temperatura che è responsabile di innescare nuove fermentazioni volute o non volute????????

Inserito da Luca Risso

il 30 marzo 2012 alle 11:05
#2
Fai finta che non ti abbia detto niente se vuoi... :-)
La luna fa tanto poesia, ma ai fini pratici non ha alcuna influenza sul vino (non che ne abbia su crescita di capelli, cavoli, grano, unghie ecc ecc)
Lul

Inserito da Bernardo Camboni

il 30 marzo 2012 alle 15:29
#3
Nel dubbio " Luna si - Luna No" aspettiamo la seconda metà di Aprile con luna calante e temperature già avviate... , e per i scettici riteniamola una condizione necessaria ma non sufficente. due anni fa stesso periodo era partita la ML, per cui Luna o non luna dovetti attendere....

Inserito da Angelo Mignosa

il 30 marzo 2012 alle 21:11
#4

il freddo e un paio di travasi hanno fatto un buon lavoro di chiarifica sui miei vini, verso la fine di aprile imbottiglierò e spedirò i campioni per il GWC,
quest'anno partecipo con:

Rosso Sangiovese e Cabernet Sauvignon
Bianco Chardonnay

e se tutto va come atteso anche con uno spumante metodo classico, base chardonnay.

Ho già prenotato per la cena a Villa Spinola e consiglio tutti di non mancare per una piacevole serata .

a presto.

Inserito da Mauro Bertolli

il 01 aprile 2012 alle 11:07
#5
Ciao a tutti chiedo consiglio. nella mia unica damigiana da 54 litri di 60% Barbera e 40% Vespolina ho notato in questi ultimi gg un notevole aumento di livello del vino, cioè di almeno 4cm misurati sul collo della daigiana, tanto da far fuoriuscire un po'di olio enologico che avevo messo come protezione. Anzi ne ho dovuto togliere un cm (di olio) su 4cm che ne avevo messo.
Cosa potrebbe significare? potrebbe essere un inizio di malolattica visto che quest' inverno non mi pare si fosse svolta o è un normale comportamento vista la temperatura di 20°C di giorno che ho nel locale dove è custodita la damigiana?. Purtroppo non sono riuscito a trovare un laboratorio nella mia zona per poterfare delle analisi, quindi dovro' procedere a "sensazione" con l' imbottigliamento. Non so se imbottigliare diopo Pasqua o come suggerito da Bernardo Camboni aspettare la seconda metà di Aprile. All' apertura del tappo damigiana sis ente un buon profumo fruttato e non noto segni di alterazione (fioretta, ecc.) e questo mi fa ben sperare, quanto ad acidità e astringenza , bhè devo ahimè aspettare l' imbottigliamento per assaggiare oppure posso strarre un po' di vino con il "ladro"?
Grazie e ciao a tutti i garagisti!!!

Inserito da Luca Risso

il 01 aprile 2012 alle 12:36
#6
Ciao Mauro
Se la temperatura del tuo locale fosse aumentata diciamo di 10°, il volume del tuo vino sarebbe cresciuto di circa 0,15 l se ho fatto bene conti, quindi penso che la colpa sia proprio della dilatazione termica.
Una fermentazione sarebbe caratterizzata anche da una visibile effervescenza, anche in bocca (quindi assaggia subito!).
Luk

Inserito da Mauro Bertolli

il 01 aprile 2012 alle 13:30
#7
Ciao Luca, grazie per la risposta. Di effervescenza visibile non se ne vede, passero' alla fase 2...l' assaggio!

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 07 dicembre 2012 alle 13:20
#8
Riesumo questo argomento per evitare di finire OT in quelli più recenti e di divrso interesse, potreste indicarmi un modello di tappatrice per tappi in sughero(hobbistico ma di discreta fattura)?
Dettagli da tenere a mente prima di acquistare?

Grazie in anticipo!
Andrea

Inserito da claudia donegaglia

il 07 dicembre 2012 alle 13:33
#9
Buongiorno,
per l'acquisto di una tappatrice occorre controllare l'alloggiamento del tappo e le ganasce chelo stringono, l'altezza del pistoncino che preme sul tappo.la classica tappatrice che trovi in commercio è quella verde con le ganasce per i tappi in ottone o in acciaio.
claudia

Inserito da Luca Risso

il 07 dicembre 2012 alle 13:39
#10
Se puoi (penso costino di più) prendi un modello con 4 elementi stringenti e ganasce in inox, come e perché l'ho scritto qui
http://www.tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php?idArticolo=7827
Luk

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 07 dicembre 2012 alle 13:54
#11
Grazie Claudia, si si quella per i tappi a corona la ho gia.

Grazie Luca, ottima info!

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luca Risso

Luca Risso

 Sito web
 e-mail

Il mio interesse per il vino è cosa relativamente recente. Risalgono a ottobre 2001 i miei primi due post per chiedere informazioni sul...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti