Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Una nuova identità per il Chianti Montespertoli

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Presentati i risultati della ricerca svolta dall'Università degli Studi Firenze sui vini della sotto-zona Chianti Montespertoli DOCG.

Si è tenuto nella Sala del Consiglio di Montespertoli, il convegno “Quale impronta per il "nuovo" Chianti Montespertoli DOCG: risultati di un triennio di sperimentazione”, durante il quale sono stati presentati i risultati dello studio condotto dall'Università di Firenze sulle uve e sui vini della sotto-zona Chianti Montespertoli DOCG. Il Sindaco Giulio Mangani ha portato il saluto e la soddisfazione dell'Amministrazione: “Abbiamo creduto fortemente in questo progetto, perché in un momento delicato, caratterizzato da una profonda crisi economica, è nostro dovere porsi la domanda di come far si che il vino prodotto nel nostro territorio possa essere presente sul mercato. Il vino, rappresenta per Montespertoli una parte fondamentale della sua storia, della sua economia ma anche della sua identità, per questo non possiamo non investire nella sua promozione e nella sua valorizzazione. Per questo ringrazio il prof. Bertuccioli e le sue collaboratrici per gli importanti risultati che ci hanno reso e tutte le Aziende Agricole che hanno aderito al progetto”.

La ricerca, che ha preso in esame le uve sangiovese prelevate alla vendemmia ed i relativi vini per le annate 2009, 2010 e 2011, ha avuto come obiettivo quello di definire un profilo di idoneità e di identità delle uve e dei vini analizzati al fine di ottimizzarne la produzione primaria e le condizioni operative da adottare nel processo di vinificazione. Il progetto nasce dalla considerazione che, nel contesto dell'attuale mercato globalizzato, il sistema delle produzioni enologiche italiane debba esprimere maggiormente le sue capacità sia di produrre vini di riconoscibile e apprezzata differente qualità rispetto ai concorrenti, che di adattarsi con rapidità ai cambiamenti delle condizioni ambientali e sociali.

“Dopo tre anni di studio - spiega il prof. Mario Bertuccioli – siamo in grado di fornire alle aziende un input su come potrebbe essere il Chianti Montespertoli e in che area di mercato potrebbe collocarsi. Le analisi ci portano a dire che, a partite da uve sangiovese, il Chianti Montespertoli, per esprimere al meglio le sue potenzialità, dovrà essere un vino strutturato ma pronto per essere messo in commercio entro l'annata di riferimento, perché, riteniamo, che il futuro del Chianti Montespertoli sia quello di puntare sulla freschezza.” Emerge chiaramente è che i vini della sotto-zona Chianti Montespertoli, ottenuti cioè su questo particolare territorio, hanno delle potenzialità che possono essere massimizzate se messi in commercio dopo un periodo di maturazione non troppo lungo, in modo che ne possano essere preservate tutte le caratteristiche peculiari e in particolare la freschezza e gli aromi fruttati.


Per informazioni:

Comune di Montespertoli
Tel: 0571 600209
E-mail: segr.sindaco@comune.montespertoli.fi.it


Fonte news: Comune di Montespertoli

Letto 3916 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti