Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vino in garage

Vino in garage

Il test di Natale!

di Luca Risso

MappaArticolo georeferenziato

Esiste un'altra analisi fondamentale per il Garagista, utile -anzi, indispensabile- per verificare che tutto proceda per il meglio nell'evoluzione del nosto vino.
L'esecuzione della prova è semplicissima e non necessita di attrezzature particolari; costa poco economicamente e fornisce informazioni preziose.  Non occorre mandare alcun campione a laboratori lontani o aspettare tabelle di numeri di difficile interpretazione; non servono solforosa, tannini bentonite o albume d'uovo. Non ci vuole molto tempo, anzi ne basta pochissimo. Ecco come si fa.

Spillate dal vostro tino/damigiana una o due bottiglie di vino (in caso di damigiana ricordarsi di rabboccare). Se volete esasperare la prova apponete sulle bottiglie una qualsiasi etichetta. Infine mettere in tavola nel cenone o pranzo di Natale. Osservare attentamente le reazioni degli astanti e chiederne con disivoltura l'opinione  riguardo al nuovo emergente produttore.

Il vino del garagista a Natale dovrebbe oramai avere una sua fisionomia, una sua personalità, e dovrebbe essere possibile intuirne il valore e le potenzialità evolutive. Alcuni vini saranno più pronti, altri più spigolosi, ma tutti dovrebbero risultare più o meno graditi alla platea un po' eterogenea, difficilmente super esperta e predisposta alla convivialità come di solito è quella della tavolata di Natale. L'opinione dei meno esperti è secondo me utilissima per capire subito i tratti principali caratteristici del nostro vino.

Quindi invito tutti a fare questa prova e a raccontare nei commenti cosa è venuto fuori. Sono molto curioso e penso ne vedremo delle belle!

Naturalmente auguro a tutti voi tutto il bene possibile e tanti tanti auguri di Buon Natale e felice anno nuovo! E mi raccomando,  cominciate a pensare al prossimo Garage Wines Contest!!

Luk

Letto 6488 voltePermalink[3] commenti

3 Commenti

Inserito da adriano gardin

il 20 dicembre 2011 alle 09:20
#1
Bravo, è un'ottima idea Luk.
Sono sicuro che i commensali, dopo aver pranzato con il mio vino, l'anno prossimo si guarderanno bene dall'accettare il mio invito :)), il che, in tempo di crisi, non è poi così tragico...
Ciao.

Inserito da Luca Risso

il 20 dicembre 2011 alle 09:23
#2
Non ci avevo pensato, un vantaggio collaterale!
:-)
Luk

Inserito da Bernardo Camboni

il 20 dicembre 2011 alle 14:08
#3
Da "genovesi" la tesi si sposa bene.....::))

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luca Risso

Luca Risso

 Sito web
 e-mail

Il mio interesse per il vino è cosa relativamente recente. Risalgono a ottobre 2001 i miei primi due post per chiedere informazioni sul...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti