Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Doc e Docg

Doc e Docg

Montello Rosso DOCG

di Sergio Ronchi

MappaArticolo georeferenziato

Montello Rosso

Il Ministero delle Politiche Agricole e Ambientali, con Decreto del 13 ottobre 2011 ha approvato un nuova DOCG in Veneto denominata “Montello rosso” o “Montello”.

La zona di produzione delle uve atte alla produzione dei vini "Montello rosso" o "Montello" comprende l'intero territorio dei comuni di Castelcucco, Cornuda e
Monfumo e parte del territorio dei comuni di: Asolo, Borso del Grappa, Caerano
S. Marco, Cavaso del Tomba, Crespano del Grappa, Crocetta del Montello, Fonte, Giavera del Montello, Maser, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Paderno del Grappa Pederobba, Possagno, S. Zenone degli Ezzelini e Volpago del Montello, tutti in provincia di Treviso.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla
produzione dei vini Montello DOCG devono essere quelle tradizionali della
zona o comunque atte a conferire alle uve ed ai vini derivati le loro
specifiche caratteristiche di qualità.
Sono pertanto da considerare idonei alla produzione unicamente i vigneti ben esposti, ubicati su terreni collinari e/o pedecollinari con esclusione dei vigneti di fondovalle e di quelli esposti a tramontana.
Sono consentite esclusivamente le forme di allevamento a spalliera semplice.Per gli impianti realizzati successivamente al 13 ottobre 2011 il numero di ceppi ad ettaro, calcolato sul sesto di impianto, non potrà essere inferiore a 3.500.

Base ampelografica:
Cabernet Sauvignon dal 40 al 70%, Merlot e/o Cabernet Franc e/o Carmenère dal 30 al 60%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a
bacca rossa esclusi gli aromatici, idonei alla
coltivazione per la provincia di Treviso.

Tipologie previste:
Montello rosso, titolo alcolometrico11,5% totale volumico; affinamento di almeno 18 mesi di cui almeno 9 mesi in botti di rovere ed almeno 6 mesi in bottiglie
Montello rosso superiore, titolo alcolometrico 12,5% totale volumico; affinamento di almeno 24 mesi di cui almeno 12 mesi in botti di rovere ed almeno 6 mesi in bottiglia.

L'affinamento decorre dal primo novembre dell'anno di produzione delle
uve.

Resa massima: Non dovrà superare le 10t. per ettaro

Tappatura: Per la chiusura delle bottiglie è consentito solo l’uso di tappi raso
bocca in sughero o derivati del sughero.

Con l'introduzione di questa DOCG, i vini Montello si “staccano” dalla precedente DOC “Montello e Colli Asolani” di cui faceva parte precedentemente, allo scopo di dare maggiore importanza e identificazione territoriale per questo vino rosso che si basa su vitigni internazionali che però sono coltivati in Veneto da più di 60 anni. Lo scopo di avere una DOCG con questi vitigni è proprio quella di proporsi sul mercato con vini di grande qualità e con prezzi concorrenziali per la tipologia di prodotto.
Abbinamento: Essendo un vino di “taglio bordolese”, l'abbinamento migliore è sempre con carni rosse o con formaggi di media stagionatura. Molto bene anche la classica “pasta e fasoi” o la “luganega con i funghi (del Montello)” o la “Sopa coada”, una zuppa cottra al forno con piccioni (o volatili in genere) e formaggio.

Letto 6176 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Sergio Ronchi

Sergio Ronchi

 Sito web
 e-mail

Appassionato di vino da molto tempo, ho organizzato vari eventi di presentazione prodotti utilizzando varie location a Milano, Padova, Bergamo,...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti