Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Eventi > Travel

Il Garda nel bicchiere

DoveMalcesine, Torri del Benaco, Verona e Castiglione delle Stiviere

Quandodal 29 maggio 2011 al 05 giugno 2011

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Tra fine maggio e i primi di giugno a Malcesine, Torri del Benaco, Verona e Castiglione delle Stiviere quattro chef propongono i loro menù in abbinamento con i vini della doc Garda serviti a bicchiere: Garganega, Cortese, Sauvignon, Corvina, Merlot, Cabernet e altri vitigni coltivati sulle colline gardesane. Protagonisti il Vecchia Malcesine, Viola, l’Oste Scuro e l’Osteria da Pietro.

Si chiama “Il Garda nel bicchiere” ed è un’originale iniziativa del Consorzio di tutela della doc Garda: quattro ristoranti d’eccellenza del territorio veronese e mantovano - il Vecchia Malcesine a Malcesine (tel 045 7400469), Viola a Torri del Benaco (tel 045 7225083), l’Oste Scuro a Verona (tel 045 592650) e l’Osteria da Pietro a Castiglione delle Stiviere (tel 0376 673718) - propongono tra fine maggio e i primi di giugno i loro menù in abbinamento ad una selezione a bicchiere dei vini della denominazione gardesana. Nata nel 1996, la doc del Garda offre vini varietali per la gran parte provenienti dalle fasce collinari a ridosso del lago di Garda: dalla Garganega al Cortese al Sauvignon tra i bianchi, dalla Corvina al Merlot al Cabernet tra i rossi.

“L’obiettivo di questa iniziativa - dice il presidente del Consorzio di tutela della doc Garda, Luciano Piona - è quello di presentare al pubblico della ristorazione di qualità del territorio gardesano e della città di Verona le caratteristiche salienti della produzione vinicola della doc Garda. Abbiamo scelto il servizio a bicchiere perché riteniamo possa essere una risposta moderna alla curiosità dei buongustai in cerca di vini di territorio: ciascuno potrà così articolare a proprio piacimento, durante la cena, un percorso di conoscenza dei vini del Garda”.
Quattro, si diceva, i ristoranti coinvolti nel progetto “Il Garda nel bicchiere”.

Il ristorante Vecchia Malcesine, unico stellato dalla guida Michelin sulla riviera veneta del Garda, a Malcesine (Verona) insieme con la cucina di Leandro Luppi, che si caratterizza per un’originale interpretazione dei prodotti del territorio del lago e del vicino monte Baldo, presenta a bicchiere i bianchi Garda Cortese e Garda Sauvignon e, come rossi, due Garda Merlot, in entrambi i casi l'uno veronese e l’altro mantovano. A Torri del Benaco (Verona), il ristorante Viola, che ha preso il posto dello stellato ristorante Al Caval (lo staff è sempre quello, con la cucina affidata a Stefano Lorenzi, ma guidato dalla creatività di Isidoro Consolini) e che oggi porta in tavola una solida cucina fondata sui prodotti tutelati dal marchio dei presìdi di Slow Food, ha in carta a bicchiere bianchi come il Garda Cortese e il Garda Garganega, il primo veronese e l’altro dalle colline mantovane, e rossi come un Garda Corvina, un Garda Cabernet Sauvignon e un Garda Merlot, tutti mantovani.

A Verona, l’Oste Scuro, ristorantino-bomboniera, tempio della cucina di mare, offre le deliziose interpretazioni marinare di Simone Lugoboni insieme con bianchi quali due Garda Garganega, un Garda Sauvignon, un Garda Pinot Bianco e, per osare, un rosso Garda Merlot. Spostandosi sulle colline mantovane del Garda, il tour non poteva non fare tappa presso le accoglienti sale della stellata Osteria da Pietro, a Castiglione delle Stiviere (Mantova), guidata da Giampietro Ferri, che in abbinamento con la sua elegante cucina di territorio offre a bicchiere dei Garda doc tutti lombardi: un Sauvignon, due Chardonnay, una Corvina, un Cabernet e due Merlot.

Numerose le aziende agricole coinvolte nell’iniziativa dal quartetto dei ristoratori: nel Veronese ci sono Bergamini a Lazise, Giorgio Poggi ad Affi, Monte del Frà a Custoza e Costadoro a Bardolino, nel Mantovano ecco La Prendina, Ricchi e Gozzi Fattoria Colombara, tutte e tre a Monzambano, mentre nel Bresciano c’è Cà Lojera, che ha cantina a Sirmione.


Per informazioni:
Consorzio Tutela Vino Garda doc
Paola Giagulli
E-mail:  paola@paolagiagulli.it
Tel: 338 4812496
Skype: paola.giagulli

Letto 3644 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area travel

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti