Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Food

Gusto in Scena, resoconto

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Calato il sipario su “Gusto in Scena” edizione 2011. Gusto in Scena, l’evento che il 13 e 14 marzo ha visto a Lugano chef, vini e prodotti di eccellenza apertosi con due interventi di eccezione, ha spento i riflettori sull’alta ristorazione e sull’enologia di Italia, Svizzera e Slovenia.

Durante l’inaugurazione, accanto all’ideatore Marcello Coronini, sono infatti saliti sul palco il direttore della Guida Michelin Italia, Fausto Arrighi, e il presidente Asa (Associazione Stampa Agroalimentare), Roberto Rabachino. Marcello Coronini ha lanciato il tema del congresso ‘Chef in Concerto, Cucinare Con e Senza grassi’, sviluppato da grandi chef per dimostrare che l’alta ristorazione sa usare i grassi nobili, il cui valore va recuperato, ma sa anche proporre una cucina a grassi zero, grazie alla padronanza della tecnica.

Un tema che ha entusiasmato sia i grandi chef relatori che i consumatori. Come affermato da Roberto Rabachino, è entusiasmante l’idea di togliere un elemento fondamentale della cucina per arricchire la cucina stessa di aspetti nuovi.
‘Cucinare Con e Senza grassi’ è un tema che dà allo chef così come al cliente l’opportunità di pensare, riflettere. D’altro canto passiamo 122mila ore della nostra vita a tavola contro 104mila ore al lavoro, a dimostrazione che l’alimentazione rappresenta un elemento essenziale della vita per tutti noi.

Molto atteso l’intervento di Fausto Arrighi, che ha svelato la “vera storia della Guida Michelin nata nel 1900 dalla geniale intuizione dei fratelli Andrèe e Edward Michelin, ingegnere il primo, umanista il secondo, inventori dei pneumatici 111 anni fa. Questi pensarono a inizio secolo di aiutare i possessori di auto, allora pochi migliaia, a individuare gli indirizzi sicuri per dormire e mangiare.

All’inaugurazione è seguito l’inizio dei lavori con l’intervento di Pietro Leemann, chef del ristorante Joia di Milano, svizzero di origine e italiano di adozione. Presente a tutte le edizioni di Gusto in Scena, Leemann ha evidenziato come questo evento aiuti gli chef a far esprimere il loro “Gusto dietro le quinte”, ovvero la cultura che c’è dietro a un piatto. Sul palco di Gusto in Scena si sono poi susseguiti altri professionisti di grandissimo spessore reclutati dal giornalista Marcello Coronini per la terza edizione: Chicco Cerea, Alessandro Gilmozzi, Andrea Ribaldone, Enzo De Prà, Herbert Hintner, Gaetano Simonato, Pino Lavarra, Nicola Portinari, Matteo Vigotti, Massimo Spigaroli, Paolo Teverini, Daniel Facen, Mauro Elli, Andrea e Antonio Tonola, Alfonso Caputo, Antonino Canavacciuolo.

Protagonista tra i protagonisti è stato lo chef Ilario Vinciguerra (“Il buon ristorante si vede il giorno dopo, quando ci si sveglia…ha detto mentre illustrava i suoi piatti”) che non solo si è esibito nella preparazione di due grandi piatti sul tema del Congresso, ma ha preparato anche la cena al Casinò di Campione d’Italia e ha presentato il suo nuovo locale che apre i battenti il 16 marzo a Gallarate.
“Si può dire che Gusto in Scena, come ha affermato Coronini, ha battezzato con un grande in bocca al lupo il giovane chef napoletano”. - Ilario Vinciguerra Restaurant - via Roma, 1 Gallarate -Varese - www.ilariovinciguerra.it).

Numerose le aziende presenti alla kermesse di Lugano che hanno proposto in degustazione i loro vini più eccellenti. Significativi i vini della Collina dei Ciliegi, azienda della Valpolicella, produttrice di un grande Amarone, vino simbolo del Veneto. Da segnalare anche le cantine di Masciarelli; Tedeschi; Sertoli Salis; Villa; Zenato; Rocche Manzoni; Firriato; Benanti; Bepin de Eto; Bisol; Marramiero; Poggio Antico e tante altre prestigiose aziende italiane e svizzere. E dalla Slovenia sono arrivati grandi vini: Kmetija Kocijanic Zanut; Mariam Simcic; Movia Kristancic Ales.
Tra i vari prodottti che hanno allietato la pausa pranzo uno dei risi più preziosi d’Italia, prodotto dalla Riserva San Massimo e la pasta abruzzese di Fara San Martino, la pregiata pasta artigianale del Cavalier Giuseppe Cocco.

Due specialità per i veri gourmet sono arrivati a Lugano dalla Sicilia e dalla Romagna: I fratelli Francesco e Giacomo Trimarchi hanno portato dalla Sicilia i profumi e i sapori (olio extravergine d’oliva, pesti, sughi e patè) della loro giovane azienda agricola “Trimarchi di Villa Marchese” (www.trimarchidivillamarchese.it) e Bruno Valloni di Castello Marcosanti (www.ilformaggiodellaroccia.com) ha fatto gustare al folto pubblico dei visitatori il suo eccezionale formaggio nella Roccia di Montefeltro, “Il Talamello”. Il Formaggio nella Roccia per qualità, profumo e sapore non ha niente da invidiare al più famoso Formaggio di Fossa. Esso si abbina benissimo a un buon pane e vino.

Non poteva mancare la Dolciaria Lampo di Veroli (FR), l’azienda specializzata nella produzione del “Primo Amaretto Verolano”, che ha portato i “gioielli di famiglia” dal sapore antico con gli ingredienti della tradizione, ancora accuratamente selezionati e lavorati a mano. A partire dal “Primo Amaretto Verolano”, prodotto con mandorla pura secondo i criteri di qualità suprema, che si sviluppa nelle sue quattro particolarissime linee che oggi rappresentano sul mercato quattro gusti dal sapore sopraffino: l’Amaretto Tradizionale, l’Amaretto al Caffè, l’Amaretto al Limone e l’Amaretto all’Amarena. Tutti e quattro i prodotti sono ancora oggi realizzati a mano e prendono forma mediante la particolare “lavorazione al cucchiaio” che li rende unici e inimitabili. La Regione Veneto è stata tra gli altri, partner dell’evento Gusto in Scena edizione terza, con l’assessorato al Turismo.


Per informazioni:
Web: www.gustoinscena.it
Tel: 02 29404086


Fonte news: Mariella Belloni

Letto 6533 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti