Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Travel > Viaggi enogastronomici

Viaggi enogastronomici

Leivi per olio e uliveti

di Luigi Bellucci

MappaArticolo georeferenziato

Sono già sedici anni che a Leivi si premia l’olio migliore. È una lunga tradizione quella dell’olio del levante. Da qualche anno al Tigullio si è unita anche la provincia di La Spezia e questo premio sta cominciando ad avere un suo spessore. Tant’è vero che nella sua introduzione il Sindaco di Leivi, Vittorio Centanaro, auspica già un’estensione del premio verso il ponente, dove la tradizione è molto più antica, a comprendere tutta la Regione. Nella selezione di quest’anno la qualità media è sempre più alta e anche i piccoli produttori, che sono la vera anima di questa manifestazione, arrivano ai primissimi posti della classifica, stesa dalla commissione d’assaggio della Camera di Commercio di Genova presieduta dal Capo panel Francesco Bruzzo.

Domenica 25 Luglio 2010

I premi

Arrivo a Leivi verso le sei del pomeriggio insieme a Francesco. C’è ancora pochissima gente ma dopo una mezz’oretta il campo sportivo dove si parcheggia sarà quasi pieno.
Siamo nell’area impianti sportivi San Bartolomeo. L’aria oggi è fresca per il tempo sereno ma abbastanza secco per cui si sta benissimo. La poca umidità si raccoglie in alto sopra le nostre teste in nembi bianchi che rompono l’azzurro del cielo come enormi fiocchi di cotone.
Quest’anno si consegnano i premi sulla pista da ballo.
Mentre arrivano alla spicciolata produttori, premiati e non, politici premianti, tecnici, giornalisti e curiosi, sul palco alle spalle del tavolo delle autorità si stanno facendo le prove dell’orchestra che animerà poi la festa alla fine della giornata, con una squillante tromba di pelle nera che spara i suoi acuti accompagnata da una batteria e da una fisarmonica che mette allegria.
Sul tavolo verde a sinistra dei relatori brillano allineate le coppe, i trofei, le targhe e le medaglie per chi ha fatto gli oli più buoni e per chi tiene il proprio uliveto meglio dei vicini.
Si comincia infatti con il concorso per il miglior uliveto.
Al centro del palco il Sindaco di Leivi, Vittorio Centanaro, un fisico alto, magro e asciutto, che ricorda Fassino. Si dà molto da fare per accogliere i funzionari degli altri comuni, della Comunità Montana, della Regione e delle Province di Genova e La Spezia, e poi i tecnici del panel di assaggio con il capo panel Francesco Bruzzo, i rappresentanti della CCIAA di Genova che hanno curato la selezione dei migliori oli e hanno steso la graduatoria definitiva.
Verso le 19 Elisa Folli, di Entella TV,con i suoi riccioli biondi e l’abito bianco e azzurro apre la sedicesima edizione del Premio Leivi, con il saluto del Sindaco Centanaro e poi quelli delle varie autorità presenti.
Prima della consegna dei premi Francesco Bruzzo dona una pergamena della Società Economica di Chiavari (attiva dal 1791) a Daniele Celle, per la sua disponibilità, impegno e dedizione continui a questa e alle precedenti edizioni del premio.
Si passa poi alla premiazioni dei migliori uliveti:
Primo con 26 punti Vittorio Sanguineti.
Secondo con 25 punti Lorenzo Solari
Terzo con 23 punti Carlo Sanguineti
Quarto con 22 punti Antonio Podestà

Poi vengono premiati i primi classificati per ciascuno degli undici comuni partecipanti, vale a dire:

Comune           Olivicoltore                     Punti
Carasco         Alice Maria Rocca             26
Chiavari          Giorgio Cuneo                   32
Cogorno         Luciana Brignardello        18
Lavagna          La Bilaia                              33
Leivi                 Vittorio Sanguineti             26
Lumarzo         Giuffra Mirko                         27
Moneglia         Bonetti Noemi                    31
Ne                    Damico Franca                  31
San Colombano Certenoli         Molinari Lorenzo            23
Sestri Levante     Coop Olivicoltori Sestresi                      31
Zoagli              Baroli Carla                         30

Alle 19.50 inizia la premiazione dei migliori oli, con un intervento breve di Sergio Carozzi che parla dell’iniziativa Genova Gourmet, rivolta ai ristoranti della provincia di Genova con l’impegno di promuovere nei loro locali i prodotti tipici liguri, di qualità e certificati, come l’olio DOP extra vergine della Riviera Ligure e i vini DOC.
Dopo di lui Francesco Bruzzo ricorda la storia del premio dalle prime edizioni, approfondendo anche gli aspetti tecnici come la scheda di degustazione e rivolge un grazie particolare ai componenti il panel di assaggiatori, che prestano la loro opera con passione e competenza.
Quest’anno hanno selezionato i vincitori tra 7 oli DOP e 57 extravergine ed è emerso che la qualità degli oli del levante è in costante crescita, come si vede da un grafico che mette a confronto le ultime annate. Tra gli extravergine, a parte i dieci oli non adeguati, per motivi legati anche alla mancata tipicità, più del 75% ha ottenuto un punteggio superiore a sette decimi e ben otto oli si sono contesi la qualifica di miglior olio del levante avendo raggiunto un punteggio di eccellenza, superiore a otto decimi.
Nel frattempo è cresciuto l’interesse del pubblico, che ha quasi riempito le gradinate di legno davanti al palco e si inizia a premiare il gruppetto degli oli DOP.

Questi i primi classificati tra gli oli a Denominazione di Origine Protetta (DOP)che hanno ottenuto un punteggio superiore a 7,79::

Produttore                                                        Comune                               Punti
Coop. Agricola Lavagnina                         Lavagna                                    8,35
Coop. Olivicoltori Sestresi                        Sestri Levante                          8,00
Frantoio Oleario Lucchi e Guastalli        Santo Stefano Magra              7,80

Questi gli altri produttori premiati:

Produttore                                                                      Comune
Az. Agricola La Tenuta de l'Esedra                        Sestri Levante
Az. Agricola Orseggi                                                  Lavagna
Vallaro Aldo                                                                 Moneglia
Cà Bianca Az. Agricola olivicola                               Chiavari

Si passa infine, con il microfono di Elisa che comincia ad alternare fischi acuti a spazi di silenzio, a premiare gli oli extravergine, quelli che davvero rappresentano la laboriosità dei piccoli produttori del Tigullio e della provincia di La Spezia, quelli che si impegnano tutto l’anno per ricavare la massima qualità dalle olive che crescono su questi terreni che spesso sono ricavati da fasce impervie e faticose. Si noti che ben 42, dei 57 oli extravergine, sono stati classificati, dal punto di vista della qualità, con caratteristiche DOP

Questi i primi classificati che hanno ottenuto un punteggio superiore a 7,79:

Produttore                                                          Comune             Classifica      Punti
Solari Aldo                                                    Leivi                                    1             8,18
Az. Agricola di Attilia Torchiana                  Sarzana                            2             8,15
Az. Agricola Cà de Bruson                        Castelnuovo Magra          3             8,13
Casani Giovanna                                        Ortonovo                             4             8,10
Copello Giovanni                                        Chiavari                               5             8,09
Pavese Virgilio                                            Lavagna                               6             8,08
Soc. Agricola Borgo degli Ulivi S.S.         Lavagna                              7             8,05
Le Terrazze sul Mare                                 Zoagli                                    8             8,03
Codebò Marco                                            Chiavari                                9             7,99
Mangiante Luigi                                          Leivi                                    10             7,96
Casaretto Gabriella                                   Lavagna                             11             7,94
Az. Agricola Belfiore                                 Castelnuovo Magra            12            7,85
Gais Paola                                                  Rapallo                               13            7,80

Questi gli altri produttori che hanno meritato la qualifica di olio extravergine con caratteristiche DOP avendo ottenuto un punteggio superiore a 6,50:

Produttore                                                                 Comune
Podestà Antonio                                                Leivi
Casassa Giacomo Dario                                 Cicagna
Frant. Oleario Lucchi & Guastalli                  Santo Stefano Magra
Morachioli Orlando                                           Ortonovo
Az. Agricola La Sarticola                                   Ortonovo
Az.Agricola Demarchi Raffaele                       Santa Margherita Ligure
Sergiampietrii Giorgio                                      Castelnuovo Magra
Az.Agricola Zangani                                           Santo Stefano Magra
Frantoio Ambrosini Roberto                              Sarzana
Solari Daniele                                                    San Colombano Certenoli
Az. Agricola Nuccio Bottiglioni                         Ortonovo
Solari Domenico                                                Leivi
Olivicoltori Sestresi                                            Sestri Levante
Az. agricola Ciocchetti Guido                               Ne
Solari Mauro                                                         Leivi
Beretta Anna                                                          San Colombano Certenoli
Sanguineti Vittorio                                                 Leivi
Cuneo Giorgio                                                       Chiavari
Coop Agricoltori vallata di Levanto                     Levanto
Chiavarini Franca                                                     Moneglia
Az. Agricola Cà Rina                                              Santo Stefano Magra
Schiaffino Diego                                                     Moneglia
Oneto Giovanni Carlo                                            San Colombano Certenoli
Adreveno Bruno                                                       Ne
Az. Agricola Pinogino                                             Castiglione Chiavarese
Barletta Ernesto                                                       Chiavari
Dondero Francesca                                                Leivi
Valle Nilde                                                                  Chiavari

La festa

Sono le nove meno venti quando finisce la premiazione e finalmente, per chi aspettava di ballare, si può avere la pista a disposizione per dare il via ai valzer, ai tanghi, alle mazurche e ai cha cha cha.
Intanto si risale lungo la collina fino allo spiazzo sotto la tettoia dove tre file di tavoloni di legno tecnici, produttori, giornalisti e autorità aspettano il via alla consueta cena tipica a base di focaccia di Recco preparata con amore e competenza dai volontari che sostengono la festa. Dopo la focaccia le trenette col pesto, poi il classico piatto di carne all’asado con patate fritte e infine una fetta di crostata, il tutto annaffiato con vino bianco o rosso, a seconda dei gusti di ciascuno.
Un momento piacevole di festa, di chiacchierate, di ricordi più o meno lontani con persone note, con amici e con sconosciuti che non si sono mai visti prima. È un modo ideale di chiudere questa giornata che per molti rappresenta una giusta ricompensa agli sforzi e ai sacrifici fatti durante l’anno e che per molti è da stimolo a migliorare per raggiungere, magari l’anno prossimo, una posizione più gratificante.
Con Francesco scendiamo su Chiavari che è quasi mezzanotte e sul mare si vedono le poche luci delle lampare di qualche barca che sta pescando e più lontano le navi illuminate che sono appena partite da Genova e portano i turisti verso la Sardegna e la Corsica, la Sicilia o la Tunisia.

FotoCredit: dal sito http://www.teleradiopace.tv

Letto 8764 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luigi Bellucci

Luigi Bellucci


 e-mail

Sono nato in una torre malatestiana del 1350 sulle primissime colline del Montefeltro romagnolo. Forse per questo mi ha sempre...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area travel

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti