Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Food

Accordo tra Compag e Sada sulla filiera agroalimentare

di Redazione di TigullioVino.it

CONFCOMMERCIO – COMPAG e ANB – SADA, facenti capo a Confagricoltura, insieme per dare impulso all’agricoltura e all’intera filiera. Compag, Federazione Nazionale dei Commercianti di Prodotti per l’Agricoltura, braccio operativo
di Confcommercio nel settore primario e SADA, società controllata da ANB, hanno firmato il 20 u.s. un accordo di intenti con indirizzo fortemente operativo e radicato nella realtà produttiva della filiera agroalimentare allo scopo di creare un gruppo in grado di organizzare una larga fetta della produzione agricola delle grandi colture.

L’accordo darà forti opportunità di collaborazione all’interno della filiera lasciando libertà di scelta ai singoli operatori di individuare delle strategie di mercato e di valorizzazione delle colture adeguandosi alle esigenze del mercato. L’accordo vuole uscire dagli schemi precostituiti di modelli imposti dall’alto cercando di
valorizzare le capacità imprenditoriali che da sempre caratterizzano il tessuto produttivo del nostro Paese.

Al tempo stesso i protagonisti dell’accordo si presentano come interlocutori fondamentali per le politiche di settore e si propongono alle Istituzioni nazionali e regionali per l’individuazione delle strategie di sviluppo delle grandi colture e delle filiere ad esse collegate. L’accordo si concretizza

• nell’organizzare il mondo produttivo per rispondere agli obiettivi che sono stati individuati dal tavolo di filiera ed indicati nel Piano Cerealicolo Nazionale elaborato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali;
• nell’individuare all’interno delle iniziative regionali, compresi i Piani di Sviluppo Rurale, gli elementi che possono costituire un aiuto concreto alla crescita di una forte imprenditoria indirizzata alla produzione di derrate alimentari legate al territorio ma con capacità di competere a livello internazionale;
• nella ricerca di innovazioni di prodotto e processo riconducibili ad esempio ad iniziative già intraprese ma degne di ulteriore sviluppo come le colture energetiche e la tracciabilità, quale strumento importante per garantire la qualità delle produzioni e gli accordi con l’industria di trasformazione.

L’accordo si rivolgerà ad un mondo imprenditoriale complesso ma fortemente significativo della realtà italiana della filiera delle grandi colture perché le imprese firmatarie rappresentano 7.000 aziende agricole per una superficie attorno al 1.000.000 di ettari e circa il 50% della raccolta e stoccaggio di cereali ed oleaginose italiane. L’accordo non vuole essere “esclusivo” ma aperto e fattivo con tutte quelle realtà imprenditoriali che ne condivideranno gli obiettivi.


Fonte news: Confcommercio

Letto 3357 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti