Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Food

L'Aglio di Voghiera

di Pier Luigi Nanni

MappaArticolo georeferenziato

L’Aglio di Voghiera Dop (Denominazione di Origine Protetta) protagonista di tante ricette della bassa pianura padana, è un prodotto di nicchia. Coltivato esclusivamente nei territori comunali di Voghiera, Masi Torello, Portomaggiore, Argenta e Ferrara. Le particolari ed intrinseche caratteristiche dell’aglio di Voghiera derivano esclusivamente dalla conformità dei terreni argillosi e limosi in cui viene coltivato. Inoltre, anche l’accurata opera di selezione da parte degli agricoltori della zona, la specificità, anno dopo anno, non ha smesso di crescere in qualità e ricche componenti organolettiche.

Dopo la raccolta, che avviene tra fine giugno ed i primi di luglio, viene essiccato esclusivamente al sole e non è trattato con nessun genere di conservante chimico, onde potere mantenere intatte le proprietà con cui si denomina dagli agli di altre regioni o di produzioni fuori dalla ristretta area in cui si identifica.

Lavorato a mano e con sapiente maestria, si preparano mazzi, trecce in diversi formati - da 0,5 a 1,0 e 2 kg.- e la classica confezione con le “teste” in rete.
Sempre maggiormente, la produzione, vendita e commercializzazione dei prodotti di selezione come in questo caso, è legata al territorio stesso di produzione, al rispetto delle tradizioni ed allo stesso tempo, all’innovazione dei prodotti attraverso una loro fattibile e concreta trasformazione. L’obiettivo principale da parte di tutte le aziende consociate al Consorzio Produttori Aglio di Voghiera, è la coltivazione di un prodotto nel rispetto del disciplinare di produzione legata al piacere di trasmettere il vero gusto dell’aglio di elevata qualità nella filosofia della “filiera corta”.

Come già accennato, oltre alle tipiche e tradizionali trecce di varie pezzature e le retine, l’aglio si utilizza per insaporire il classico salame ferrarese, preparare un gustoso patè, per aromatizzare l’olio d’oliva extra vergine da condire e riporlo sottolio per essere poi gustato al naturale.

Ed ora a tavola con alcune semplici ma sicuramente gustose ed accattivanti ricette della tradizione contadina padana.

Patè di melanzane all’aglio

Ingredienti e preparazione per quattro persone - Prendere 3 melanzane di media grandezza e liberarle del gambo: lavarle, asciugarle e metterle a cuocere intere sulla griglia del forno. Successivamente passarle al frullatore con 1 ciuffetto di prezzemolo fresco, 1 cucchiaio di capperi dissalati, 2 spicchi d’aglio, 1 bel pizzico di foglie fresche di timo o similare erba officinale. Ottenuta una vellutata, aggiungere olio d’oliva extra vergine da renderla più cremosa, salare ed eventuale pepe nero macinato al momento a piacere: mescolare lentamente e spalmare su crostini di pane leggermente abbrustolito o sapide tartine.

Zuppa all'aglio
Ingredienti e preparazione per quattro persone - Unire 200 gr. di noci finemente pestate a 200 gr. di pangrattato: amalgamare il tutto con 5 cucchiai di succo d’aglio di Voghiera ottenuto spremendo 3 teste d’aglio e 5 cucchiai d’olio d’oliva extra vergine. Al momento di servire, mettere in ogni singolo piatto 2 abbondanti cucchiai di questa salsa e versarvi sopra un mestolo di brodo vegetale ben caldo: a piacere, aggiungere crostini di pane ed una capace spolverata di parmigiano reggiano.

Patate ubriache
Ingredienti e preparazione per quattro persone - Pulire e tagliare a medi spicchi 1 kg di patate e riporle in una pirofila con 3 cucchiai d’olio d’oliva extra vergine, una lattina da 33 cl. di birra chiara e leggera, 3 spicchi d’aglio tagliati a sottili rondelline oppure un cucchiaio raso di patè d’aglio: mescolare lentamente ma molto bene da amalgamare ottimamente l’impasto così ottenuto e mettere la pirofila in forno per 20-25 minuti a 200°C. A cottura quasi ultimata, aggiungere il trito di 1 ciuffetto di prezzemolo fresco, rimescolare il tutto e riporre ancora in forno per finire la cottura che risulterà ottimale quando la birra si sarà completamente asciugata.

Insalata di miglio all'aglio

Ingredienti e preparazione per quattro persone - Cuocere 250 gr. di miglio in acqua salata e dopo averli scolati, metterli in una insalatiera unendo 50 gr. di olive nere e 50 gr. di olive verdi entrambe tagliate a pezzetti, 30 gr. di capperi dissalati, un aglio tritato finissimo, e condire con olio d’oliva extra vergine, peperoncino, succo di limone e salare, ed a piacere anche qualche foglia di mentuccia: rimescolare delicatamente il tutto e servire.

Letto 8496 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Pier Luigi Nanni

Pier Luigi Nanni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti