Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Marketing

Grande successo per Les MontagnArts 2009

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Con il divertente e originale spettacolo teatrale di Paola Omodeo Zorini e Giovanni Foresti, dal titolo Canapa: conferenza tragica… ma non troppo si è chiusa, domenica 9 agosto 2009, la seconda edizione di Les MontagnArts che ha visto il comune della Valla Varaita protagonista per una decina di giorni di spettacoli, incontri, convegni, visite guidate, laboratori che hanno avuto come filo conduttore la natura e la montagna, con particolare attenzione al tema degli orti di montagna e a quello ritorno del lupo in queste vallate. E infatti a questi due temi sono stati dedicati due dibattiti che hanno visto una partecipazione attiva del pubblico. Il primo convegno, Dall’orto alla tavola!, svoltosi il 1° agosto e moderato dal giornalista Michelangelo Pellegrino, ha visto i relatori discutere intorno all’argomento dell’orto, sia da un punto di vista storico (puntuale e assai approfondito l’intervento di Aldo Molinengo al cui tema ha dedicato numerosi studi), sia per quanto concerne l’aspetto degli orti sociali con Marco Allocco, dottore forestale Seacoop, sia per quanto riguarda l’orto e la coltivazione delle erbe officinali con la testimonianza di Michele Fasano che con la sua Valverbe ha brillantemente mostrato come quella d’orto possa addirittura diventare un’economia.

Molto apprezzato anche l’intervento di Walter Lomagno del gruppo d’acquisto
Allegre Credenze sulla possibilità di acquistare i prodotti dell’orto attraverso canali distributivi alternativi. Particolarmente seguito il secondo convegno (sabato 8 agosto) dedicato al lupo (il titolo del convegno era C’era una volta il lupo – il ritorno del predatore sulle Alpi Occidentali e in Provincia di Cuneo, durante il quale si è
fatto il punto della situazione e un aggiornamento sugli avvistamenti più recenti di lupi e canidi sulle Alpi Occidentali, in particolare nel Cuneese. Il convegno, moderato dal giornalista del TG3 Piemonte Alberto Gedda, ha visto la
partecipazione di Michele Ottino (Parco Nazionale Gran Paradiso), Eugenio Manghi (fotografo naturalista e videomaker), Francesca Marucco e Luca Orlando (Parco Alpi Marittime), Bartolomeo Bovetti e Alessandra Tropini della l’APA, Cristiano Peyrache dell’Associazione Pastur de Blins e Dino Matteodo della Comunità Montana Valle Varaita.

Molti spettatori hanno affollato la piccola rassegna di documentari che si è svolta durante la settimana dal 7 agosto presso il Rifugio Melezè, e presso la tensostruttura in Borgata Chiesa messa gentilmente a disposizione dal Comitato
San Giacomo. Sono stati proiettati documentari dedicati al lupo (Prede e predatori di Stefano Paliotto e Mai gridare al lupo di Eugenio Manghi), il film Terra Madre di Ermanno Olmi, preceduto da un’introduzione di Andrea Alfieri di Slow Food, il film documentario La coda è la più lunga da spellare di Barbara Allemand, dedicato alla scrittrice Maria Tarditi e Petit chronique des Escartons a cura del Parco del Po Cuneese. Molto seguite anche le proiezioni dei film Medusa. Storie di uomini sul fondo, (l’ultima fatica del regista Fredo Valla); Into The Wild di Sean Penn e Going
North. Fuga dal riscaldamento globale di Eugenio Manghi.

Una serata speciale, ricca di emozioni, è stata quella di mercoledì 5 agosto con la lettura collettiva del romanzo Steve di Giovanni Bernard. Numerosi abitanti di Bellino si sono alternati nella lettura di brani tratti dal noto romanzo occitano, accompagnati dal suono dell’arpa celtica di Sofia Rua che ha contribuito a creare una suggestiva atmosfera. Les MontagnArts ha avuto anche dei momenti dedicati ai più piccoli con il bellissimo spettacolo teatrale Attento Pierino… arriva il lupo!, della compagnia Il Baule Volante di Ferrara e con il laboratorio Disegnare il lupo a cura della Fabbrica dei Suoni di Venasca a cui ha partecipato l’illustratore Giorgio Sommacal. Ricordiamo infine le due visite guidate alle meridiane di Bellino, il book shop allestito a Borgata Chiesa e la bella mostra Lupus in fabula a
cura di Annalisa Losacco e Jacopo Manghi, dedicata al lupo (tuttora visitabile).
L’edizione di Les MontagnArts 2009 vedrà anche quest’anno una prosecuzione invernale che verrà presentata nel mese di settembre, e che si andrà aggiungere alla premiazione del II Concorso Fotografico – Les MontagnArts , il cui bando è scaricabile dal sito www.liberlab.it

Un ringraziamento particolare per la collaborazione va alle strutture ricettive di Bellino (Agriturismo Lou Saret, Trattoria Il Pelvo, Rifugio Melezé, Casa per Ferie Excelsior), dove è stato possibile degustare il Menu Les MontagnArts a un prezzo fisso per tutta la durata della manifestazione. L’evento, organizzato dall’agenzia LiberLab di Savigliano (CN), è stato promosso e sostenuto dal Comune di Bellino, con il contributo della Fondazione CRS di Saluzzo, della Fondazione CRT, della Regione Piemonte con gli Assessorati alla Montagna, alla Cultura e
all’Agricoltura, e con il patrocinio della Provincia di Cuneo, della Comunità Montana Valle Varaita. Un ringraziamento va a Festenal popoli e culture d’Europa per la preziosa collaborazione. L’edizione di LesMontagnArts del 2009, è stata infatti inserita nel ricco programma Festenal, entrando dunque a far parte di un
circuito di eventi legati alla montagna di respiro europeo.


Fonte news: LiberLab

Letto 5686 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area marketing

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti