Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
Castello di Potentino: un mondo fuori dal mondo, di Enzo Zappalà

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Vino

Castello di Potentino: un mondo fuori dal mondo

di Enzo Zappalà

Proveniendo da San Quirico d’Orcia, giungerete nei pressi di Seggiano, aggrappato al suo colle quasi per difendersi dalla maestosità incombente del Monte Amiata. Girerete a destra per una stradina, e poi vi scivolerete a sinistra lungo una sterrata che sembra quasi dividere la civiltà dal sogno. Poche centinaia di metri ed avrete varcato la porta del tempo. In uno scenario incontaminato, macchie di ulivi e di vigna e tutt’attorno foreste che si rincorrono fino alla vetta del vulcano dormiente. Vi sembrerà ovvio che in fondo a quella fiaba appaia un rude castello risalente al 1000, la cosa giusta nel posto giusto. Parcheggerete la macchina e salendo verso le mura del maniero noterete in uno spiazzo una o più sculture gigantesche di angeli feriti. Figure appena sbozzate che sembrano uscire dalla roccia ed affrontare il mondo con sofferenza e saggezza. Sono le opere di una delle più grande scultrici del nostro tempo: Emily Young, che potrete avere la fortuna di incontrare se non è in giro per il mondo. Ma Emily è anche famosa per essere stata la musa ispiratrice di una delle più belle canzoni dei Pink Floyd (See Emily play) e per avere avuto come nonno nientemeno che il famoso esploratore Scott. Ma non stupitevi più di tanto, da quel momento in poi queste storie di cultura e celebrità si intrecceranno a ritmo crescente. Varcherete un cancello, entrando in una vasta corte, e poi un secondo che vi depositerà in un angolo intatto del rinascimento: la facciata del palazzo, un porticato aperto verso il Monte Amiata, una chiesetta, una vera da pozzo, le mura ed un enorme … vitello che vi verrà incontro. Vi accorgerete che la prima impressione era sbagliata, in quanto non avrà traccia di corna in testa (anche se non conosco la sua vita sentimentale …). E’ infatti un placido alano che vi accompagnerà verso il portone di ingresso. La fiaba continua: un salone con un tavolo immenso, uno scalone in pietra, quadri, vasi e a sinistra la splendida cucina con un gigantesco camino. Siete entrati nel medioevo e quando Charlotte vi verrà incontro insieme alla mamma Sally ne sarete ancora più convinti. Il leggero accento inglese tradirà le loro origini, ma capirete che il loro animo è senza patria e senza confini. I valori veri dell’esistenza e della Cultura (con la C maiuscola) usciranno spontanei e senza forzature. Malgrado le origini illustri (la casata è quella del celebre scrittore Graham Greene) ed i personaggi che potrete incontrare (magari un Guiness, ma del ramo povero, come dice lui ) non siete tra VIP, ma tra persone senza tempo e sentirete un brivido lungo la schiena. Esiste ancora un mondo così, un mondo fatto di gentilezza, di semplicità, di passione e di cultura. E vi dimenticherete anche di parlare di vino, mentre la dolcissima Sally vi mostrerà le sue struggenti e meravigliose foto in bianco e nero e la dinamica e limpida Charlotte vi parlerà degli etruschi e dei reperti trovati attorno al castello. Perché in realtà voi sarete venuti per il loro eccezionale vino, un sangiovese in purezza da poco entrato nella denominazione Montecucco, che esprime tutta la quintessenza di questo prodigioso vitigno, senza alcun compiacimento verso mode o compromessi di mercato. Oltre a lui, il Sacromonte, ormai celebre, Charlotte sta perfezionando un pinot nero, il Piropo. Tutta la sua passione e la dedizione alla natura sono racchiuse in questa bottiglia. Lo sta costruendo lentamente, cercando la perfezione. Tra poco il Piropo abbandonerà anche quel poco di alicante che ancora gli fa compagnia e diventerà, ne sono sicuro, un vino memorabile. Ma poi sarete riassorbiti dall’atmosfera del luogo, dai giovani provenienti da tutto il mondo che affollano il castello. Molti sono professionisti, altri studenti, ma tutti desiderosi di passare qualche mese a lavorare in quel mondo fuori dal mondo. E il lavoro non gli manca, in quanto Charlotte è un vero “mastino” e da poco spazio alla pigrizia. Ma tutti hanno voglia di faticare, tra le vigne, in falegnameria, nella cantina, nell’uliveto; ovunque si respira amicizia e partecipazione. Se capiterete a mezzogiorno, sarete magari invitati al loro desco sotto il portico, e parlerete di tutto e di più, sorseggerete i vini del Potentino che non mancano mai di allietare i piatti sinceri e prelibati fatti spesso dai ragazzi. E lascerete correre gli occhi tra i boschi dell’Amiata che sembreranno sempre più vicini. Se invece capitate d’inverno, vi stringerete nella monumentale cucina e vi scalderete accanto al grande camino riprendendo forza e vigore: fino al 31 dicembre non si accendono i termosifoni, ordine di Charlotte! In entrambi i casi, alla fine vi troverete la macchina carica dei vini e dell’olio schietto e severo che proviene dalla varietà seggianese, una delle più tipiche ed apprezzate. Ma sarà veramente difficile andarvene, uscire da quel mondo fuori dal mondo. Sicuramente, un pezzo di voi rimarrà tra quelle mura e continuerà a sentire le storie senza tempo che si mischiano ai mormorii del gigante verde che sembra abbracciare e difendere questo luogo incantato.
Castello di Potentino
Seggiano(GR)
Tel. 0564 950326
castellodipotentino@virgilio.it

Letto 12361 voltePermalink[11] commenti

11 Commenti

Inserito da Girolamo Virgadamo

il 11 agosto 2010 alle 15:16
#1
oggi, 11 agosto 2010, dopo aver quasi distrutto il fondo della mia auto, per vedere di persona quanto promesso sul sito www.potentino.com (appartamento da affittare e vino) sono stato semplicemente allontanato, rinviando ogni contatto al 29 agosto. Ma allora meglio cambiare cio' che e' scritto sul sito!
difficilmente potro' parlarne bene agli amici.
Questo articolo e' fedele per i luoghi, ma la "gentilezza e accoglienza" evidentemente e' riservata solo a coloro che potranno fare pubblicita' per gli affari dell'azienda. Ma l'apparenza di un semplice, potenziale, misero cliente, alle volte puo' ingannare... (avete presente Julia Roberts in Pretty Woman, quando entra nella boutique...)

Inserito da Filippo Ronco

il 11 agosto 2010 alle 15:31
#2
Ciao Girolamo, cosa intendi con allontanato? Cosa è capitato, vuoi raccontarci la tua esperienza?

Ciao, Fil.

Inserito da Enzo Zappalà

il 14 agosto 2010 alle 18:38
#3
caro Girolamo,
ciò che dici mi sembra impossibile proprio perchè io ho conosciuto e fatto amicizia con le splendide persone del Potentino da perfetto sconosciuto quale sono... Nessun interesse in ballo se non l'amore per la natura e per la cultura.
Per l'appartamento sicuramente va prenotato per tempo e il vino è sempre a disposizione... Non vorrei dipendesse dall'approccio oppure dal fatto che nessuno dei responsabili era presente... Mi aggrego a Filippo e sarei curioso di sapere cosa è capitato in realtà... Grazie

Inserito da Girolamo Virgadamo

il 17 agosto 2010 alle 16:23
#4
Son contento di destare curiosita'. Vi riassumo come sono andate le cose. All'ufficio del turismo di Castel del Piano ho raccolto molto materiale per trascorrere la settimana. Consulto internet per racogliere ulteriori dettagli (agriturismo Castagnatello a Seggiano, con ADSL magnifica)e ho con me la lista dei luoghi "da non perdere". Ovviamente c'e' anche il castello del Potentino: il sito annuncia un appartamento da affittare (mia moglie mi segue piu' volentieri nei fine settimana o in estate, se ho visto di persona, in anticipo, cosa ci aspetta) e un vino Sacromonte da assaggiare. Le foto e la storia rendono l'aspettativa molto alta. Non ho una jeep o un SUV, ma una piccola Toyota Yaris. Mi avventuro sulla strada bianca; mi fermo piu' volte e scendo dall'auto per valutare la percorribilita' scegliendo i passaggi meno pericolosi. Sono da solo: mia moglie non avrebbe consentito tale strapazzo alla sua Yaris. Arrivo sotto il castello: tutto chiuso, nessuno intorno. Comincio a fare foto con una piccola sharp per "scatti turistici". Il castello merita per la sua singolarita'. Arriva un'auto blu con una signora ed un cane; saluto e avviso subito che ho paura dei cani (da quando sono stato azzannato da uno Snauzer gigante in un autosalone aperto al pubblico ed in presenza del padrone). Mi risponde che e' buono e che posso stare tranquillo. Poi domanda: "lei e' un architetto?". Io sono ingegnere elettronico (anche se pentito ), ma rispondo soltanto "no, sono in vacanza al podere Castagnatello (ndr: anche qui i proprietari sono per meta' inglesi) ed ho letto su Internet del castello e del vino Sacromonte". La signora :"sono io la produttrice". Rispondo. "Ah complimenti" e inizio a seguirla sulla rampa di accesso. Lei si ferma al primo cancelletto (sembrava chiuso, ma era solo accostato) e mi dice "Mi spiace, per il vino c'e' un evento di presentazione il 29 agosto (20 gg dopo), ora ho tanto da fare, arrivederla". 1.continua

Inserito da Girolamo Virgadamo

il 17 agosto 2010 alle 16:34
#5
Continuo a fare qualche foto dall'esterno e mi rammarico di non aver avuto il tempo di chiedere info sull'appartamento in affitto. Arrivano un ragazzo ed una ragazza sui 25 anni che si avviano verso il cancelletto; li seguo con lo sguardo e quando mi sono vicino chiedo loro:" sapete darmi indicazioni su quale sia l'appartamento che si affitta?" (penso, magari sono gli attuali inquilini...). Mi rispondono gentilmente in un italiano stentato. Ci ritroviamo a camminare affiancati e superiamo insieme il cancelletto. Io mi fermo ed i ragazzi mi invitano ad aspettare: "un momento". Rimango nel primo cortile e continuo a fare qualche foto. E' a questo punto che riappare la signora: "Le ho detto che qui e' privato! Per il vino solo il 29! Ho da fare!". Alzo le mani in segno di resa incondizionata. "chiedo scusa, ho seguito i ragazzi per l'appartamento, ma vado via immediatamente". La signora:" e' affittato per lungo periodo". Rispondo:" ok, grazie, arrivederci", mi giro e guadagno l'uscita. A questo punto la signora ha qualche rimorso perche' continua: "Le avevo detto che ho tanto da fare, mi scusi" 2.continua

Inserito da Girolamo Virgadamo

il 17 agosto 2010 alle 16:44
#6
Lo ripete due volte. Le rispondo ancora "ok, ok, non si preoccupi, non importa" e vado via definitivamente. Per uscire dal podere metto nuovamente a rischio l'auto. Stavolta e' il tratto difficile e' in salita e le ruote slittano: Ci vogliono tre tentativi con rincorsa per uscire dalla trappola. Il gommista sara' felice: ci sara' da rifare la convergenza.
Nella stessa settimana ho visitato decine di poderi con alloggi, vino, olio. Ho comprato dal contadino e dalla cantina di classe...; possibile che solo al Potentino sia rimasto a secco? Piano piano anche i vicini della signora hanno mi lasciato capire che non e' stato un fatto isolato... .
Dopo alcuni giorni e' arrivato un temporale fortissimo con nubi che hanno oscurato il cielo: ho una foto del castello, ripresa in quel momento da lontano, che renderebbe perfettamente il ricordo che e' rimasto di quel luogo :-)
saluti Girolamo

Inserito da Enzo Zappalà

il 17 agosto 2010 alle 17:32
#7
caro Girolamo,
sei stato molto esauriente. Sulla strada: so benissimo che è brutta, ma l'ho fatta molte volte con una ford focus e non è poi così terribile. D'altra parte in Toscana è facilissimo capitare in queste situazioni, soprattutto se è piovuto da poco... Sulla gentilezza di Charlotte (la proprietaria col cane) resto esterefatto e anche sul vino.. Tra pochi giorni sarò da lei e proverò a chiedere le motivazioni e poi ti farò sapere...

Inserito da Girolamo Virgadamo

il 17 agosto 2010 alle 21:08
#8
Attento, magari ti fa aspettare fino a giorno 29 agosto...
approfitto per lodare il secondo posto dove ho soggiornato: Montarlese, sulla strada che da Albinia (Orbetello) va su a Manciano. Produttore di vino ed olio, con particolare attenzione all'ambiente (restauro eseguito dai proprietari con uso delle piu' moderne tecnologie: fotovoltaico, pannelli solari per l'acqua calda, cisterna per la raccolta dell'acqua piovana ed il suo riuso per lo scarico dei bagni, ...).
Tante piccole attenzioni in ogni stanza. Al posto della TV c'e' il telescopio.
E infine, alfisti doc: duetto 4 serie e GT 1750 quadrifoglio oro.
Vale sicuramente una deviazione e magari uno stop per un bagno a Saturnia!

ciao Girolamo

Inserito da Enzo Zappalà

il 18 agosto 2010 alle 07:08
#9
caro Girolamo,
ti assicuro che non temo di aspettare fino al 29... Mentre delle alfa mi interessa ben poco: preferisco il silenzio dell'Amiata... Punti di vista, ovviamente!

Inserito da Filippo Ronco

il 18 agosto 2010 alle 17:55
#10
Si ad ogni modo, l'educazione e la cortesia dovrebbero essere la prima cosa, sempre. Mi ha molto deluso questo atteggiamento da parte della signora Horton, vedi un po' di capire come mai se ci vai.

Ciao, Fil.

Inserito da Enzo Zappalà

il 20 settembre 2011 alle 10:37
#11
cari Fil e Girolamo,
come prevedevo la storia della brutta accoglienza è ben diversa... Charlotte mi ha spiegato (e le sue parole avvalorate dal fattore e factotum) che ha visto una persona aggirarsi in modo strano attorno al castello, che rispondeva in modo poco chiaro. Vi sono stati gravi problemi recentemente, dato che le proprietarie hanno osteggiato (più che giustamente) la costruzione di un albergo che avrebbe rovinato la pace e la bellezza del luogo. Forse casualemnte (ma ci crediamo?) è stato dato fuoco a una vigna... Sicuramente una situazione di particolare tensione, se non addirittura di paura... Si fa presto a fare due più due e a commettere errori di valutazione. Solo e soltanto "misunderstanding". Tutto lì. La gentilezza e la disponibilità di Charoltte sono fuori discussione e l'ho potuto provare pochi giorni fa durante una frugale e magnifica cena a lume di candela...
Riprova Girolamo, magari anticipando per telefono la tua visita e vedrai che non aspetterai molto per conoscere cosa vuol dire vera e genuina accoglienza! E assaggiare vini grandiosi!!!

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Enzo Zappalà

Enzo Zappalà

 Sito web
 e-mail

Astrofisico per 40 anni, ho da sempre coltivato la passione per il vino e per il mondo che lo circonda. Vedo di traverso la seriosità che...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti