Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 207

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 213
Una birra per il cioccolato, di Aldo Specchia

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Food

Una birra per il cioccolato

di Aldo Specchia

In uno dei nostri contributi, a proposito di abbinamento del cioccolato al vino, abbiamo ipotizzato la possibilità di abbinarlo alla birra, a condizione che questa abbia requisiti tali da collocarla su un livello di parità gusto-olfattiva con il cioccolato. Abbiamo avuto modo di provare un abbinamento: il risultato è stato la reazione di una situazione armonica perfetta. La birra è stata una delle ultime creazioni di Teo Musso, mastro birraio piemontese  di Le Baladin, di cui si apprezzano i numerosi prodotti, tutti di elevato livello qualitativo.

XYAUYÙ: questo il nome che già a pronunciarlo fa pensare ad una sorpresa che fa spaziare fra colori, profumi, sapori. Una birra “da divano”, come la definisce Teo Musso ma può ben essere considerata “da meditazione” e quindi da gustare da soli o in compagnia ma in occasioni non comuni. Si tratta di una birra naturale ad alta fermentazione, prodotta con doppio malto, affinata in barrique; il titolo alcolometrico di 13,5% la candida ad essere degna compagna di dessert anche complessi.

Il colore
Ambra pieno e deciso, con tenui riflessi di colore marrone. Già questo colore, così compatto, colpisce positivamente e lascia presagire una situazione gusto-olfattiva interessante.

I profumi
Al naso l’impatto è deciso, intenso, forte e morbido ad un tempo. Evidente la complessità: sentori di frutta secca e di confettura, di datteri, fichi secchi, caramello, note speziate ne delineano il profilo aromatico.

I sapori
In bocca è un’esplosione di sensazioni. La nota dolce emerge prepotente ma per nulla stucchevole. La cremosità che la caratterizza fa pensare alla carezza della seta. Decise note di cioccolata avvolgono il palato. Infine, la persistenza: le sensazioni hanno una permanenza lunghissima sanche dopo la deglutizione.

Abbiamo abbinato questa birra, da consumare ad una temperatura di 12-14°C,  ad un cioccolato al 70% di pasta di cacao, il GRENADA, uno migliori cru di Amedei. L’uniformità del colore marrone e la tessitura richiamano subito la birra. Al naso si evidenziano subito le note cacaose e quelle speziate. La setosità colpisce subito sul piano sensoriasle tattile. L’elegante cremosità crea un tutt’uno con la birra; la persistenza dell’uno si coniuga con quella dell’altra.

L’estrema eleganza dei due prodotti riesce a creare una condizione gusto-olfattiva piacevole, equilibrata, armonica; cioccolata e birra si esaltano e si valorizzano reciprocamente. Vien voglia di prolungare il più possibile una situazione che piace alla vista, al naso e in bocca; di gustare appieno un piacere che appaga i sensi e stupisce.

Un’esperienza tutta da provare.


[Foto: Mondobirra.org]

Letto 4395 voltePermalink[1] commenti

1 Commenti

Inserito da Studio Cru

il 23 febbraio 2009 alle 11:59
#1
mmmmm, difficile.
Poi molto dipende di quale Xyauy parliamo: lamina oro, argento o rame? Cambia la tecnica e cambiano anche le caratteristiche finali del prodotto, che fanno avvicinare la birra rispettivamente a Sherry, Madera e Vin Santo.
Da provare, comunque, in abbinamento al cioccolato, la Rochefort 10. Una goduria.

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.