Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Doc e Docg

Doc e Docg

Doc e Docg: Lison Pramaggiore Doc

di Sergio Ronchi

MappaArticolo georeferenziato

La DOC Lison Pramaggiore comprende 11 comuni della provincia di Venezia tra cui Pramaggiore da cui prende il nome, due comuni della provincia di Treviso e 6 comuni della provincia di Pordenone. Siamo quindi storicamente nel cuore della provincia orientale di Venezia e questi vini da sempre sono considerati i vini di Venezia. Nei dintorni possiamo trovare anche cittadine di mare, note mete turistiche come Caorle o Bibione. Il territorio è ancora oggi denominato "Vini dei Dogi." Già al tempo dei romani si coltivavano parecchie varietà di uve per la produzione di vino, utilissima merce di scambio in quel periodo, Plinio infatti chiamava “Helos” il vino di Opitergium, l’odierna Oderzo. Poi con il passare del tempo e tra vicende alterne si arriva al 1823 quando venne istituito un catalogo delle varietà ma solo nel 1950 si individuarono i vitigni migliori per il territorio.

Le tipologie previste sono:

Bianco, uve Tocai friulano 50-70% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.

Rosso, uve Merlot 50-70% e altri vitigni a bacca rossa raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%. Si può produrre anche la versione “novello” e nella verisone “riserva” ma con titolo alcolometrico volumico totale minimo 12% e invecchiamento di due anni.

Chardonnay, uve Chardonnay minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%. Si può produrre la tipologia “frizzante”.

Tocai italiaco o Tocai, uve Tocai italico minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%. Si può produrre con dicitura “classico” ma deve avere un titolo alcolometrico vlumico minimo di 11,5%.

Pinot Bianco, uve Pino Bianco minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%. Si può produrre la tipologia “frizzante”.

Pinot Grigio, uve Pinot Grigio minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.

Riesling, uve Reisling minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.

Riesling Italico, uve Riesling Italico minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.

Sauvignon, uve Sauvignon minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.

Verduzzo, uve Verduzzo friulano o Verduzzo trevigiano minimo 85% e altri vitigni a bacca bianca raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%. Si può produrre anche nella tipologia “dolce” ma con titolo alcolometrico volumico minimo 14%. Si può produrre anche la tipologia “frizzante”.

Cabernet, uve Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Carmenere-Cabernet in percentuali variabili o singolarmente. Titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5%. Si produce anche una versione “riserva” ma con titolo alcolometrico volumico totale 12% e invecchiamento di due anni minimo.

Cabernet Franc, uve Cabernet Franc minimo 85% e altri vitigni a bacca rossa raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5%. Si produce anche una versione “riserva” ma con titolo alcolometrico volumico totale 12% e invecchiamento di due anni minimo.

Cabernet Sauvignon, uve Cabernet Franc minimo 85% e altri vitigni a bacca rossa raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5%. Si produce anche una versione “riserva” ma con titolo alcolometrico volumico totale 12% e invecchiamento di due anni minimo.

Malbech, uve Malbech minimo 85% uve Cabernet Franc minimo 85% e altri vitigni a bacca rossa raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5%.

Merlot, uve Merlot minimo 85% e altri vitigni a bacca rossa raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5%. Si produce anche una versione “riserva” ma con titolo alcolometrico volumico totale 12% e invecchiamento di due anni minimo.

Refosco dal Penduncolo Rosso, uve Refosco minimo 85% uve Cabernet Franc minimo 85% e altri vitigni a bacca rossa raccomandati per il territorio, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.

Caratteristica del territorio è il rispetto per l’ambiente, fatto che poi è sfociato negli ultimi anni a produrre molti vini biologici. E’ infatti questa la zona DOC con il maggior numero di ettari (circa 400) dove la vite viene coltivata secondo le leggi per la produzione biologica.

Da segnalare che i vini monovarietali presentano sempre una percentuale di vitigno base minimo del 85% il che porta ad avere spesso di vini con una impronta specifica del vitigno e del territorio. Molto interessanti i vitigni internazionali rossi ma anche Chardonnay, Sauvignon e sopratto Verduzzo, vitigno tipico della zona.

Letto 6555 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Sergio Ronchi

Sergio Ronchi


 e-mail

Appassionato di vino da molto tempo, ho organizzato vari eventi di presentazione prodotti utilizzando varie location a Milano, Padova, Bergamo e Roma....

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti