Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Eventi > Vino

1^ Bevilonga di Villa Angarano

DoveBassano del grappa (VI) - Villa Angarano

Quandoil 22 marzo 2009

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Il 22 marzo 2009 parte la prima Bevilonga di Villa Angarano, una manifestazione dedicata a chi ama scoprire vini e prodotti tipici in scenari incantevoli: cornice di questa edizione saranno le sponde del fiume Brenta e, in particolare, Villa Angarano Bianchi Michiel a Bassano del Grappa (VI).

L’idea di Bevilonga nasce dall’intuizione di Manrico Bersani, che ha pensato di promuovere direttamente all’interno di selezionate aziende vitivinicole i vini e le tipicità del territorio, valorizzando le risorse legate alla storia e alla tradizione enologica delle regioni dove le tenute sono localizzate. Bevilonga è un movimento di appassionati di enogastronomia, che si spostano lungo percorsi predisposti all’interno di prestigiose aziende vitivinicole, per poter godere al meglio di queste splendide ambientazioni completamente immerse nella natura. L’appuntamento per la prima edizione di Bevilonga a Villa Angarano è per domenica 22 marzo 2009 in Villa Angarano a Bassano del Grappa. Qui, lungo un percorso di circa 4 km, sarà possibile degustare gli straordinari vini dell’azienda vitivinicola Bianchi Michiel. L’evento inizierà alle ore 11.30 e il percorso dovrà essere completato entro le ore 16.00.

COME ARRIVARE: dalla A4 (Milano-Venezia), passata l’uscita per Vicenza, prendere la Valdastico A31, uscita Dueville; prendere la SP248 per Marostica. A Marostica prendere la provinciale per Bassano del Grappa..  Arrivati a Bassano da qualsiasi direzione si arrivi, bisogna raggiungere il rondò della riva destra del ponte sul Brenta e seguire le indicazioni per Villa Angarano /Campese. Arrivati ad un semaforo, proseguire sulla stessa strada per 1 km, fino ad arrivare in vista di Villa Angarano, sulla destra.

IL PERCORSO: Parcheggio e accesso a Villa Angarano.  Pagamento quota di partecipazione e ritiro del bicchiere per le degustazioni. Si ricorda che nelle BEVILONGA™ non è incluso il pranzo ma solo qualche stuzzichino offerto all’arrivo dai partner. È comunque possibile portarsi da casa la colazione al sacco. Si raccomanda di lasciare pulito lungo il percorso.

PARTENZA: Seguire le indicazioni

1° Degustazione Km. 0.0 Angarano Bianco 2008 Vespaiolo Doc Breganze
Si parte per la passeggiata costeggiando la cinta di sinistra di Villa Angarano e proseguendo per la strada sterrata si scende dopo circa 400 mt sulle rive del fiume Brenta. Suggestiva camminata lungo le rive del Brenta, passando per la zona di riproduzione del pesce Temolo. Dopo circa 1100 mt, si lascia la riva del fiume per svoltare a sinistra e, dopo un breve passaggio, seguendo le indicazioni si attraversano per altri 700 mt. i campi coltivati ad orzo. Si arriva così alla sede degli Alpini di S. Eusebio, dove avverrà, con l’accoglienza degli Alpini, la

2° Degustazione Km 2.2 Rosso Angarano 2005 Veneto Rosso Igt
Lasciata la sede degli Alpini, si costeggia il campo sportivo per tagliare nei campi seguendo le indicazioni e arrivare al lato est di Villa Angarano. Durante il cammino lungo la strada comunale, si raccomanda la massima prudenza e l’osservazione delle norme di comportamento previste dal Codice della Strada. Da qui si prosegue costeggiando i vigneti delle Quare per entrare dall’antico cancello di ferro nel cuore della proprietà, il Brolo. Ha inizio la suggestiva ultima tappa, che dal Brolo si ricollega al parco della Villa, per poi arrivare nella nobile Barchessa del Palladio per la degustazione finale.

3° Degustazione Km 4.0 Angarano Rosso 2006 Breganze Rosso Doc
Cà Michiel 2007 Veneto Bianco Igt

COSTI: adulti € 18,00
bambini fino a 10 anni di età € 8,00
associati Ais-Fisar-Onav € 15,00 (presentare la tessera valida per l’anno in corso all’ingresso)

PREISCRIZIONE: (dal 6 febbraio al 20 marzo 2009) effettuata sul sito www.bevilonga.it dà diritto alla partecipazione alla BEVILONGA™ con uno sconto di € 3,00 (da scontare solo su ogni singolo biglietto per adulti)

STORIA: “È questo luogo celebre per i preciosi vini, che vi si fanno, e per li frutti che vi vengono, e molto più per la cortesia del padrone” È la celebre notazione di Andrea Palladio che descrive sinteticamente il territorio e mette in risalto la cortesia del suo committente Giacomo Angarano. Il Palladio era stato incaricato nel 1548 di progettare una nuova sistemazione della casa dominicale e degli annessi rustici.  Il primo documento noto che ci dà un ritratto del paesaggio agrario di Angarano nel Medioevo è il Regestum possessionum comunis Vincencie del 1262 , dove troviamo anche la descrizione di alcuni campi con vigne posti nelle attuali pertinenze della villa Angarano ora Bianchi-Michiel. Il Regesto fu compilato dal Comune di Vicenza immediatamente dopo la fine degli Ezzelini per censirne i beni presenti nel territorio vicentino.

Nei secoli successivi la proprietà agricola rimarrà frammentata ma con la preminenza degli Angarano e poi dei loro successori fino a costituire, con graduali acquisizioni, una grande proprietà indivisa con al centro la villa. Il vino è, lungo i secoli, il prodotto di pregio di tutto il territorio e ne danno una ulteriore testimonianza gli Atti preparatori del Catasto Stabile austriaco redatti nel 1826:
“Prodotti agrari principali. Li prodotti principali e più importanti sono l’uva, il grano turco, il frumento, li fieni, la foglia de’ gelsi, le castagne, e marroni, e legna da fuoco, generi tutti riputati di buona qualità.[…] Le uve solo per altro costituiscono il prodotto più ragguardevole, e su ciò si fa il maggior fondamento. È anche il maggior commercio del paese, e il vino va smerciato la maggior parte in Bassano. Le uve bianche sono poche in confronto delle nere.[…]”

L’azienda agricola con i suoi vigneti, oliveti e campi prosperò per tutto il 1800, passò indenne la prima guerra mondiale, durante la quale fu nelle retrovie del fronte, e rimase immutata fino alla metà del 1900. Negli anni ’60 del 1900 fu tracciata una nuova strada attraverso le Quare e incominciò quella trasformazione urbanistica e del paesaggio che ci ha portato alla situazione dei nostri giorni.
In questi ultimi anni il vigneto ha ripreso vita; presso il Brenta, dove si trovavano i dodici filari e mezzo di epoca ezzeliniana, ha ripreso la tradizione antica e ancora si può dire: “È questo luogo celebre per i preciosi vini, che vi si fanno, e per li frutti che vi vengono, e molto più per la cortesia del padrone”.

FAMIGLIA BIANCHI MICHIEL
Una tenuta da sempre legata alle donne. Nel 1546 Giacomo Angarano si sposa con Bianca Nievo, donna di carattere forte e ribelle, accusata anche di eresia.
Nel 1588 muore il figlio Stefano e Giacomo Angarano si vede costretto a vendere parte dei suoi beni, compresa la villa in Angarano, per restituire la dote alla vedova di suo figlio. Il progetto Palladiano non è ancora stato completato come previsto, e l'imminente cessione alla famiglia Formenti interrompe definitivamente l'iter della fabbrica. Così il complesso di villa Angarano passa prima a Cornelia Formenti, figlia di facoltosi veneziani, e a suo marito Gerolamo Molin e poi alla figlia Maria, che sposa Paolo Gradenigo nel 1654. I Gradenigo, senatori della Repubblica di Venezia, sono gli artefici dei cambiamenti che produssero il complesso che possiamo ammirare oggi.

Ed è proprio Maria Molin Gradenigo che, nel suo testamento del 1669, dà l'esatta indicazione per la ricostruzione della villa, che termina nei primi anni del Settecento.  Ancora una volta la villa passa di proprietà per discendenza femminile dai Gradenigo ai Pisani per arrivare uxorio nomine ai primi dell’Ottocento alla famiglia dogale veneziana Michiel e, in seguito, ai conti Bianchi Michiel. Villa Angarano Bianchi-Michiel, conosciuta anche come Cà Michiel, oggi è di proprietà delle cinque sorelle Bianchi Michiel, Carla, Giovanna, Anna, Maruzza e Isabella, che continuano con dedizione e amore la grande tradizione del vino italiano, impegnandosi a portarla avanti con qualità, tecnologia e innovazione.

VINI IN DEGUSTAZIONE

- ANGARANO BIANCO 2008
Denominazione: DOC Breganze Vespaiolo
Composizione: 100% Vespaiola
Fermentazione: 50/60 giorni
Gradazione alcolica: 13,5%
Territorio
Zona di provenienza: Bassano del Grappa
Posizione vigneti: sud-sud ovest
Suolo: medio impasto - Franco Argillosi con scheletro fluviale
Densitá di impianto: 4.500 Viti per Ettaro
Sistema di allevamento: Cordone Speronato con 8-10 gemme
Resa per ettaro: non superiore a 85 quintali di uva

- ROSSO ANGARANO 2005
 Denominazione: IGT Veneto Rosso
Composizione: 50% Cabernet Sauvignon, 50% Merlot.
Fermentazione: 20 giorni
Gradazione alcolica: 13,%
Territorio
Zona di provenienza: Bassano del Grappa
Posizione vigneti: est
Suolo: medio impasto – Franco Argillosi con scheletro fluviale
Densitá di impianto: 3500 Viti per Ettaro
Sistema di allevamento: Cordone Speronato con 8/10 gemme
Resa per ettaro: 90/100 quintali di uva

- ANGARANO ROSSO 2006
Angarano rosso di Villa Angarano è frutto dell’assemblaggio di uve Merlot di piccoli appezzamenti adiacenti alla Villa padronale.
La vendemmia
La raccolta avviene a mano per singolo appezzamento e per singolo clone con selezione di uve nell’ultima decade di settembre primi di ottobre.
La vinificazione
La vinificazione a macerazione avviene in contenitori d’acciaio per circa 15-18 giorni a temperatura controllata. Le uve sono vinificate separatamente per singolo appezzamento. Completata la prima fermentazione, ha seguito la fermentazione malo-lattica in piccoli fusti di rovere, dove permane per circa 9 mesi
Composizione: Merlot 100%
Affinamento: 9 mesi in barrique + 4 mesi in bottiglia - Gradazione alcolica 13,5%
Territorio: terreni calcarei, Franco Argilloso
Zona di produzione: altitudine 200 mt slm, esposizione sud sud-ovest.
Densitá di impianto: 4.500 Viti per Ettaro
Sistema di allevamento: Cordone Speronato 8-10 gemme
Resa per ettaro: 85 quintali di uva

- CA’ MICHIEL 2007
Cà Michiel di Villa Angarano è frutto dell’assemblaggio di uve Chardonnay. La conduzione degli appezzamenti è seguita durante tutte le fasi fenologiche, effettuando tutte le pratiche per una produzione limitata e di qualità.
La vendemmia
La raccolta avviene a mano con selezione delle uve prima di entrare in cantina.
La vinificazione
La vinificazione avviene in parte in contenitori di acciaio separatamente per varietà e maturità delle uve. La fermentazione alcolica dura per circa un mese a temperatura controllata. A vinificazione completata, il vino viene mantenuto a contatto con fecce fini per oltre 6 mesi in piccoli fusti di rovere per conferire bouquet e profumi.
Composizione: Chardonnay 100%
Affinamento: 9 mesi in barrique + 4 mesi in bottiglia - Gradazione alcolica 13,5%
Territorio: terreni di medio impasto di origine alluvionale
Zona di produzione: altitudine 200 mt slm, esposizione sud sud-ovest.
Densitá di impianto: 4.500 Viti per Ettaro
Sistema di allevamento: Cordone Speronato 8-10 gemme
Resa per ettaro: non superiore a 80 quintali di uva

- LE QUARE
Erano denominati Quare i campi di terra con vigna descritti nelle didascalie degli antichi Cabrei dell’archivio della famiglia Bianchi Michiel; il termine deriva dalla parola Qar, con significato originario di recipiente per l’acqua: erano infatti numerose le sorgenti nelle antiche Quare. In latino quadrus è inteso come quarta parte della divisione agraria.
Ora le Quare rappresenta il cru rosso di Villa Angarano, prodotto dalla selezione di uve Cabernet Sauvignon.
La vendemmia
La raccolta avviene manualmente con inizio nella seconda decade di ottobre
La vinificazione
L’uva che arriva in cantina viene selezionata su un tavolo di cernita. La fermentazione alcolica dura 15-18 giorni in relazione all’annata, a una temperatura di 28°-30° C. A fine macerazione, il vino viene svinato direttamente in piccoli fusti di rovere, dove effettua la seconda fermentazione malo-lattica a contatto con le sue fecce naturali che conferiscono unicità al prodotto. Al termine dell’elevazione segue il blend finale dei piccoli fusti; il vino viene imbottigliato e affinato in bottiglia per circa 9 mesi.
Composizione: Cabernet Sauvignon
Affinamento: 24 mesi in barrique + 9 mesi in bottiglia - Gradazione alcolica 14%
Territorio: terreni calcarei, Franco Argilloso, ph.8
Zona di produzione: altitudine 200 mt slm, esposizione sud sud-ovest.
Densitá di impianto: 4.500 Viti per Ettaro
Sistema di allevamento: Cordone Speronato 8 gemme
Resa per ettaro: 75 quintali di uva


Info Evento: Villa Angarano Tel/Fax: +39 0424 503086 Web: www.bevilonga.it

Letto 4970 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti