Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Vino

Plenum Tertium 1999

di Filippo Ronco

Bottiglia: 0,75 l Alcol : 13,5 Vitigni : Tempranillo, Sangiovese

E' il vino "provocazione" dell'azienda Dievole, un vino sperimentale in più edizioni, ognuna diversa dall'altra, sia per quanto riguarda i vitigni di volta in volta utilizzati per l'assemblaggio che per gli incontri professionali conclusi. Alla sua terza ed originalissima edizione, questo ambizioso vino-progetto nasce dall'eclettico accostamento tra uve Tempranillo e Sangiovese, ciascuna coltivata nel territorio d'origine dell'altra, il San Giovese in Spagna e il Tempranillo nella zona del Chianti Classico. Lo ammetto, in un momento di totale sfiducia verso uno stato ed un mondo che vive - in gran parte, purtroppo - di sola apparenza, la puzza di ennesima trovata commerciale mi ha visto un poco scettico sull'operazione tutta. Ciò che tuttavia contraddistingue il mio operato, così come quello dei miei collaboratori, è l'obiettività di giudizio, anche davanti a vini - come questo Plenum - che nulla hanno a che vedere con territorio, tradizione e tipicità. In effetti, il risultato è un vino di grande spessore e piacevolezza che tuttavia ci riesce difficile collocare o meglio, motivare. Nel calice è rosso rubino fitto, con riflessi granata, limpidissimo e di ottima consistenza. All'olfattivo, così come al gustativo, è un gran rincorrersi di frutta rossa matura e di eleganti speziature - qui un poco più evidenti che negli altri campioni d'azienda - dove il ruolo da protagonista è giocato dalla consistente polpa fruttosa, con l'amarena, la ciliegia ed il lampone, frutti maturi e, in parte, sotto spirito. Nonostante le perplessità iniziali - più sull'operazione che sul vino in sé - va constatato il raggiungimento di un ottimo equilibrio gustativo e di una grande piacevolezza di beva. E' vino ricco e corposo, di morbida polpa fruttata e trama tannica già discretamente fine. Senz'altro longevo, potete conservarlo ancora per almeno quattro o cinque anni. In enoteca lo si trova ai 20/21 euro. Obiettivo raggiunto ?

Valutazione di Tigulliovino: 17/20 (@@@@)

Letto 4265 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Filippo Ronco

Filippo Ronco

 Sito web
 e-mail

Laureato alla Facoltà di Giurisprudenza di Genova nel 2003, ho fatto pratica legale in uno studio per circa 2 anni ma non ho mai provato a dare...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti