Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
Disposizione dei bicchieri a tavola, di Franco Massa

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Vino

Disposizione dei bicchieri a tavola

di Franco Massa

A proposito di feste, a proposito di belle tavole addobbate, vi voglio parlare della diposizione dei bicchieri sulla tavola, cosa da non trascurare.
Differente può essere la disposizione a seconda del tipo di cena di famiglia, con o senza ospiti, pranzo o banchetto ufficiale, ma comunque, posso suggerire una regola che ben si adatta per più circostanze. Meglio non mettere subito in tavola tutti i bicchieri previsti per i diversi vini perchè si rischierebbe una "parata" ingombrante e difficilmente gestibile; meglio, oltre al bicchiere per l'acqua, all'inizio porre un bicchiere per vini bianchi ed un bicchiere per vini rossi e, se previsto, una flute per lo spumante secco, se già non è stato servito come aperitivo. I bicchieri verranno sostituiti con il mutare del vino ma, senza il permesso del commensale non si potrà togliere il bicchiere ancora pieno; essi verranno posti sulla tavola secondo un preciso ordine in altezza decrescente da sinistra a destra... con qualche eccezione.

Si collocherà infatti per primo a sinistra il bicchiere per l'acqua ancorchè più basso degli altri, a seguire quello da vino rosso più ampio e alto e poi quello per il vino bianco a circa due centimetri dalla punta del coltello; la flute per lo spumante secco da usare con certi antipasti, se prevista, andrà collocata al di là del bicchiere da vino bianco. Infine, per non interferire con i magici profumi dei vostri vini non andrebbero usati centro-tavola con fiori o composizioni dalle essenze troppo intense.

E per finire giacchè ci troviamo piacevolmente seduti a tavola magari in presenza di belle e leggiadre signore, non può mancare una delle mie preferite ombrette letterarie, leggo infatti da Orazio versi di alto lirismo:
"...Allora ti permetterai cento allusioni, che la vicina prenderà per sè e scriverai sulla tavola dolci cose col vino ed Ella vi legga essere la regina del tuo cuore... afferra la coppa ove Ella ha bevuto e là dove ha posato le labbra bevi tu...pure!".

Letto 24153 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Franco Massa


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti