Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
Crollo del consumo di champagne e rilancio dello spumante italiano, di Redazione di TigullioVino.it

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Crollo del consumo di champagne e rilancio dello spumante italiano

di Redazione di TigullioVino.it

Il crollo nel consumo di champagne che fa segnare in Francia un calo del 4,9 per cento rilancia lo spumante Made in Italy con quasi 120 milioni di bottiglie stappate, tra Italia ed estero, nel solo periodo natalizio. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che il brindisi Made in Italy stravince in Italia nel 98 per cento dei casi e conquista mercati anche all'estero dove la crescita delle esportazioni è stata pari al 30 per cento in valore nei primi otto mesi del 2008. Dopo anni di crescita nel 2008 c’è il segno meno per lo champagne francese che sente la crisi economica e perde posizioni rispetto allo spumante italiano che invece è in forte crescita. In Gran Bretagna - sottolinea la Coldiretti - le spedizioni di spumante Made in Italy sono piu' che raddoppiate in valore (+115 per cento) ed è diventata il primo mercato superando addirittura la Germania dove la crescita in valore è stata dell'11 per cento mentre al terzo posto si posizionano gli Stati Uniti con una sostanziale stabilità anche per effetto dell'andamento del dollaro. Tra i nuovi clienti del Made in Italy - continua la Coldiretti - si fa luce la Spagna che, si classifica al quarto posto con il raddoppio il valore degli arrivi (+ 107 per cento), la Russia (+ 20 per cento) e il Giappone (+ 5 per cento) mentre scende la Francia con un calo del 23 per cento.

La preferenza accordata al brindisi Made in Italy a livello nazionale è - sottolinea la Coldiretti - motivo di risparmio senza rinunciare alla qualità nei cenoni delle feste dove la tendenza è quella di una sostanziale tenuta del cibo made in Italy con l’abbandono delle mode esterofile del passato pagate a caro prezzo. Evitare snobismi come l’acquisto di frutta fuori stagione consente di risparmiare moltissimo con le ciliegie cilene che - precisa la Coldiretti - possono superare i 20 euro al chilo, senza peraltro garantire la stessa freschezza e genuinità di arance, mandarini, clementine e kiwi di produzione nazionale. Portare in tavola meno caviale, ostriche e salmone e piu’ bollito, cappelletti in brodo e pizze rustiche che recuperano le tradizioni del passato, è - conclude la Coldiretti - un motivo per riassaporare i gusti del passato ma anche per ridurre le spese del cenone e del pranzo di Natale, che secondo un sondaggio Confesercenti-Swg costerà 2,5 miliardi, il 7 per cento in meno rispetto allo scorso anno.


Fonte news: Coldiretti

Letto 5265 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti