Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Doc e Docg

Doc e Docg

Doc e Docg: Vermentino di Gallura Docg

di Sergio Ronchi

MappaArticolo georeferenziato

Gazzetta Ufficiale n. 221 del 20 settembre 1996
Tipologia: Vermentino di Gallura e Vermentino di Gallura superiore.
Vitigni: Vermentino 95-100% e possono concorrere alla produzione anche altri vitigni a bacca bianca non aromatici "raccomandati" e/o "autorizzati" per la provincia di Sassari fino a un massimo del 5%.
Zona di produzione: Comuni di Aggius, Aglientu, Arzachena, Badesi, Berchidda, Bortigadas, Calangianus, Golfo Aranci, Loiri Porto San Paolo, Luogosanto, Luras, Monti, Olbia, Oschiri, Palau, S. Antonio di Gallura, S. Teresa di Gallura, Telti, Tempio Pausania, Trinità d'Agulto, Viddalba in provincia di Sassari e l'intero territorio dei comuni di Budoni e S. Teodoro in provincia di Nuoro.
Condizioni ambientali: Sono da considerarsi idonei unicamente i vigneti di esposizione e giacitura adatti costituitisi a seguito di disfacimento granitico e ubicati a quota non superiore a metri 500 di altitudine.
Densità per ettaro: Non inferiore a 3.250 ceppi
Resa massima: 10 t. per ettaro
Titolo alcolometrico volumico totale: 11% minimo e 12% minimo per la tipologia superiore.
Resa massima dell'uva: Inferiore al 70%.


Unica DOCG della Sardegna, fa riferimento al territorio ai comuni della Gallura, territorio a nord est dell'isola. Il vitigno vermentino è sicuramente di provenienza spagnola. Negli ultimi decenni si è cercato molto di migliorare la finezza e la qualità di questi prodotti provenienti da una zona molto nota e d'elite come la Costa Smeralda.
Negli anni si è passati da una vinificazione lunga a contatto con le bucce che rendeva un vino molto carico di colore ad una vinificazione più controllata e quindi ad un colore giallo paglierino a volte con riflessi verdolini. Al naso è fruttato e floreale, si recepiscono profumi di mela e di biancospino. In bocca è di una discreta consistenza e con un finale leggero di mandorla.

Si può abbinare a tutta la cucina di pesce ma tipico l'abbinamento con i crostacei in generale. Lo troviamo spesso con l'aragosta e i granchi nella zona dell'algherese. Ottimo comunque con gli antipasti e con i primi piatti leggeri, con i molluschi o con i frutti di mare, il pesce arrosto o alla griglia.

Letto 4927 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Sergio Ronchi

Sergio Ronchi

 Sito web
 e-mail

Appassionato di vino da molto tempo, ho organizzato vari eventi di presentazione prodotti utilizzando varie location a Milano, Padova, Bergamo,...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti