Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Doc e Docg

Doc e Docg

Doc e Docg: Alcamo Doc

di Sergio Ronchi

MappaArticolo georeferenziato

Il territorio di produzione dell'Alcamo si trova nelle vicinanze della zona del Marsala, l'area vitivinicola più importante della Sicilia. Sono interessate alla DOC le colline del comune di Alcamo e di altri nove comuni in provincia di Trapani e Palermo. Si possono ottenere vini bianchi, rosati e rossi. Storicamente l'Alcamo bianco è sempre stato un vino "da taglio" per la viticoltura siciliana anche perché risulta vigoroso e di grande produzione. Negli ultimi anni però un grande miglioramento qualitativo lo ha reso sempre più interessante in particolare in alcune sue tipologie. La zona del bianco è quella costiera fra Castellammare del Golfo e San Vito lo Capo e poi verso l'interno fino ad Alcamo e Se gesta, tutti luoghi di grande fascino.

Tipologie previste dal disciplinare:

Bianco, da uve Catarratto minimo 60% e Ansonica, Grillo, Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau e Sauvignon massimo 40%.
Bianco Spumante, metodo classico e charmat, stesse uve del Bianco.
Classico, da uve Catarratto bianco comune o Catarratto lucido minimo 80%.
Vendemmia Tardiva, stessi vitigni del Bianco.
Rosato, da uve Nerello Mascalese, Nero d'Avola, Sangiovese, Frappato, Perricone, Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah.
Rosato Spumante, metodo classico e charmat, stesse uve del Rosato.
Rosso, da uve Nero d'Avola minimo 60% e Sangiovese, Frappato, Perricone, Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah.
Novello, stesse uve del Rosso.
Riserva, stesse uve del Rosso ma con invecchiamento minimo di due anni di cui sei mesi in legno.
Ansonica o Inzolia.
Catarratto.
Chardonnay.
Grecanico
Grillo.
Muller Thurgau.
Sauvignon.
Cabernet Sauvignon.
Calabrese o Nero d'Avola.
Merlot.
Syrah.

Sicuramente da ricordare le tipologie da vitigni autoctoni come l'Inzolia, il Catarratto, il Grillo e il Grecanico tra i bianchi e il Nero d'Avola tra i rossi. Molto strutturati anche Merlot e Syrah.
Con i bianchi si predilige una cucina "marinara" mentre i rossi bene si accostano a piatti di carne speziati o a formaggi stagionati.

Letto 4599 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Sergio Ronchi

Sergio Ronchi


 e-mail

Appassionato di vino da molto tempo, ho organizzato vari eventi di presentazione prodotti utilizzando varie location a Milano, Padova, Bergamo e Roma....

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti