Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Esperti > Eventi > Food

A Expo 2015 il riso di Novara incontra i vini di Alessandria: un connubio vincente

DoveEXPO 2015, Rho (MI) - Padiglione Federalimentare "Cibus è Italia"

Quandodal 03 luglio 2015 al 09 ottobre 2015

di Mariella Belloni

MappaArticolo georeferenziato

Al padiglione Cibus è Italia di Federalimentare è andata in scena la terza serata di valorizzazione del riso italiano: protagonista l’eccellenza enogastronomica, turistica e culturale del territorio novarese.

Sulla bella terrazza lounge del Padiglione “Cibus è Italia” il riso, rigorosamente italiano, è stato ovviamente la star della cena dall’antipasto al dolce. Un incontro conviviale, condotto dal noto presentatore televisivo Patrizio Roversi che ha raccontato la storia, la tradizione e la cultura delle produzioni risicole nei territori del novarese, gustando gli straordinari risotti preparati dalle sapienti mani degli chef Piero Bertinotti (ristorante ‘Il Pinocchio di Borgomanero – Novara) e Andrea Ribaldone (ristorante “I due buoi di Alessandria) durante lo show cooking dal vivo. Ad accompagnare le portate a base di riso novarese c’erano i vini dell’alessandrino per un‘matrimonio’ di alta qualità.

L’aperitivo a base di Riso Vialone Nano, uova e asparagi con formaggio Montebore, salumi e formaggi dei territori con i grissini di riso, accompagnato dalle bollicine degli Spumanti Alta Langa brut bianco “Cuvée Aurora”, “Hallè Rosè”, “Curticella Caballi Regis” e “Jad’or”, è stato seguito da un antipasto di Riso Artemide con verdure e gamberi in abbinamento alle note dei  vini bianchi Gavi “La Battistina” e Colline Novaresi bianco “La Contesa”; il Riso Carnaroli al gorgonzola, salsa ai peperoni rossi, noci caramellate è stato servito con vini rossi morbidi e corposi: Ghemme Riserva “Costa del Salmino”, Monferrato rosso “Ray”, Monferrato rosso “Note d’Autunno” e Ovada “Bricco le Zerbe”. Il Moscato d’Asti “Scrapona” ha introdotto il dolce composto da Riso Roma, latte, liquerizia, fragole, limone, per finire il caffè con biscotti di riso e cioccolatini.

Il riso italiano ad Expo 2015: promuovere e tutelare un’eccellenza del Made in Italy

 

L’Ente Nazionale Risi e i territori produttori si presentano compatti ad Expo per far conoscere al mondo un prodotto di alto livello e chiederne la tutela.

“Il riso può portare al rinascimento dell’Italia”- ha detto Roberto Magnaghi, direttore generale dell’Ente nazionale Risi -“Noi vogliamo l’eccellenza della risicoltura e lo facciamo grazie alla ricerca scientifica svolta negli anni dal nostro Centro ricerche sul Riso, per il miglioramento dei mezzi di produzione e per la mitigazione dell’impatto ambientale delle pratiche risicole”.  “Novara è la terza provincia italiana per produzione di riso con 32 mila ettari coltivati, 500 aziende e 20 riserie - ha aggiunto Magnaghi -”. Particolare importante, i 2/3 della produzione sono destinati ai paesi Ue ed extraUe, il che significa che i risicoltori novaresi devono confrontarsi con la temibile concorrenza dei paesi asiatici e quindi dare molto spazio alla ricerca. Più ridotta la produzione di riso nella provincia di Alessandria, con solo 7 mila ettari coltivati e 150 azienda e 5 riserie. Ma ben più importante la produzione di bottiglie, come ha riconosciuto Paolo Rovelllotti, delegato Expo 2015 dell’Ente camerale di cui è stato anche presidente”.

Dal presidente della Camera di commercio di Novara, Maurizio Comoli, dal suo collega alessandrino Gian Paolo Coscia e dal sindaco, nonché presidente della Provincia di Alessandria Maria Rita Rossa l’invito a lasciar da parte i campanili, per unire le forze. A Expo c’era anche il prefetto di Alessandria Romilda Tafuri. La presenza novarese è stata numerosa per quel che riguarda le aziende, mentre, dal punto di vista istituzionale c’era l’assessore comunale Sara Paladini, oltre a Maria Rosa Fagnoni, presidente Atl.

Quattro su sei gli eventi, organizzati sulla terrazza del Padiglione di Federalimentare “Cibus è Italia”, prettamente dedicati al riso che permetteranno ad ogni rispettivo territorio di presentare le proprie particolarità in campo risicolo con interviste e intrattenimenti.

Gli eventi che si susseguiranno fino ad ottobre, proporranno un viaggio che coinvolgerà tutti i distretti che si dedicano alla coltura del riso, da Pavia a Novara, da Vercelli a Verona, da Mantova ad Oristano, da Alessandria a Biella.  

 

I prossimi appuntamenti

 

Tutti gli incontri saranno moderati da Patrizio Roversi che attraverso i contributi di ospiti sempre diversi guiderà gli operatori alla scoperta della storia, tradizione, cultura e ricerca del riso italiano, attraverso la testimonianza dei maggiori esperti del settore.

Ogni serata presenterà contenuti differenti ed un focus specifico su uno dei territori italiani di produzione. In particolare:

 

L’11 settembre 2015 ci si incontrerà sui territori di Vercelli e Biella 

Il  15 settembre 2015 ci si incontrerà sui territori di Verona, Mantova e Oristano

Il  09 ottobre 2015 sarà organizzato un evento conclusivo

 

 

 

 

Letto 1016 voltePermalink[0] commenti

Tags


Warning: min() [function.min]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 7

Warning: max() [function.max]: Array must contain atleast one element in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/tags_articolo.php on line 8

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Mariella Belloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti