Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Doc e Docg

Doc e Docg

Doc e Docg: Merlara Doc

di Sergio Ronchi

MappaArticolo georeferenziato

Una delle ultime DOC del Veneto è Merlara che è stata approvata con Decreto del 13 luglio 2000. La zona di produzione comprende i comuni di Merlara, Urbana, Castelbaldo, Montagnana, Casale di Scodosia e Masi in provincia di Padova e i comuni di Bevilacqua, Boschi S. Anna e Terrazzo in provincia di Verona.
La zona di produzione è nota da tempi antichi per la produzione di vino infatti sono stati rinvenuti scritti datati 1500 che raccontano di come si coltiva la vite, si produce vino e si vende ai molti viandanti di passaggio sulle strade di collegamento dei vari centri abitati.

Le tipologie previste di Merlara sono:

Bianco, uve Tocai 50-70%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.
Bianco frizzante, uve Tocai 50-70%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5%.
Rosso, uve Merlot 50-70% con Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Marzemino, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.
Rosso Novello, uve Merlot 50-70% con Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Marzemino, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% ottenuto con macerazione carbonica.
Malvasia, uve Malvasia istriana minimo 85%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.
Tocai, uve Tocai friulano minimo 85%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.
Cabernet, uve Cabernet Franc e/o Cabernet Sauvignon minimo 85%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.
Cabernet Sauvignon, uve Cabernet Sauvignon minimo 85%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5%.
Marzemino frizzante, uve Marzemino minimo 85% con aggiunta di altri vitigni a bacca rossa massimo 15%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.
Merlot, uve Merlot minimo 85%, titolo alcolometrico volumico totale minimo 11%.


La zona di produzione è nota per Cabernet e Merlot che si coltivano da molti anni ma sono da segnalare la Malvasia istriana leggermente aromatica e il Tocai friulano dal tipico sapore asciutto.

Letto 4655 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Sergio Ronchi

Sergio Ronchi


 e-mail

Appassionato di vino da molto tempo, ho organizzato vari eventi di presentazione prodotti utilizzando varie location a Milano, Padova, Bergamo e Roma....

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti