Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vocacibario

Vocacibario

Tasting di Vini Naturali a Genova

di Virgilio Pronzati

MappaArticolo georeferenziato

Per la legge il termine vino naturale non è consentito.  Chi l’ha usato in etichetta è staso condannato a pesanti pene pecuniarie.  E’ vero che anche i vini prodotti con tecnologie e additivi diversi sono anch’essi naturali e non di sintesi.  Ma la differenza è sostanziale. In particolare sulla salute dell’uomo e dell’ambiente.  I vini cosiddetti naturali contengono poca o niente anidride solforosa e sono esenti da altri aditivi e trattamenti chimici.  Condizioni che ovviamente rendono maggiormente difficoltoso il lavoro di chi li produce.  Riuniti nell’associazione VinNatur gli oltre 170 produttori di ben sette Paesi europei hanno in comune le stesse finalità.  Ossia produrre vini naturali significa agire nel pieno rispetto del territorio, della vite e dei cicli naturali, limitando attraverso la sperimentazione, l’utilizzo di agenti invasivi e tossici di natura chimica e tecnologica in genere, dapprima in vigna e successivamente in cantina.

Non solo.  Questo sistema produttivo permette al vino di mantenere le caratteristiche varietali del vitigno e del suo terroir. VinNatur investe le proprie risorse e riserva particolare attenzione alle necessità dei viticoltori associati nel rispetto dei consumatori finali. Scopo dell’associazione è anche quello valorizzare e far conoscere i propri vignaioli, di promuovere la ricerca scentifica e divulgare la conoscenza di tecniche naturali e innovative.

 

Dopo questo prologo, sorge una domanda spontanea.  Se i vini naturali sono più digeribili e incontrano via via il consenso dei consumatori, quali sono le differenze organolettiche che li contraddistinguono da quelli convenzionali?  Per la parte visiva si equivalgono, benché spesso siano di sufficiente limpidezza rispetto agli altri.  Più netta la differenza olfattiva: i vini tecnicamente realizzati da enologi e tecnici hanno la stessa intensità e persistenza, ma complessivamente sono più compositi e complessi. I vini naturali hanno si profumi piacevoli ma più semplici, immediati e varietali.  Inoltre, dato il sistema con cui sono prodotti, in generale si presentano con un’acidità volatile “mascherata” ma superiore rispetto agli altri vini.  Al sapore sono piacevoli e invitanti, pieni e continui con retrogusto fruttato-varietale e leggermente speziati. Gli altri vini in generale sono omologati o di maggiore complessità.  

Molteplici motivi d’interesse che hanno convogliato l’1 e il 2 febbraio a Genova centinaia di visitatori a Vinnatur Genova 2015. Una due giorni enoica di buon spessore con oltre 300 vini di 67 produttori di cui 8 francesi e uno portoghese, allestita nel Salone delle Grida del Palazzo della Borsa di Genova, salotto buono della città.  L’impegnativo tasting comprendeva numerosi vini di 14 regioni italiane e, in minor parte, 6 francesi e una portoghese. Personalmente, ritengo che la maggior parte dei vini presenti fossero sicuramente migliorati rispetto a qualche anno fa. Molti hanno marcato vitigno e territorio. Una buona parte armonia e qualità. Un terzo si sono espressi con invitante semplicità.  Limitati quelli con difetti all’olfatto e sapore.  Soddisfatti gli amanti di questi vini e gli enoappassionati.  Più critici ma positivi, i giudizi di enologi, onavisti, sommelier Ais e Fisar.  Significativa la presenza di enotecari e ristoratori, nonché della stampa specializzata e non. Un’esperienza certamente da ripetere a Genova e un plauso a Angiolino Maule presidente di Vinnatur.  Ma non finisce qui. Per i veri appassionati, un’altra irrinunciabile 12a  edizione di Vinnatur in Veneto: dal 21 al 23 marzo degustazione di vini naturali a Villa Favorita di Monticello di Fara a Vicenza.

Durante gli assaggi sono state offerte autentiche golosità: la Mortadella Favola Gran Riserva del Salumificio Mec Palmieri di San Prospero di Modena e il Prosciutto di Parma Sant’Ilario Prosciutti di Mulazzano Ponte di Parma, gustati su fette di pani d’autore di vari tipi (con lievito naturale) di Alessandro Alessandri. Infine un meritato elogio agli allievi dell'Ipssar Marco Polo di Genova per la professionale collaborazione. 

I sessantasette vignaioli presenti a Genova

Paese

Regione

Nome

Portogallo

Duoro Superiore

Muxagat

Francia

Champagne

Champagne Charlot Père et Fils

 

Champagne

Champagne Jeaunaux-Robin

 

Borgogna

Domaine Cotes de la Moliere

 

Loira

Nathalie Gaubicher

 

Jura

Domaine Labet

 

Rhône

Eric Texier

 

Rhône

Domaine du Trapadis

 

Roussillon

Domaine Vinci

Italia

Abruzzo

Collebello Soc. Agr.

 

Abruzzo

Rabasco

 

Alto Adige

Radoar az. Agr

 

Campania

Il Cancelliere Azienda Vitivinicola

 

Campania

Pierluigi Zampaglione, Il Don Chisciotte

 

Emilia Romagna

Alberto Anguissola

 

Emilia Romagna

Cinque Campi Az. Agr.

 

Emilia Romagna

Donati Camillo Az. Agr.

 

Emilia Romagna

L’Agricola del Farneto

 

Emilia Romagna

Quarticello Az. Agr.

 

Friuli

Terpin Franco

 

Liguria

Legnani Stefano

 

Lombardia

Alziati Annibale az. Agr.

 

Lombardia

Bisi Az. Agr.

 

Lombardia

Cà del Vent

 

Lombardia

Casa Caterina Az. Agr.

 

Lombardia

Fattoria Mondo Antico Soc. Agr.

 

Lombardia

Martilde Az. Agr.

 

Lombardia

Castello di Stefanago Soc. Agr.

 

Lombardia

Pietro Torti Az. Agr.

 

Marche

Il Gelso Moro

 

Piemonte

Borgatta Az. Agr.

 

Piemonte

Ca ‘d Carrussin di Bruna Ferro e CLAN!DESTINO?

 

Piemonte

Cascina Roera

 

Piemonte

Lo Zerbone Az. Agr.

 

Piemonte

Rocco di Carpeneto

 

Piemonte

Rugrà, Luigia Zucchi

 

Piemonte

Valli Unite Soc. Coop. Agr.

 

Piemonte

La Morella Az. Agr.

 

Sicilia

Etnella Soc. Agr. Presa

 

Sicilia

Valdibella C.A.

 

Toscana

Baldoncini Az. Agr.

 

Toscana

Casa Raia Az. Agr.

 

Toscana

Casale Az. Agr.

 

Toscana

Fattoria di Caspri

 

Toscana

Monastero dei Frati Bianchi

 

Toscana

Moretti Az. Agr.

 

Toscana

Pacina az. Agr.

 

Toscana

Podere della Bruciata

 

Toscana

Santa10

 

Toscana

Podere Fornace I

 

Toscana

Tunia Soc. Agr.

 

Toscana

Santa Maria Soc. Agr.

 

Trentino

Furlani

 

Umbria

Carlo Tabarrini

 

Umbria

Cantina Marco Merli

 

Umbria

Collecapretta

 

Umbria

Vigneti Campanino

 

Umbria

Piccolo Podere del Ceppaiolo

 

Umbria

Fattoria Mani di Luna

 

Umbria

Fongoli Soc. Agr.

 

Veneto

Ca’ Lustra Az. Agr.

 

Veneto

Casa Belfi

 

Veneto

Corte Sant’Alda

 

Veneto

Il Cavallino di Maule Sauro Az. Agr.

 

Veneto

La Biancara Soc. Agr

 

Veneto

Masiero Gianfranco

 

Veneto

Piccinin Daniele Az. Agr.

 Nella foto: Angiolino Maule presidente di Vinnatur e l’enologo Giancarlo Stellini

Letto 5796 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Virgilio Pronzati

Virgilio Pronzati


 e-mail

Virgilio Pronzati, giornalista specializzato in enogastronomia e già docente della stessa materia in diversi Istituti Professionali di Stato...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti