Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Doc e Docg

Doc e Docg

Doc e Docg: Nebbiolo d'Alba Doc

di Sergio Ronchi

MappaArticolo georeferenziato

Il nebbiolo è il vitigno principe per il Piemonte e in particolare nell'albese trova la massima espressione. Il suo territorio d'origine parte dalle colline situate alla sinistra del fiume Tanaro e scende verso Sud proprio tra l'area del Barbaresco e quella del Barolo. I comuni interessati alla DOC sono Canale, Castellinaldo, Corneliano d'Alba, Monticello d'Alba, Piobesi d'Alba, Priocca, S. Vittoria d'Alba, Vezza d'Alba, Sinio e Govone e in parte quello dei comuni di: Alba, Bra, Baldissero d'Alba, Castagnito, Diano d'Alba, Grinzane Cavour, Guarene, La Morra, Magliano Alfieri, Monchiero, Monforte d'Alba, Montà, Montaldo Roero, Montelupo Albese, Monteu Roero, Novello, Pocapaglia, Roddi, Roddino, S. Stefano Roero, Sommariva Perno e Verduno tutti in provincia di Cuneo.
La base come per i due "fratelli maggiori" è la stessa, cambia la resa per ettaro e l'invecchiamento. E' un vino che può essere bevuto giovane come anche fatto invecchiare per alcuni anni. Viene prodotto con uve nebbiolo in otto comuni della provincia di Cuneo. Ha ricevuto la DOC già nel 1970. Il titolo alcolometrico minimo deve essere del 12% con un invecchiamento di almeno un anno.

Due le tipologie prodotte:

Nebbiolo d'Alba.
Nebbiolo d'Alba Spumante (amabile).

Di colore rosso rubino più o meno carico, tende al granato con l'invecchiamento; i profumi sono fruttati di frutta rossa e di sottobosco. In bocca risulta secco, caldo, fresco e tannico e astringente con finale amarognolo. Lo Spumante è poco noto mentre il "secco" è un vino da tutto pasto, ottimo per un menu tipico piemontese o con primi piatti a base di carne, formaggi di media stagionatura o carni rosse, selvaggina o bolliti misti. E' un'ottima scelta di inizio di un pasto che preveda un importante barbaresco o barolo.

Letto 5709 voltePermalink[2] commenti

2 Commenti

Inserito da Enzo Parodi

il 01 marzo 2009 alle 19:44
#1
MI risulta che nella denominazione "NEBBIOLO D'ALBA" non rientrino i vigneti siti
nei comuni delle DOCG Barolo e Barbaresco ( in questi comuni la denominazione corretta è "LANGHE NEBBIOLO" )...

Inserito da Sergio Ronchi

il 02 marzo 2009 alle 21:15
#2
In effetti i comuni di riferimento della DOC sono diversi daquelli di BaroloeBarbaresco, come avevo scritto si fa riferimento a comuni "tra l'area del Barbaresco e quella del Barolo", ma forse è più corretto inserire i comuni previsti dal disciplinare e quindi ora aggiorno la scheda per essere piùprecisi.

Grazie della segnalazione

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Sergio Ronchi

Sergio Ronchi


 e-mail

Appassionato di vino da molto tempo, ho organizzato vari eventi di presentazione prodotti utilizzando varie location a Milano, Padova, Bergamo e Roma....

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti