Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Eventi > Food

II edizione di "Dit'Unto"

DoveVia S. Caterina 26, Castelnuovo berardenga (SI) - Villa a Sesta a Castelnuovo berardenga

Quandoil 12 ottobre 2014

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Nel borgo di Castelnuovo Berardenga, degustazione di cibo di strada e vino dalle ore 11 alle ore 20. Domenica 12 ottobre a Villa a Sesta torna “Dit’Unto”, il festival del mangiare con le mani. La giornata sarà animata anche da musica, animazione, spettacoli di strada e mostre fotografiche.

Il cibo di strada da mangiare solo con le mani torna protagonista a Villa a Sesta per la seconda edizione del festival “Dit’Unto”. L’appuntamento è per domenica 12 ottobre, dalle ore 11 alle ore 20, nel piccolo borgo di Castelnuovo Berardenga, con una giornata dedicata alle migliori tradizioni culinarie dello street food italiano proposte da 30 stand, di cui faranno parte anche i quattro ristoranti del borgo e ospiti stellati Michelin. Ad accompagnare l’iniziativa, replicata dopo il successo dello scorso anno, saranno musica dal vivo, spettacoli di strada, arte, cultura e animazione per bambini. Per gustare le specialità, è possibile acquistare, all’ingresso del borgo, i carnet al prezzo di 3 o 5 euro.

Il programma. Il festival del mangiare con le mani si aprirà alle ore 9 con una passeggiata alla scoperta del borgo di Villa a Sesta e del paesaggio che lo circonda, organizzata dall’associazione Trekking “La Bulletta”, prima di dare spazio, a partire dalle ore 11, alla degustazione del cibo di strada proposto dai diversi stand presenti. Nelle vie del borgo, per tutto il giorno, sarà possibile assaggiare porchetta, lampredotto, cecina e pecorino, espressione della tradizione toscana, ma anche chiocciole del Chianti, piadina romagnola, formaggi campani, pasta risottata, fritto, dolci, gelati e altre specialità da mangiare rigorosamente con le mani. Per accompagnare le pietanze, sarà possibile gustare birra artigianale e vino dell'azienda agricola Tattoni.

Nel corso della giornata, Villa a Sesta sarà animata da spettacoli con artisti di strada e animazione per bambini nel prato antistante l’ingresso della frazione, in compagnia degli asinelli del Ranc Margherita che coinvolgeranno i più piccoli nel “battesimo della sella”, mentre nel pomeriggio sono previste visite alle cantine dell’Azienda agricola Tattoni. Per l’intera giornata, inoltre, sarà possibile visitare la mostra fotografica di Gianluca Pizzichi “Pizzichi di luce. Un sogno chiamato Toscana”, allestita al Circolo ricreativo Villa a Sesta e aperta dalle ore 10 alle ore 19 con una raccolta di scatti dedicati a paesaggi toscani immortalati in un suggestivo gioco di luci e colori. Negli stessi spazi è prevista la premiazione del concorso fotografico “L’olio, l’ulivo e il suo paesaggio” promosso dall’associazione Quinquatrus. Gli scatti premiati rimarranno esposti fino al 31 dicembre. La ricca domenica di “Dit’Unto” sarà completata dal laboratorio di ceramica organizzato ogni domenica, dalle ore 16 alle ore 19, dall’associazione Quinquatrus in Piazza del Popolo, con prenotazione obbligatoria al numero 349-4379381 oppure all’indirizzo e-mail info@quinquatrus.com.

I protagonisti. La seconda edizione di “Dit’Unto” è organizzata dal Circolo Arci Villa a Sesta con il patrocinio dei Comuni di Castelnuovo Berardenga e Castellina in Chianti, il sostegno dell'Azienda agricola Tattoni Villa a Sesta e la collaborazione dei ristoranti del borgo. La manifestazione vedrà protagonisti, fra gli altri, i ristoranti di Villa a Sesta “La bottega del 30”, Stella Michelin, “Villa di Sotto”, “L’Asinello” e “Osteria alla Villa”; i ristoranti “Da Enzo” e “Le logge” di Siena; due ospiti stellati Michelin, “Il Pellicano” di Porto Ercole e “Caino” di Montemerano (Grosseto); il Podere Pereto, azienda agricola con produzione biologica; l’Azienda agricola Podere “La Chianina”; la gelateria “Pit stop”; il birrificio “26 nero”; il Punto Emme di Silvano Minucci per la porchetta; la pasticceria “Scacciapensieri”, il fritto di “Valentina”; l’associazione enogastronomica “Nonna Farina” di Bologna; il lampredotto di “Mamo Il lampredottoRE”; la macelleria di Renzo Checcucci, i pecorini Corbeddu e la Macelleria Pispini.


Per informazioni:

Tel: + 39 0577 42984

Letto 1349 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area food

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti