Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
Marciume radicale, di Anna Zorloni

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Malattie della Vite

Malattie della Vite

Marciume radicale

di Anna Zorloni

Il marciume radicale è dovuto a patogeni fungini quali: Armillaria mellea (i più diffusi), Rosellinia necatrix, Roesleria hypogea. Questi funghi colpiscono solo le radici della pianta, soprattutto quando incontrano le condizioni ideali per svilupparsi, in particolar modo terreni molto umidi, pesanti ed asfittici.
Le piante colpite sono soggette ad un graduale deperimento vegeto-produttivo (foglie ingiallite, colatura dei grappoli, disseccamento), più o meno grave in funzione dell'intensità dell'attacco, fino alla morte della pianta. I sintomi tipici sono visibili però sulle radici o alla base del tronco: il fungo si sviluppa in genere sul legno al di sotto della corteccia, o all'interno dei tessuti, formando delle placche di colore biancastro che emanano un forte odore di fungo. Le radici tendono ad annerire e a marcire.
Per evitare la formazione e lo sviluppo di questi funghi, dal momento che prediligono suoli umidi ed asfittici, è bene cercare di creare le condizioni opposte, ad esempio aerando e drenando il terreno con opportune lavorazioni, ed eliminando eventuali ristagni di acqua. Inoltre è consigliabile eliminare residui di legno, rami, cortecce, ecc. dal terreno, poiché su di essi vivono e si sviluppano questi funghi. E' possibile disinfettare i terreni distribuendo calce viva.

Letto 8354 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Anna Zorloni

Anna Zorloni


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti