Warning: mysql_fetch_assoc(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 208

Warning: mysql_free_result(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /www/MW_qPnIayRGG/tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php on line 214
I limiti del tappo di plastica, di Luigi Salvo

Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino

I limiti del tappo di plastica

di Luigi Salvo

Il tappo di plastica è sempre più presente nei vini di qualunque origine, anche se il suo costo ancora elevato e non competitivo rispetto a quello di sughero, non ne ha permesso una diffusione maggiore. Il vino tappato con la plastica sembra non presenti mai alcuna cessione, ma come evolve e si modifica durante la stasi in bottiglia rispetto a quello tappato con il sughero?

E' decisivo il fatto che attraverso il tappo di plastica non si verifica nessun tipo di interazione con l'esterno, per cui viene a mancare quel piccolo scambio di aria che per osmosi attraversa il sughero, questa quantità di aria è invece utile nel vino rosso strutturato, destinato a durare nel tempo, per far sì che si compia la completa polimerizzazione dei tannini, per ammorbidire il vino facendolo evolvere nel tempo in modo positivo, ossia tutti quei fenomeni che indichiamo con il termine maturazione in bottiglia.

Il vino di qualità imbottigliato con la plastica deve avere una filosofia produttiva diversa, deve essere posto in vetro già pronto, in quanto si manterrà nello stadio evolutivo originario molto più a lungo rispetto a quello tappato con il sughero, ed in esso sarà possibile ridurre la presenza dell'anidride solforosa, in quanto la sua azione antiossidante che di norma è fondamentale diventa quasi superflua. Tranne rari casi, oggi ancora il tappo di plastica si utilizza prevalentemente per i vini bianchi e rossi giovani, il cui consumo si svolge nell'arco di due, tre anni al massimo, mentre il sughero continua ad essere privilegiato per i vini più importanti.

Letto 6110 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luigi Salvo

Luigi Salvo

 Sito web
 e-mail

Luigi Salvo nasce a Palermo il 16 Gennaio 1964, dopo gli studi scientifici e di medicina, agli inizi degli anni '90 durante il tirocinio in ospedale,...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti