Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Fondazione Mach e Laimburg: Parte il primo dottorato congiunto

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Promozione dell’alta formazione di giovani ricercatori presso Fondazione Mach e Centro di Laimburg.

Parte il primo progetto di dottorato congiunto tra Fondazione Edmund Mach e Centro di Sperimentazione Laimubrg che, in questi giorni, hanno stipulato un protocollo aggiuntivo all’accordo quadro per l’assegnazione di borse di studio a giovani ricercatori. La collaborazione parte con il cofinanziamento di un progetto di dottorato sul tema della stanchezza del terreno in frutticoltura.

“La stipula di questi atti concretizza l’accordo quadro tra FEM e Laimburg siglato a luglio 2011 e ci permette di contribuire all’alta formazione di giovani ricercatrici e ricercatori che possono seguire progetti di ricerca presso i nostri istituti”, dichiarano Roberto Viola, dirigente del Centro Ricerca e Innovazione della Fondazione Edmund Mach e Michael Oberhuber, direttore del Centro di Sperimentazione Laimburg. Il protocollo aggiuntivo prevede la promozione annua di alcune borse di studio per dottorati di ricerca. L’obbiettivo è attirare scienziati altamente qualificati per la ricerca nella nostra regione. Per svolgere le ricerche i dottorandi avranno la possibilità di sfruttare la rete internazionale delle collaborazioni con università ed istituti di tutto il mondo, dalla Nuova Zelanda fino agli Stati Uniti

Il primo progetto di dottorato congiunto tra FEM e Laimburg è già partito. Il progetto “RESOIL”, seguito da una giovane ricercatrice italiana è dedicato alla stanchezza del terreno in frutticoltura. Nell’ambito del progetto sarà confrontato il materiale genetico di campioni di terreno da zone colpite e non colpite da questa patogenesi. Tramite queste ricerche è possibile trarre delle conclusioni sulla presenza di microrganismi nel suolo e di trovare dei punti di riferimento sulle origini di questo fenomeno. La stanchezza del terreno sta per diventare una vera e propria sfida per la frutticoltura del Trentino-Alto Adige, perché i nuovi alberi di frequente vengono piantati proprio nella stessa posizione delle piante rimpiazzate.


Per informazioni:

Fondazione Edmund Mach
Silvia Ceschini
E-mail: silvia.ceschini@fmach.it
Tel: 0461/615126
Centro sperimentazione Laimburg  
Oswald Bauer
E-mail: oswald.bauer@provincia.tn.it
Tel: 0471/969516
Web: http://goo.gl/DwFoCq


Fonte news: Fondazione Edmund Mach e Centro sperimentazione Laimburg

Letto 3845 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti