Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Prosecco: verso la tutela a 360°

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

Il mondo del Prosecco incontra gli Europarlamentari dell’Intergruppo Vini per evidenziare la necessità di tutelare il nome Prosecco nel mondo.

Far conoscere il territorio ed il patrimonio enologico delle denominazioni del Prosecco dimostrando come esso rappresenti un motivo di orgoglio per l’Italia. É questo l'obiettivo che ha permesso l’organizzazione dell’incontro con l’Intergruppo Vini del Parlamento Europeo, composto dalle europarlamentari Astrid Lulling, On.Christa Klass, On.Agnès Le Brun, promosso dall’On. Giancarlo Scottà e da il Consorzio di tutela della Docg Asolo Prosecco Superiore, il Consorzio di tutela della Docg Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore e il Consorzio di tutela della Doc Prosecco. Momento centrale della visita è stata la conferenza tenutasi a Treviso sabato 13 luglio dove sono intervenuti tutti i soggetti coinvolti e dove si è discusso del tema della tutela. L'incontro è stato incentrato su tre principali aspetti che devono necessariamente caratterizzare la tutela del Prosecco e delle sue denominazioni. Ad aprire i lavori è stato l’On. Giancarlo Scottà, che ha evidenziato come sia fondamentale fare conoscere in prima persona il territorio e l’identità del prodotto a chi ci rappresenta in Europa. Solo così, infatti, l’Intergruppo Vino ha la possibilità di comprendere appieno le istanze presentate dai produttori ed evidenziate proprio in occasione dell’incontro. Ad aprire gli interventi tecnici è stato Innocente Nardi, presidente del Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, che ha affrontato la tematica della tutela verso i Paesi Terzi.

“Quest’anno l’Italia festeggia il 50° anniversario della legge che tutela le denominazioni di origine e questa storicità dimostra quanto sia importante per il nostro Paese salvaguardare la propria identità. Il tema della tutela è per noi centrale non solo per offrire garanzie al consumatore ma anche per proteggere il lavoro dei produttori che con serietà ed impegno hanno costruito il successo di questo vino. Una protezione che deve essere garantita anche nei Paesi Terzi. Per ora è stato ottenuto un risultato straordinario grazie agli accordi bilaterali negli Stati Uniti ma il prossimo obiettivo saranno Brasile ed Australia, dove il nome Prosecco non è ancora tutelato. “

E’ seguito l’intervento del Presidente del Consorzio di tutela della Docg Asolo Prosecco Superiore Armando Serena, che ha evidenziato la straordinarietà del lavoro fatto finora. “La riorganizzazione del mondo Prosecco, avvenuta nel 2009, rappresenta un risultato importante, reso possibile grazie alla collaborazione di tutti gli attori produttivi della filiera. Un risultato significativo che ci aiuta ora ad affrontare con forti argomenti la problematica Prošek. Sebbene questo vino croato non sia un’imitazione del Prosecco, esso non rappresenta certo una realtà comparabile al Prosecco. Inoltre, poiché quest’ultima è una denominazione riconosciuta a livello europeo, non possiamo accettare la richiesta dei produttori croati perché creerebbe un precedente incoerente con la politica comunitaria finora perseguita.”

E’ poi intervenuto il Presidente del Consorzio Tutela Prosecco Doc Stefano Zanette che ha affrontato il problema della tutela a livello comunitario. “Con il successo del Prosecco ottenuto in questi anni era necessario arginare e ridisegnare l’intera area di produzione, a tutela del consumatore e degli stessi produttori. In questo senso il lavoro della Commissione Europea è stato fondamentale ed ha permesso di ottenere quella che oggi è la Doc composta dalle 9 province con le due Docg. Riteniamo necessario però fare un passo successivo richiedendo all’Unione Europea che sia esteso anche alle denominazioni vinicole il regolamento 1151 del 2012, che tutela i prodotti agro-alimentari DOP e IGP. Dal canto nostro stiamo lavorando insieme alla creazione di una società che tuteli in modo unitario e rappresentativo a livello internazionale le tre realtà consortili del Prosecco. E abbiamo già aperto un ufficio di corrispondenza a Bruxelles come presidio in seno all’Unione Europea contro le minacce intra e extra UE”.

A concludere l’incontro è stata l’On. Astrid Lulling, Presidente dell’Intergruppo Vino presso il Parlamento Europeo, che ha anzitutto evidenziato l’importanza del Trattato di Lisbona che ha inserito il principio di codecisione attraverso il quale nulla può accadere all’interno della Pac senza l’assenso del Parlamento Europeo. Tale principio permette ai territori di mettere in evidenza i problemi al momento di ogni decisione della Commissione Europea, permettendo al Parlamento di affrontare ed eventualmente bloccare questioni come ad esempio la liberalizzazione dei diritti di impianto. Riguardo la tematica della tutela delle denominazioni di origine, questa va affrontata in modo unitario a livello europeo. In questo modo si possono ottenere risultati di maggior rilievo come ad esempio nei confronti degli Stati Uniti. Con questi ultimi sono stati avviati negoziati che hanno portato recentemente al riconoscimento del nome Prosecco come proprietà intellettuale dell’Italia.

L’On.Lulling ha concluso poi il suo intervento, evidenziando come l’intento dell’Intergruppo Vino sia quello di dare soluzioni europee per la viticoltura europea. Il Parlamento Europeo dovrebbe quindi essere visto da tutti i produttori e le organizzazioni dei paesi membri, come un alleato e la visita di questi giorni è di fondamentale importanza proprio per questo motivo.


Per informazioni:
Consorzio di tutela della Docg Asolo Prosecco Superiore
Tel: +39 0423 303981 
Web: www.montelloasolo.it
E-mail:  nfo@montelloasolo.it


Fonte news: Consorzio di tutela della Docg Asolo Prosecco Superiore

Letto 2729 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti