Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Vino

Premiati i vincitori del Concorso enologico nazionale dei vini Rosati promosso dalla Regione Puglia

di Redazione di TigullioVino.it

MappaArticolo georeferenziato

En plein della Puglia sul podio dei ‘Vini rosati tranquilli IGT – IGP’ e dell’Emilia Romagna su quello dei ‘Vini rosati frizzanti DOC –DOP”. Sei medaglie al Veneto, la Regione più premiata, due a Lombardia e Campania e una all’Abruzzo, il cui Cerasuolo d’Abruzzo DOC “Fantini” risulta, in assoluto, il Rosato italiano col punteggio più alto.

Sono 19 i vini premiati del secondo Concorso enologico nazionale dei vini Rosati, promosso dall’assessorato alle Risorse agro-alimentari della Regione Puglia, in partenariato con Assoenologi, Accademia Italiana della Vite e del Vino e Unioncamere Puglia e autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole. Nel corso della cerimonia tenutasi oggi al Castello Aragonese di Otranto (LE) il giornalista nonché produttore di vini Rosati Bruno Vespa, il senatore Dario Stefàno, ideatore dell’iniziativa, e l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Fabrizio Nardoni hanno premiato con medaglie d’oro, d’argento e di bronzo i tre migliori vini (con un ex aequo) di ognuna delle sei categorie previste dal Concorso, al quale hanno partecipato 292 cantine di tutte le 20 Regioni per 363 etichette totali.
«I riconoscimenti di quest'anno delineano una mappa delle eccellenze italiane e confermano la statura del Premio e la sua serietà - ha spiegato l'assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni – trattandosi di riconoscimenti che riconsegnano alla storia e alla tradizione dell'enologia nazionale il giusto ruolo a vini e processi di vinificazione delicati e di pregio».
Con la conduzione di Antonio Stornaiolo e Adua Villa, sommelier Master Class e testimonial del concorso insieme al direttore delle Guide dell’Espresso Enzo Vizzari, la cerimonia ha consacrato i migliori vini Rosati d’Italia; ad aggiudicarsi il primo premio nella categoria ‘Vini rosati tranquilli DOC - DOP’ il ‘Cerasuolo d’Abruzzo DOC “Fantini” 2012’ della Farnese Vini di Ortona (CH), risultato anche il vino col punteggio più alto in assoluto, in pratica la “maglia rosa dei Rosati d’Italia”. Si tratta di un’autorevole conferma per la cantina abruzzese, che l’anno scorso si era classificata seconda in questa categoria. Medaglia d’argento all’‘Irpinia DOC rosato 2012’ di Borgodangelo Società agricola di Sant’Angelo all’Esca (AV) e di bronzo al ‘Bardolino DOC Chiaretto classico 2012’ della Cantina Caorsa Consorzio Agrario Lombardo Veneto di Affi (VR).

Sono tutti pugliesi, invece, i vini che si sono aggiudicati il podio nella categoria ‘Vini rosati tranquilli IGT – IGP’ , rimarcando così la stretta relazione tra l’elevata qualità di questi vini e il territorio in cui sono prodotti: medaglia d’oro al ‘Salento IGP rosato “Merula Rosa” 2012’ dell’azienda agricola Carvinea di Carovigno (BR), d’argento al ‘Salento IGP Negramaro Rosato 2012’ della Cantina Società Cooperativa Vecchia Torre di Leverano (LE) e di bronzo al ‘Salento IGT Negramaro Rosè “Rosaro” 2012’ dell’azienda agricola Feudi di Guagnano di Guagnano (LE).

L’Emilia Romagna (che in totale conquista cinque medaglie, alle spalle del Veneto che, con sei, è la più “medagliata” tra le Regioni) resta leader indiscussa nella categoria ‘Vini rosati frizzanti DOC –DOP’: “doppietta” della Cantina di Carpi e di Sorbara di Carpi (MO), che ha ottenuto la medaglia d’oro con il ‘Lambrusco di Modena DOC rosato frizzante semisecco “Rosa di primavera” 2012’ e la medaglia d’argento con il ‘Lambrusco di Sorbara DOC rosato frizzante amabile “Allegro” 2012’, quest’ultima ex-aequo con il ‘Lambrusco di Sorbara DOP rosato frizzante secco “Rosa” 2012’ dell’azienda agricola Garuti Elio ed eredi Garuti Romeo di Sorbara (MO). Terzo classificato il ‘Colli di Scandiano e di Canossa DOP Lambrusco rosato frizzante “Rosso Spino” 2012’ della Cantina Sociale Arceto Società Cooperativa di Arceto di Scandiano (RE). D’altra parte, già nel 2012, la cantina di Carpi e Sorbara, con la denominazione Cantina di Sorbara, aveva conquistato argento e bronzo nella stessa categoria.

La categoria ‘Vini rosati frizzanti IGT – IGP’ vede invece sul podio i vini del Lombardo-Veneto: si è aggiudicato la medaglia d’oro il ‘Provincia di Pavia IGT rosato frizzante dolce “Mosca Rosa” 2011’ di Giorgi Fratelli & C. di Canneto (PV); medaglia d’argento e di bronzo rispettivamente al ‘Delle Venezie IGT rosato frizzante “Tura”’ del Gruppo Italiano Vini – Lamberti di Pastrengo (VR) e al ‘Verona IGP rosato frizzante “Monte Fiaschetto” 2012’ dell’azienda agricola Righetti Enzo di Cavaion Veronese (VR).

Conquista la medaglia d’oro nella categoria ‘Vini rosati spumanti DOC – DOP’ il ‘Venezia DOC vino spumante dry rosè “Canal Grando’’della Casa vinicola Bosco Malera di Salgareda (TV); medaglia d’argento al ‘Lambrusco di Sorbara DOP rosato vino spumante di qualità extra dry “Gioia” 2011’ dell’azienda agricola Garuti Elio ed eredi Garuti Romeo di Sorbara (MO), cantina premiata anche nella categoria ‘Vini rosati frizzanti DOC –DOP’, e medaglia di bronzo al ‘Bardolino DOP Chiaretto Vino Spumante Brut 2012’ dell’Azienda agricola Benazzoli Fulvio di Pastrengo (VR).

Nella categoria ‘Vini rosati spumanti IGT e VSQ’ ha ottenuto la medaglia d’oro il ‘Manzoni Moscato vino spumante di qualità aromatico dolce 2012’ della cantina Colli Euganei di Vò (PD); medaglia d’argento e di bronzo rispettivamente al ‘Vino spumante di qualità extra dry rosè “Jacarando” 2011’ della San Paolo Azienda agraria di Torrioni (AV) e al ‘Pinot nero rosato vino spumante di qualità extra dry’ dell’azienda vitivinicola Vanzini di Antonio, Michela e Pier Paolo Vanzini di San Damiano al Colle (PV).

Il Premio speciale della critica della Regione Puglia e dei suoi partner Assoenologi, Accademia della Vite e del Vino e Unioncamere Puglia costituito da una scultura dell’artista salentino Simone Fersino, è andato all’Azienda agricola Primis di Stornarella (FG) per il ‘Puglia IGT Rosato “Monrose”, vino che ha conseguito il punteggio più alto tra tutti i classificati al quarto posto. Il premio è stato consegnato alla cantina dall’enologo Massimiliano Apollonio, presidente dell’Assoenologi Puglia-Calabria-Basilicata, che ha portato alla manifestazione otrantina il saluto dell’associazione nazionale di categoria dei tecnici vitivinicoli più antica e numerosa al mondo.

«Siamo qui a Otranto - ha dichiarato in un video-messaggio il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola – per premiare il lavoro dell’ingegno, questa capacità di mescolare continuamente tradizione e innovazione, come eravamo e come saremo, e come potremo essere; di recuperare vecchi vitigni e convocare le migliori competenze della ricerca, dell’innovazione, dell’Università: perché un processo di vinificazione è sempre un processo di reinvenzione. Parliamo di come proteggere la nostra identità e di come farla vivere non in una campana di vetro, ma dentro i processi reali della vita. E la vita è mutamento».

«La grande attestazione di forza delle cantine pugliesi nella categoria dei vini rosati tranquilli Igp – ha aggiunto l’assessore Nardoni – rappresenta la medaglia al merito del sistema produttivo della Puglia, quello che ha continuato ad investire e a crederci. Ora compito del mio assessorato è quello di andare oltre il premio, trasformando tutte queste eccellenze in politiche per il sostegno alla viticoltura pugliese e in buone performance di vendita ed export».

«Quando le buone idee hanno buone gambe per camminare – ha dichiarato il Senatore Dario Stefàno - allora è più facile centrare anche gli obiettivi più ambiziosi. La solidità delle gambe è tutta nella qualità delle cantine e dei vini che hanno partecipato anche a questa seconda edizione del Concorso, condividendo con noi l’aspirazione di consolidare una specificità ed un target produttivo che ha crescenti chance di affermazione sul mercato internazionale. Per me naturalmente l’orgoglio è doppio, non solo per la ulteriore conferma di una intuizione vincente, ma perché il Concorso è un vero e proprio trampolino di lancio, e non solo per le etichette vincitrici, verso un percorso di promozione che non si ferma oggi qui».


Per informazioni:
Web: http://www.concorsorosatiditalia.it
Tel: 080.5538860
E-mail: info@concorsorosatiditalia.it


Fonte news: Valentina Novembre

Letto 3957 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti