Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > News > Olio

Olio: nel 2012 export in Usa + 5,3% rispetto al 2011

di Redazione di TigullioVino.it

Nel 2012 l’Italia ha esportato negli USA 133 mila tonnellate di oli vergini di oliva per un valore di 403 milioni di Euro su un totale di circa 1,3 miliardi di Euro di export in tutto il mondo. Vale a dire che un terzo di tutto l’export di olio extra vergine di oliva targato made in Italy vola verso gli USA che restano il primo mercato di riferimento per il nostro olio made in Italy. Sempre nel 2012 l’export è cresciuto del 5,3% in quantità e del 4% in valore. Un segnale importante perché registra una ripresa degli scambi ed una inversione di tendenza in tempi di crisi. Ma se gli Stati Uniti sono il primo mercato di riferimento per il nostro prodotto, lo sono anche per il mercato del falso made in Italy agroalimentare che vale oltre 4 miliardi di dollari. Per questo motivo MiSE, Ice e Unaprol, quest’ultimo nell’ambito delle iniziative del contratto di filiera siglato con il Mipaaf, puntano a sfatare il luogo comune che negli Stati Uniti l’olio di oliva sia terra di nessuno; ma che al contrario esiste una qualità diversa che va adeguatamente comunicata per agevolare un consumo consapevole da parte di consumatori sempre più esigenti.

Una serie di seminari dedicati a stampa specializzata e buyer, organizzati nell’ambito della prima intesa operativa per l’olio di oliva, punta a sensibilizzare verso il vero prodotto di alta qualità italiana nuove fasce di consumatori e soprattutto giovani con alto reddito capaci di orientare le loro scelte di acquisto verso l’olio extra vergine di oliva di qualità superiore. Trenta giornalisti e buyer selezionati dall’Agenzia ICE, sede di New York, nell’ambito dell’intesa operativa siglata con UNAPROL si sono cimentati in una prova di assaggio e di degustazione guidata di oli extra vergini di oliva, espressione della migliore produzione firmata dagli olivicoltori italiani. Oltre agli oli a marchio FOI, buyer e stampa specializzata si sono cimentati in una degustazione guidata di profili sensoriali diversi con gli oli di Redoro Frantoi Veneti di Grezzana (VR), Società Agricola Trevi il Frantoio di Trevi (PG), Oleificio Guglielmi di Andria (BAT), Oleificio Cooperativo Paladino di Palo del Colle (BA), presentati da un testimonial d’eccezione Fred Plotikn, autore, giornalista e scrittore del New York Times.

L’evento, preceduto da un seminario sull’evoluzione del mercato mondiale dell’olio di oliva, è stato realizzato presso la sede della Speciality Food Association, al 136 di Madison Avenue, organizzatrice del Fancy Food. L’olio extra vergine di oliva resta uno dei prodotti più identitari del made in Italy negli Stati Uniti dove ha conquistato la sua popolarità a partire dagli anni '80. La sua diffusione, anche se il consumo totale sfiora appena il 2% del totale di tutti i grassi vegetali, è in aumento perché viene percepito dal consumatore statunitense come un prodotto della salute in linea con i nuovi stili di vita. Gli Stati Uniti sono un importatore netto di olio di oliva, nonostante dispongano di una piccola produzione interna concentrata in particolar modo nello stato della California.

La conferenza stampa presso la sede della Speciality Food Association precede di due mesi circa l’evento conclusivo dell’intesa operativa Mise, Ice – Unaprol, Mipaaf che si svolgerà il prossimo 1 luglio, sempre a New York nell’ambito del Summer Fancy Food. Sarà l’occasione per fare il bilancio di oltre due anni di collaborazione tra pubblico (Mise – Ice) e privato (Unaprol) per la realizzazione di attività di internazionalizzazione con incoming di operatori, buyer e giornalisti e azioni di sensibilizzazione dei consumatori in Stati Uniti, Canada, Cina, Hong Kong, Austria, Belgio e Russia.


Fonte news: Aiol

Letto 3125 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Redazione di TigullioVino.it

Redazione di TigullioVino.it

 Sito web
 e-mail

Nell'arco di molti anni di lavoro, da piccolo progetto amatoriale TigullioVino.it si è trasformato in una vera e propria testa web sul mondo...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area olio

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti