Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vini di Francia

Vini di Francia

La Champagne, quarta parte: curiosità

di Pierfranco Schiaffino

MappaArticolo georeferenziato

Lo Champagne è vino di grande lignaggio e la sua nobiltà si manifesta non solo attraverso l'unanime riconoscimento di più grande bevanda del mondo, ma anche attraverso particolari prerogative, che ne costituiscono la civettuola e maliziosa originalità.

Forse non tutti notano che - pur essendo vino a denominazione di origine controllata - sulle etichette dello Champagne non è mai apposta la sigla "D.O.C:". Di tale sigla (che generalmente costituisce motivo di legittimo orgoglio per gli
altri vini) lo Champagne non abbisogna: la sola denominazione "Champagne" è, infatti, ritenuta sufficiente a definire la qualità e l'unicità del prodotto.

Generalmente la bottiglia dello Champagne non indica l'annata di produzione e, in tal caso, viene definita "sans année". Ciò è dovuto al fatto che ogni "cuvée" è costituita da vini provenienti da vitigni diversi, da zone vitivinicole diverse (purché, ovviamente, site nella zona dello Champagne) e da annate diverse. I criteri con cui i vari vini sono assemblati, è rigorosa prerogativa del maestro cantiniere, cui è affidata tale scelta ai fini dell'ottenimento del prodotto ottimale. Nel caso in cui per la produzione dello Champagne vengano utilizzati vini della stessa annata, si hanno i cosiddetti "millesimati". I Brut millesimati sono più frequenti di quanto non si pensi nello Champagne, anche se la regione produce indubbiamente un maggior numero di brut sans année.

Gli Champagne millesimati rispondono a criteri di elaborazione più stretti, specialmente per la permanenza in cantina, dove il vino deve rimanere almeno tre anni, lasso di tempo necessario, per l'affinamento del loro carattere più marcato e per lo stile proprio della raccolta. Possiamo, dunque, dire che il Brut Millesimato è uno Champagne derivato da un solo anno di raccolta, pur essendo costituito dai tre vitigni tipici della zona.

Nell'elaborare il prodotto, ciascuna casa ricorre ai suoi piccoli accorgimenti, che consentano di conservare per tutta la durata del vino lo stile proprio della marca. I Brut millesimati "blanc de blancs", cugini prossimi dei precedenti, sono quelli - è facile comprenderlo - prodotti con vino di una sola vendemmia e contenente esclusivamente dello Chardonnay.

Di grande riuscita i millesimati degli anni 1985, 1988, 1989, 1990 e 1995.

I Brut millesimati "blanc de noirs", benché più rari dei precedenti, sono
vinificati con Pinot Noir e Meunier. Potenti, decisi e strutturati, possono invecchiare per molti anni ed accompagnano meravigliosamente ogni genere di vivanda.

Fra gli Champagne si trovano anche i Rosée.
Questo colore dà luogo ad un sistema di elaborazione del vino unico: l'aggiunta di vino rosso al vino bianco. Formalmente proibito per tutti gli altri vini, tale metodo consiste nell'aggiunta di vino rosso (sempre, beninteso della zona dello Champagne (1) ) ad una "cuvée" vinificata tradizionalmente in bianco.

Altra tecnica comunemente impiegata consiste nella macerazione diretta: si lasciano gli acini di Pinot (Noir o Meunier) in contatto con il mosto, per poi separarli una volta ottenuto il colore desiderato. Anche in tal modo lo Champagne offre ampie scelte, garantendo, comunque, un prodotto di altissima qualità


DEGNI DI NOTA (2)

Pannier Brut Rosé Cuvée Luis Eugéne Pannier 193
85 % Pinot Noir - 15 % Pinot Meunier

Per elaborare il suo champagne rosée la casa Pannier utilizza un metodo particolare poco usato nello Champagne: il "salasso" (la saignée). Invece di aggiungere vino rosso allo Champagne, si preleva il succo in corso di fermentazione per ottenere direttamente un vino rosée, che diventerà poi Champagne.

Degustazione - Vino di corpo, pieno e robusto. I suoi aromi di frutti rossi, di ciliegia sotto spirito sono ben valorizzati da un'evoluzione ed un finale pieno di freschezza.
Prezzo 23,93 €

Michel Gonet et fils Brut Rosée
100 % Pinot Noir

Degustazione - Rosée vivo, pimpante, dalla bella veste rosa aranciato. Molto fresco, propone aromi di frutti bianchi e rossi, che evolvono verso la mandorla. Molto elegante.
Prezzo 13,72 €.


Note

(1) Nello Champagne si produce un vino rosso fermo derivante da Pinot Noir ed
un vino bianco fermo derivente da uve Chardonnay chiamati 'Coteaux Champenois'.

(2) N.B. Tutte le indicazioni (prezzi compresi) si riferiscono al mercato interno francese.

Letto 8119 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Pierfranco Schiaffino


 e-mail

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti