Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino > Vino in garage

Vino in garage

A Natale le analisi ai garagisti le regala Vino in Garage

di Luca Risso

MappaArticolo georeferenziato

Questo è un post Babbo Natale!
Sperando di fare un regalo apprezzato ai nostri lettori, Claudia Donegaglia si è resa disponibile per effettuare a titolo gratuito una analisi  analitica su un campione di vino da voi spedito. Spero che tutti saprete apprezzare un gesto davvero non comune; d'altro canto leggendo i commenti ai post recentemente pubblicati si percepisce la necessità di un riscontro materiale ai vostri sforzi, perché non tutto può essere descritto a parole e rimanere sulla carta. Abbiamo predisposto quindi un minimo di procedura, poco più che una formalità per potere accedere a questa opportunità. Vado dunque a riassumere per punti.

  • Chi ha qualche perplessità riguardo al suo vino è pregato di rispondere a questo post qualificandosi e descrivendo il problema; può essere un problema reale o una preoccupazione riguardo al da farsi in futuro. Astenersi perdi tempo :-)
     
  • Dopo aver espresso la sua perplessità il suddetto è autorizzato a contattare Claudia attraverso la sua e-mail pubblica del profilo Tigulliovino per ottenere l'indirizzo a cui spedire almeno mezzo litro del suo nettare che ricordo deve essere oramai fermo, secco, senza rischi di rifermentazioni ed esplosioni delle bottiglie durante il trasporto. Quindi attenzione a imballare bene tutto. Unica spesa viva il trasporto.
     

Se pensate che sia interessante si potrebbe poi discutere dei risultati pubblicamente, in modo da condividere un po' di esperienza. Siete contenti? Io spero di sì!! Quindi Buon Natale a tutti e felici bevute delle feste, magari anche con il vostro vino.

Letto 7012 voltePermalink[42] commenti

42 Commenti

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 10 dicembre 2012 alle 16:41
#1
No, non sono contento!

Sono felicemente commosso!!!

Grazie in anticipo...
Andrea

Inserito da Bernardo Camboni

il 10 dicembre 2012 alle 18:08
#2
Luk
Bellissima iniziativa - attendo ulteriore conferma per procedere.
Come ho già detto la prova all'aria non mi è sembrata male, per cui il mio interesse è cosa fare, se del caso, per un futuro prox

Grz anticipate anche a Claudia

Andrea
porta pazienza ma tu hai già di chi te le fa gratis, per cui passi in seconda fila :-)

Inserito da Luca Risso

il 10 dicembre 2012 alle 20:31
#3
@Bernardo
E' Natale non carnevale, mica siamo qui a scherzare :-D
Luk

Inserito da Bernardo Camboni

il 10 dicembre 2012 alle 20:57
#4
Luk
e chi scherza, io son felicissimo di inviare un campione a Claudia. Anzi se il campione prima di passare in lab viene anche "sorseggiato e testato " in totos da Claudia ancora più felice. é una proposta che ho già fatto.

se ti riferisci allo scambio con Andrea, allora si quella era una battuta ma ovviamente in totale simpatia.
vorrei inoltre correggermi sul mio campione. il mio autogiudizio è forse eccessivo, nulla toglie (anzi) che Claudia troverà di che dire (e ben venga).


Inserito da Bernardo Camboni

il 10 dicembre 2012 alle 21:36
#5
Luk
credo di aver frainteso... questa sera sono immerso in un appello federale e son mezzo fuso fra articoli, sentenze, giurisprudenza sportiva e quant'altro...

contatto Claudia - grz :-)

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 11 dicembre 2012 alle 00:02
#6
Sera a tutti!

Ma temo che l'analisi "sensoriale" non la facciano :D oltretutto mi è andata male, il malico non possono farlo perchè hanno lo strumento in assistenza :(

Sono ben felice di far assaggiare il mio ""vino"" a Claudia per capire quali sono le reali problematiche e come dice Bernardo sapere come muovermi nei prossimi mesi e nelle prossime vinificazioni!

Un paio di cose per quest'anno penso di averle imparate:
non esagerare con la permanenza sulle fecce grosse
dopo la fermentazione il vino va assaggiato almeno una volta alla settimana
i serbatoi vanno riempiti con il giusto rapporto bucce/mosto, riempire un contenitore da 100lt pescando fra i 400Kg precedentemente pigiati NON va bene!

@ Claudia: domani mattina ti disturberò via email!

Buona notte e grazie ancora allo staff x il bel regalo :D

Andrea

Inserito da claudia donegaglia

il 11 dicembre 2012 alle 07:30
#7
Bernardo già operativo
Andrea ci sentiamo
claudia

Inserito da Domenico Nicolò

il 11 dicembre 2012 alle 09:54
#8
Che dire?
Innanzitutto, GRAZIE a Claudia e a Luca, per me capita davvero a fagiolo (ricordate?: laboratorio incendio).
Mi preoccupa soltanto che Claudia possa assaggiare il mio rosso.
Ad ogni modo, come Bernardo ed Andrea, sono felice di sapere come (se sarà possibile) intervenire sul mio vino e sapere come muovermi nei prossimi mesi e nelle prossime vinificazioni!

Prima di contattare Claudia, una domanda: c’è un termine entro il quale poter spedire il campione?
O posso spedirlo anche il 27 – 28 dicembre?
Saluti e grazie ancora.
Domenico

Inserito da claudia donegaglia

il 11 dicembre 2012 alle 10:31
#9
Per quanto mi riguarda nn c'è un termine , vorrei solo ricevere la malis in cui mi dici che mi manderai il campione
claudia

Inserito da Domenico Nicolò

il 11 dicembre 2012 alle 17:13
#10
Ciao garagisti (che spedirete il vino a Claudia)
domanda inconsueta (e anche un po’ stupidotta) nel nostro forum ma (vi sembrerà strano) poiché non ho mai spedito un pacco, potete darmi delle dritte su come “muovermi”?
Ho chiesto ad un parente che fa il postino alle poste, mi ha detto che non effettuano spedizioni con liquidi (mah!, mi sembra strano) mentre mi dicono che spedire una bottiglietta di plastica anche di ½ litro di vino mi costerebbe sopra i 20 € con i normali (quelli più famosi) corrieri; sapete se ciò corrisponde al vero? (più di 20 € a me sembrano davvero eccessivi)
Forse dovrei mentire sul contenuto del pacco per dimezzare il prezzo di spedizione?
Inoltre, sapete dirmi se il pacco me lo danno (gratis o a pagamento?) alla sede del corriere o devo procurarmelo io, imballarlo, scrivere indirizzo e quant’altro e portarlo già bello e pronto in sede?
Grazie se potrete darmi suggerimenti e auguri di buon vino anche a voi ……………
Domenico

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 11 dicembre 2012 alle 17:30
#11
@ Domenico: vai con il pacco celere delle poste, ti presenti con il pacchetto già fatto e sul modulo scrivi riviste o cataloghi! occhio all'imballo, se usi il vetro, avvolgi la bottiglia con del cartone, riempi bene lo spazio fra bottiglia e scatola e non lesinare conlo scotch!

Il pacco celere 3 dovrebbe costare sui 10€

andrea

Inserito da Domenico Nicolò

il 11 dicembre 2012 alle 17:36
#12
Quindi, posso spedire con le poste?
Devo ritirare e riempiere un modulo e, il pacco posso anche prenderlo alle poste?
Usero una bottiglietta di plastica ............. se scriverò riviste e catologhi paherò di meno o se scriverò bottiglietta di vino non me la spediranno?
Domenico

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 11 dicembre 2012 alle 17:45
#13
per i liquidi fanno storie, fino a 30Kg il prezzo è sempre uguale a prescindere dalla merce! se l'imballo lo prendi alle poste te lo fanno pagare almeno un paio di €

Inserito da Bernardo Camboni

il 11 dicembre 2012 alle 19:05
#14
Domencio
ti ho mandato una mail con spiegazioni varie.

Inserito da Toni LaCamera

il 14 dicembre 2012 alle 17:45
#15
Ciao a tutti,
dunque bisognerebbe che descrivessi cosa è che non va nel mio vino... in effetti non so nemmeno cosa è che va ..., in altre parole non mi sembra un granché e quindi non saprei dove intervenire per migliorarlo.
Un analisi si rende più che necessaria.
Ho appena fatto un travaso, tolte le fecce e messo 5 g di betabisolfito ( come fortemente consigliato .. ) in ogni damigiana da 54l.
A questo punto dovrei attendere la primavera... e competenti consigli da parte vostra dopo aver fatto le analisi opportune.

Grazie mille
T.

Inserito da Luca Risso

il 14 dicembre 2012 alle 19:46
#16
Sei nel posto giusto :-)
Luk

Inserito da Bernardo Camboni

il 17 dicembre 2012 alle 10:27
#17
Claudia

collo spedito - ti ho cmq inviato una mail
grz

Inserito da Luca Risso

il 17 dicembre 2012 alle 10:42
#18
Pensavamo di discutere le analisi pubblicamente. Chi è d'accordo dovrà poi riepilogare i passi salienti della sua vinificazione se li ricorda o se ne ha preso nota.
Luk

Inserito da Bernardo Camboni

il 17 dicembre 2012 alle 10:48
#19
Luk
Certamente, quando Claudia riceverà il collo ed effettuerà le analisi sarò lieto di discuterne in tutti i suoi aspetti.

a presto

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 17 dicembre 2012 alle 10:52
#20
Buongiorno amici,

Io sono pienanmente d'accordo alla discussine dei risultati!
Anche io ho spedito Sabato mattina e ho già informato Claudia.

Andrea

Inserito da Bernardo Camboni

il 17 dicembre 2012 alle 10:58
#21
Andrea
speriamo di passare l'esame... almeno la sufficenza :-)

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 17 dicembre 2012 alle 11:11
#22
Speriamo Bernardo :D ma per il mio sarà dura...!

Inserito da Antonio Gabriele

il 17 dicembre 2012 alle 15:15
#23
salve a tutti,
è la prima volta che partecipo direttamente al blog,anche se ho seguito diverse volte le discussioni, ho un quesito da rivolgere non so se appropriato al momento; ho una piccola prorietà in Pantelleria due anni fà ho voluto di impiantare alcune barbatelle di vitigno ZIBIBBO che con orgoglio quest'anno hanno dato il primo frutto,sapore e gusto dell'uva inconfondibile,visto cgìhe non poteva essere consumata immediatamente ho provato a vinificare in due sessioni; la prima ottenendo circa 25 Lt, la seconda volta ho ottenuto circa 45 lt;dopo la fine della fermentazione ho effettuato il primo travaso ed il secondo dopo circa 40 giorni fine Novembre.
Quesito: colore ambrato odore tipico del Zibibbo,moscato con essenze di pesca ed aromi vari, il vino della seconda vinificazione all'assaggio nella parte finale del gusto alcune volte si avverte come un sapore tendente in modo molto leggero ad acidulo.... cosa potrebbe essere.
non ho aggiunto alcun prodotto ne nel vino ne nell'uva alla vinificazione solo uva pigiata e dopo due giorni eliminato le paste in sospensione finito di fermentare in damigiana; l'unico dubbio forse pot0rebbe essere che durante la fermentazione la temperatura ambiente era molto alta circa 33-35°C, fino a quando mi sarà possibile conservarlo.
cordialmente saluto tutti
grazie in anticipo del vostro contributo
Antonio

Inserito da Luca Risso

il 17 dicembre 2012 alle 21:35
#24
Caro Antonio
spedisci un campione e Claudia cercherà di capire!
Luk

Inserito da claudia donegaglia

il 17 dicembre 2012 alle 21:38
#25
Scusate se sono stata assente momentaneamente dal post , ma ho avuto un paio di intoppi famigliari.
I primi campioni sono in viaggio.
Grazie ancora dell'occasione per essere in contatto con voi
claudia

Inserito da Pierenrico Raggio

il 19 dicembre 2012 alle 19:25
#26
Ciao a tutti. Anche io ho mandato il vino e appena saranno pronti i risultati vi farò sapere. Speriamo bene!!
Buona serata.
Pier

Inserito da Antonio Gabriele

il 21 dicembre 2012 alle 13:58
#27
salve a tutti,
oggi ho spedito il campione di vino a Claudia se vuole possiamo discutere del risultato nel blog, speriamo siano soddisfacenti.

un caro saluto a tutti

Antonio

Inserito da claudia donegaglia

il 21 dicembre 2012 alle 19:44
#28
Analizzato oggi Andrea D'ascanio e sono ancora sotto assaggio i campioni. a presto i commenti
Oggi è arrivato Giuseppe Sanna
Le analisi ( causa festività ) andranno a Mercoled' 27 ma gli assaggi sicuramente prima.
claudia

Inserito da Bernardo Camboni

il 21 dicembre 2012 alle 20:29
#29
Giuseppe Sanna sun mi...... ... la mia sensazione è di una ML non completata ma vedremo che dice la somma sacerdotessa...grz Claudia...

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 21 dicembre 2012 alle 20:49
#30
> Riepilgo mio campione (A)
> > Uva: montepulciano d'Abruzzo
> Raccolata 06/10
> mosto 20 babo
> Fermentazione spontanea
> No So2
> Macerazione 16 giorni, fusto inox aperto
> 2/3 rimontaggi al giorno
> FML: penso sia partita qualche gg dopo la svinatura
> Travaso: 1 all'aria il 24/11
> Feccia: tantissima (più di 15cm) !!

> > Riepilgo campione ( o )
> > Uva: montepulciano d'Abruzzo
> Raccolata 06/10
> mosto 20 babo
> Fermentazione spontanea
> No So2
> Macerazione 7 giorni, mastello in plastica aperto.
> Svinatura 1° babo
> 2 rimontaggi al giorno
> FML: penso di no! (il luogo in cui è conservato, solitaemnte è 3-4°C più freddo del mio e non ha mai avuto problemi di ""ripartenze primaverili"" neanche 4 anni fa quando svinammo a 4°babo... O_O )
> Travaso: 1 all'aria il 01/12
Feccia: 4-5cm sul fondo del contenitore.

Queste sono le info relative ai campioni inviati alla gentilissima Claudia...

Inserito da Bernardo Camboni

il 21 dicembre 2012 alle 20:58
#31
Andrea
16 gg di macerazione ... accc...

Inserito da claudia donegaglia

il 21 dicembre 2012 alle 21:02
#32
Perfetto
Andrea le analisi le ho fatte oggi e i campioni sono al terzo assaggio organolettico di cui scriverò prossimamente.
campione A
alcol distillazione 13,38
Zuccheri 2,03
acidità totale 5,74
ph 3,53
ACIDITà VOLATILE 0,69 ACIDO MALICO 0,17
LATTICO 0,54
SOLFOROSA 27
campione pallino
alcol distillazione 13,26
Zuccheri 2,38
acidità totale 6,10
ph 3,52
ACIDITà VOLATILE 0,50 ACIDO MALICO 0,38
LATTICO 0,22
SOLFOROSA 28
per ora ti dico solo una cosa : se li dovessi acquistare vorrei un vino con le percezioni olfattive del pallino e il gusto del campione a.Finisco di buttare giù i pensieri olfattivi e ci aggiorniamo

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 21 dicembre 2012 alle 21:44
#33
Ma che cavolo di analisi avevano fatto? Praticamente si sono inventati i valori!?
Per quanto riguarda le ultime 3 righe sono pienamente d'accordo con te, infatti pensavo di scippare 20lt al suocero per dare un Po di olfatto al mio!

Inserito da claudia donegaglia

il 21 dicembre 2012 alle 22:22
#34
Non lo so che analisi avessero fatto , questo è quanto uscito dall'analizzatore questa mattina
Per quanto riguarda la Solforosa a difesa delle analiste ti posso dire che il punto di viraggio per un vino così colorato è molto difficle da trovare e 64 corrisponde ad 1 ml di iodio e se uno nn ha padronanza con le pipette può facilmente sbagliare.

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 21 dicembre 2012 alle 22:52
#35
Capito...

adesso resto in attesa di conoscere le tue considerazioni/critiche :D

Buona serata!!

Inserito da Mirco Sottilotta

il 22 dicembre 2012 alle 10:51
#36
Travaso all’aria senza aver usato metabisolfito ne durante la pigiatura, ne prima ne dopo il travaso?
Ma allora quando i manuali parlano di rischio ossidazione sono tutte stronzate ?

Si dice poi che bisogna fare il primo travaso dopo circa 15 giorni dalla svinatura per evitare cattivi odori di idrogeno solforato; vedo però che Andrea ha fatto il primo travaso dopo un mese e dopo un mese e mezzo senza aver sviluppato il minimo sentore di idrogeno solforato,
ciò significa che i manuali continuano a scrivere stronzate?
Oppure: il rischio di sviluppare cattivi odori di idrogeno solforato si hanno solamente quando si vanno ad usare i lieviti selezionati ?
Mirco

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 22 dicembre 2012 alle 11:08
#37
Il rischio c'è e come, però, (da profano) continuo ad essere convinto che sia in larga parte funzione del livello di salute della materia prima.

Relativamente al travaso, il prossimo anno lo anticiperò!
Quello travasato dopo 1 mese aveva sentori sgradevoli: zolfo, ma più che altro feccia (l'altro invece assolutamente NO) ma il motivo l'ho capito soltanto al momento del travaso... c'era una marea di feccia sul fondo del contenitore (un buon 15% del totale)

Inserito da Luca Risso

il 22 dicembre 2012 alle 12:00
#38
La feccia protegge. Poco o punto SO2 devono per forza essere accompagnate da pochi travasi e ben protetti
Luk

Inserito da Luca Risso

il 22 dicembre 2012 alle 12:01
#39
POi, che dite, apriamo un post apposito per i risultati in ordine
:-)
Luk

Inserito da claudia donegaglia

il 22 dicembre 2012 alle 12:10
#40
Ciao a tutti
I poveri scrittori di manuali di enologia ( a proposito mi piacerebbe conoscere qualche titolo) se comprendessero tutte le variabili impazzite del mondo enologico diventerebbero pazzi.
Metabisolfito nel travaso è fondamentale per i vini bianchi giovani, poveri di estratto, da bere anche a tre mesi dalla vendemmia.
A proposito di idrogeno solforato , questo si forma prevalemtemente in fermentazione quando i lieviti vanno in stress quasi quanto l'enologo.

Inserito da claudia donegaglia

il 22 dicembre 2012 alle 12:19
#41
OK Luca
intanto Andrea ha avuto le sue analisi e entro sera scriverò anche i commenti .

Inserito da Andrea D'Ascanio

il 22 dicembre 2012 alle 12:20
#42
In effetti un apposito post ""riepilogativo"" potrebbe essere di più facile consultazione..

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luca Risso

Luca Risso

 Sito web
 e-mail

Il mio interesse per il vino è cosa relativamente recente. Risalgono a ottobre 2001 i miei primi due post per chiedere informazioni sul...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti