Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Vino

Critical Wine al Centro Sociale Buridda di Genova, il report

di Luigi Bellucci

MappaArticolo georeferenziato

Lunedì 20 Novembre 2006
Il Buridda è un centro sociale, un Laboratorio in una bella strada alberata di Genova, alla spalle del convento dei Cappuccini. La via è Via Bertani, già sede della Facoltà di Economia e Commercio di Genova. Per andarci ho preso la funicolare di Sant'Anna a Portello, tra le due gallerie vicino a Piazza Fontane Marose, proprio di fianco a Via Caffaro, la strada che sale dritta verso l'omonimo ponte. Lei da sola, questa funicolare, è un gioiello incastonato tra le vecchie case signorili di questo quartiere genovese. Una volta era azionata ad acqua, con un sistema di vasi comunicanti e saliva e scendeva solo per gravità. Due carrozze, una in alto che trainava scendendo e una in basso che seguiva, collegate da una robusta fune di acciaio che scorreva sul terreno in mezzo alle rotaie. Anche adesso c'è il grosso cavo di acciaio, ma la trazione è elettrica. Il binario è unico, tranne al centro dove si sdoppia a losanga per fare affiancare i due vagoni che vanno in direzione opposta. L'ha celebrata di recente in una sua visita a Genova anche Paolo Villaggio che da ragazzo la prendeva spesso. Per chi vive a Genova è un pezzo di arredamento cittadino, ma per un turista è una visita obbligata, così come l'ascensore di Castelletto che si prende cento metri più a valle, in Largo della Zecca. Entrambe portano in circonvallazione a monte, dove il panorama sui tetti della Superba è veramente "superbo".

Dunque dopo tanti anni ho ripreso la funicolare di Sant'Anna per andare in Via Bertani per il Critical Wine 2006. L'arrivo della funicolare è proprio in cima a Via Bertani, come si esce ci si trova tra gli alberi in doppia fila che ornano questa stradina così romantica. Si scende per un centinaio di metri e sulla sinistra ecco il nostro Laboratorio Buridda. Nome strano, Buridda, di origine ignota, certamente meridionale, forse sardo. Di sicuro un gran bel piatto della cucina ligure e genovese. La facevano i marinai sui velieri mettendo a cuocere qualsiasi tipo di pesce tagliato a pezzi per fare un umido sontuoso con aglio, olio e concentrato di pomodoro e guarnito con le verdure di stagione, se c'erano. Agli inizi del secolo scorso la migliore la trovavi dala "Relia" in Piazza Raibetta, ma la facevano bene anche "Stevin" in Via delle Grazie e "Gigio" in Via Vena, tutte nella zona del porto. Oggi si trova ancora in qualche vecchia osteria con cucina ma fatta solo con seppie o tutt'al più stoccafisso.

C'è uno striscione rosso che segnala il Laboratorio e la manifestazione Terra e Libertà / Critical Wine che si tiene dal 18 al 20 Novembre 2006. Il palazzo è un po' trascurato, con finestre male in arnese e tapparelle rotte o deformate. Evidentemente non vi sono fondi per riportarlo a una condizione più normale.
All'interno del Laboratorio tavoli qua e là, qualche bacheca, ospitano una trentina di piccoli produttori di vino e una ventina di altri produttori, che espongono le loro mercanzie. In bella mostra il nuovo murale di Mike Corkill in tonalità giallo ocra, sullo stile dei murales di Guttuso. Non solo vino, ma anche formaggi, miele, salumi, verdure e cose della terra, cose buone, cose faticose da ottenere, ma di grande soddisfazione per chi riesce nell'impresa. Questa manifestazione itinerante è nata quattro anni fa da un'idea di Gigi Veronelli per difendere i piccoli produttori agricoli, i poeti della terra, dallo strapotere delle multinazionali agro-alimentari.

All'ingresso si può dare un contributo di cinque euro per avere un bicchiere da degustazione da farsi riempire all'interno dagli addetti ai banchi. Oggi pomeriggio ormai sono tre giorni che la manifestazione prosegue e le facce sono un po' stanche. Si possono assaggiare vini e formaggi, acquistare bianchi e rossi, dal barbera al dolcetto, dal pigato al vermentino, dal rossese alla granaccia. Non manca qualche buona bottiglia di nebbiolo o di barolo. Non ci sono grandissimi vini, ma si può piacevolmente portarsi a casa qualche bottiglia di un buon rosso per pochi Euro e ricordare, magari insieme agli amici, le emozioni provate vedendo lo spettacolo di Pino Petruzzelli che c'è stato la sera di domenica 19 e che ha fatto sentire quello che si prova vivendo dall'interno, dalla parte di chi lo fa, nel mondo del vino.
Stasera c'è la musica di Cisco, che è stato leader dei Modena City Ramblers.

I produttori meritano di essere conosciuti se non altro per l'impegno e la cura che mettono nel fare queste bottiglie, che rispecchiano una tradizione contadina ma nel segno di una qualità molto migliorata. Sono disponibilissimi a raccontare le loro esperienze, di crescita della vigna, di come raccolgono e pigiano l'uva, della fermentazione e dell'uso oculato delle botti e delle cisterne. Alcuni hanno già attrezzature in acciaio, altri lavorano ancora nella vetro-resina o nel cemento. Ce ne andiamo dopo avere fatto qualche assaggio e con in tasca una piccola toma coperta di muffa che Gabriella preparerà con la sua bravura di cuoca sopraffina, abbinandole un bicchiere di un buon nebbiolo scovato assaggiando qua e là.

Il prezzo del vino è un "Prezzo sorgente", viene deciso dal produttore come giusto riconoscimento del proprio lavoro ed annulla i forti ricarichi mostruosi che i consumatori debbono sopportare da parte delle grandi imprese. Il rapporto diretto produttore-consumatori consente di creare la filiera della tracciabilità totale del prezzo, a tutto vantaggio di entrambi perché si eliminano tutti i passaggi di intermediazione.
Scendiamo con i nostri acquisti a piedi, stavolta, per passare a fianco della Chiesa di Padre Santo immersa nel verde e rivedere più sotto la statua di Mazzini a braccia conserte, assorto nei suoi pensieri repubblicani, davanti ai giardini di Piazza Corvetto, dove il re Vittorio Emanuele II saluta la folla sventolando il cappello piumato in sella al suo cavallo.


Questi alcuni dei produttori di vino presenti alla manifestazione, con la lista dei prodotti di ciascuno:

Antica Cascina Carelli
Loc. Montà Via Preie 7 - 14040 Castelnuovo Calcea (AT) tel 0141-957627 fax 0141-957627
Barbera d'Asti Barbera del Monferrato Piemonte Cortese Dolcetto d'Asti Piemonte Chardonnay

Azienda Agricola Aldrighetti Lorenzo e Cristoforo
Via del Muratore 2/3 - 37620 Valgatara (VR) tel/fax 045-7701199
Amarone della Valpolicella classico doc Recioto della Valpolicella Valpolicella sup. ripasso classico doc

Azienda Agricola Biologica Antico Convento
Via della Costa 65 - 15051 Carezzano Sup. (AL) tel/fax 0131-839105
Barbera, Dolcetto, Merlot

Azienda Agricola Cebrelli 1887
Strada Nuova 2 - 27050 Pavia mobile 0383-373156 fax 0383-940370
Rosso Oltrepo'Pavese DOC Vigna Surgià Bonarda DOC Rusgnò Barbera DOC Arzadù Moscato DOC Vigna degli Angeli Rosato da Uva Rara (vino da tavola) Riesling DOC

Azienda Agricola Lorenzo Cauda
Via Castellero 19 - 14010 Cisterna d'Asti (AT) mobile 334-9505317
Barbera d'Asti Langhe Arneis Bonarda P.te Nebbiolo d'Alba

Azienda Agricola Maria Bortolotti
Via San Martino, 1 - 40069 Zola Predosa (BO) tel/fax 051-756763
Mamolo (Colli bolognesi Pignoletto) Bosco (Colli bolognesi Pignoletto) Matilde (Colli bolognesi Barbera) Armando (Colli bolognesi Cabernet Sauvignon) Bibendum (Barbera Emilia Igt) Dolcedò (vino bianco passito)

Azienda Agricola Poggio Paolo
Via Gualdi 15/A - 15050 Carbonara Scrivia (AL) tel/fax 0131 892250
Barbera DOC Dolcetto DOC Bonarda P.te DOC Croatina DOC Cortese DOC Favorita DOC

Azienda bioagricola I Botri di Ghiaccioforte
Via XX Settembre 35 - 58054 Scansano (GR) tel/fax 0564-507921
Morellino di Scansano "Vigna i Botri" Bianco di Pitigliano"Ghiaccioforte"

Bio Vio Aimone
Bastia di Albenga
Pigato Vermentino Rossese

Cantine Morona
Frazione Morona n° 2 - 14030 Rocchetta Tanaro (AT) mobile 347-7114490 fax 0141 391474
Grignolino Barbera Ruché Moscato

Cascina Cariola
Ozzano Monferrato - 15039 Alessandria tel 0142-487172
Barbera

Cascina Praiè
Loc. Colla Micheri, Strada Castello 20 - 17051 ANDORA (SV) tel/fax 019-602377
Riviera Ligure di Ponente D.O.C. Vermentino

Cascina Sant'Ubaldo
Reg. Botti 26 - 15011 Acqui Terme (AL) tel/fax 0144-311546
Brachetto d'Acqui DOCG Dolcetto d'Acqui DOC Superiore Dolcetto d'Acqui DOC Bric e Brac (Brachetto secco)

Cascina Sarìa
Loc. Riofreddo, 9 - 12057 Neive (CN) tel/fax 0173 67683
Dolcetto d'Alba Barbera d'Asti Barbaresco Moscato d'Asti Langhe Chardonnay

Cascina Zerbetta
Strada Bozzola 11 - 15044 Quargnento (AL) tel/fax 0131-219650
Barbera del Monferrato Monferrato Rosso

Cooperativa Valli Unite
Cascina Montesoro 15050 Costa Vescovato (AL)
Barbera Colli tortonesi Vighet Barbera Gaitu Dolcetto Diogene Cortese Ciape' Rosso Bardiga' Bianco Colli tortonesi Montesoro Bianco Colli tortonesi Timorass San Vito Bianco da tavola Allegretto Rosato da tavola Rosatea

Costa Prà
Loc. Costa Prà - 12060 Clavesana (CN) tel 0173-790467 fax 02-700408894
Dolcetto di Dogliani Superiore DOC L'Re d'ij Piasì Dolcetto di Dogliani Superiore DOC Vigna Isabella

Eraldo Revelli
Loc. Pianbosco 29 - 12060 Farigliano (CN) tel 0173-797154 fax 0173-743942
Dolcetto di Dogliani DOC Dogliani DOCG Langhe Rosso DOC

Giovanni Daglio
Via Montale Celli 10 - 15050 Costa Vescovato (AL) tel/fax 0131-838262
Basinàs Nibio' Pias Lusore (Aleatico) Vigna del Re

La Cascina del Monastero
Frazione Annunziata 112/A - 12064 La Morra (CN) tel 0173-509245 fax 0173-500861
Barolo; Nebbiolo Langhe Barbera d'Alba Dolcetto Superiore

Le Grascete
Loc. Grascete 264 - 57022 Castagneto Carducci (LI) mobile 338-5064312
Grale DOC Bolgheri Le Grascete DOC Bolgheri Antero IGT Toscana

Lo Zerbone
Loc. Rio Zerbone 7 - 15078 Roccagrimaldi (AL) tel/fax 0143-835616
Dolcetto di Ovada DOC Nejr Ciaret Curteis

Rainé-Giachino Claudio
Via Brantegna, 7 - 12050 Montelupo albese (CN) tel/fax 0173-617227
Dolcetto d'Alba Barbera d'Alba Nebbiolo d' Alba

Roccheviberti
Via Alba Monforte 68 12060 Castiglione Faletto (CN) mobile 335-8185761 fax 0173-364159
Dolcetto d'Alba Barbera d'Alba Langhe Nebbiolo Barolo

Rugrà
Loc.Cavallari 3 - 15060 Tassarolo (AL) tel/fax 0143-342000
Gavi docg Monferrato Rosso Doc "Scajeta" Monferrato Rosso "Rosso di Bosco" "Duerè"

Scotto Maria Angela
Frazione Rovereto, Località Moncalvi, 72/A - 15066 GAVI (AL) tel/fax 0143-682371
Gavi Docg

Società agricola Aldrighetti
Via Bignele, 4 (Valgatara) - 37020 Marano di Valpolicella (VR) tel/fax 045-7755061
Amarone Recioto Ripasso Valpolicella Superiore

Società agricola Vallepongi
Valle Pongi 22 - Finale Ligure (SV) mobile 329-3154207
Pigato Rossese Granaccia Rossé

Tirelli Andrea Vitivinicola
Via XX Settembre 4 - 15050 Costa Vescovato (AL) tel/fax 0131-838172
Piemonte Barbera Colli Tortonesi Dolcetto

Tranchero Osvaldo
Loc. Verlossa 36 - 12056 Mango (CN) tel 0141-89254 fax 0141-89651
Moscato d'Asti DOCG Dogliani DOCG Dolcetto di Dogliani DOC Dolcetto d'Alba DOC Piemonte Cortese

Letto 8984 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luigi Bellucci

Luigi Bellucci


 e-mail

Sono nato in una torre malatestiana del 1350 sulle primissime colline del Montefeltro romagnolo. Forse per questo mi ha sempre...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area vino

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti