Registrati!

hai dimenticato la password?

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e premi invia.

ricerca avanzata

cerca in
Pubblicità
Home > Autori > Olio

Olio e nons'olio, Chiaramonte Gulfi a Milano

di Luigi Bellucci

MappaArticolo georeferenziato

Westin Palace Hotel - Gli oli di Chiaramonte Gulfi sono presentati in un incontro con gli operatori del ramo organizzato da GUSTO è, di Elisa Zanotti. È prevista una conferenza stampa nel corso della quale il Sindaco di Chiaramonte Gulfi Giuseppe Nicastro e l'Assessore all'Agricoltura Gian Luca Mercorillo illustrano le particolarità del territorio e della produzione chiaramontana. Al termine degli interventi istituzionali seguirà una sessione di degustazione tecnica curata da Fabrizio Vignolini, Direttore ONAOO (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Olio di Oliva).

Le piogge dei giorni scorsi se ne stanno andando. Il treno per Milano parte puntuale e raccoglie i pendolari piemontesi e lombardi del sud. Scendo a Lambrate e riprendo la Metro che è rimasta come me la ricordavo dieci anni fa, quando facevo il pendolare quasi giornaliero tra Genova e Milano. Sono in anticipo e vado in Piazza Duomo a respirare l'aria della Madonnina. Due passi e sono in Corso Italia, dove lavorano l'Angela e Maurizio, che non vedo da due anni. Un grande abbraccio quasi fraterno, come stai, tutto bene, ci rivediamo presto! E ritorno verso Via Torino a prendere il vecchio tram della linea 2, quello ancora di legno lucido, tutta pulizia e poesia, quello dove vedi il conducente e puoi anche chiedergli un'informazione, mentre sui tram nuovi, tutta tecnologia e linea da superrapido è chiuso in cabina e non vedi nulla davanti, ma solo di lato. Troppo freddi questi tram nuovi! Sale un signore anziano col bastone e un ragazzo che sta telefonando gli cede prontamente il posto! Gran bel gesto, anche se sempre più raro, purtroppo.

Alle 11.30 sono in Piazza della Repubblica. Al Westin Palace Hotel, al primo piano, si sono riuniti venti tra i principali produttori di olio extra vergine di oliva, DOP e non, di questo paese siciliano, Chiaramente Gulfi, in provincia di Ragusa, Sicilia meridionale, lato levante, affacciato alle coste nord della Libia. Veronelli già nel 1970 lo giudicava "di eccezionale bontà, giallo dorato come percorso da brividi verdi, saporito, polposo, quasi nulla l'acidità, il miglio olio dell'isola". Ma Chiaramente Gulfi, già Akrillae al tempo dei greco siracusani, è famosa per altri suoi prodotti, il vino, il porco, le salsicce, il salame, i dolci, le conserve e tanti altri.

Quando la sala d'assaggio è ormai piena di organizzatori e ospiti inizia l'incontro, con la proiezione di un breve filmato. Si sentono uccellini cinguettare, una saracinesca che si apre, un cofano in bianco e nero. Al suono di un pezzo dei Creadence Clearwater Revival si vive l'operosità siciliana nell'aria fresca di una mattina di fine ottobre. Le immagini sono in bianco e nero. Il cofano è quello di un'Ape, che esce dal garage, si richiude la saracinesca e poi si vedono terre lavorate, muri scrostati e mani callose che aprono e chiudono porte, spostano scale di legno, portano sacchi e attrezzi per il raccolto delle olive, e poi "piluccano" una per una le olive mature dai rami. Adesso la musica è cambiata, è quella di Nino Rota da Amarcord.

Poi l'oliva raccolta va al frantoio e alle sue macchine, dove è tutto ritmo e velocità.
Quando il tubo principale comincia a buttare l'olio ecco che la massa grigia improvvisamente prende quel bel colore verde intenso e accattivante dell'olio extravergine appena molito. Ora un carillon lento fa da colonna sonora alle gocce dell'olio nuovo che cadono lentamente sulle fette di pane bianco casereccio cosparso di origano tritato e infine quando il nostro "eroe" mette in bocca il primo morso di pane con sopra l'olio nuovo, dal suo viso rugoso, arso dal sale e dal tempo, assorto e compiaciuto partono le note solenni dell'Alleluia. Bellissimo e suggestivo, questo breve filmato d'epoca ci ha fatto rivivere la magia del rito dell'olivo in autunno.

I brevi interventi dell'Assessore all'Agricoltura Gian Luca Mercorillo e del Sindaco di Chiaramonte Gulfi Giuseppe Nicastro presentano le finalità dell'incontro e illustrano le principali caratteristiche della loro terra e dei suoi prodotti. Li segue una sintetica presentazione tecnica di Fabrizio Vignolini, che parla di genuinità, qualità e tipicità, parla di cultivar, di regolamenti, di fattori tecnici, di pregi e difetti dell'olio, della scheda di assaggio e del foglio di profilo, dell'olio per la cucina e la tavole e della tonda iblea che cresce nei 6000 ettari dei Monti Iblei. Una breve interruzione per il benvenuto dell'assessore Francesca Accorsi della Provincia di Milano in qualità di ospite fa da distacco alla successiva fase di assaggio dei campioni già predisposti sui tavoli.

Abbiamo un olio raffinato, piatto, quali incolore e del tutto insapore, due oli difettosi (rancido e morchia), un olio non difettoso, extravergine ottenuto da una miscela di oli italiani e cretesi e finalmente due oli di Chiaramonte Gulfi, entrambi di ottimo livello degustativi, sebbene abbiano già oltrepassato il decimo mese dalla molitura, e quindi siano ben oltre la piena maturità della loro vita.
A questo punto si è fatta l'ora di pranzo e qui interviene lo chef Carmelo Chiaramonte per una breve sintesi del buffet che ci aspetta al piano di sotto.

Si comincia con crostini di olive verdi e nere, sottoli, formaggio cosacavaddu fresco, ragusano dop semistagionato, canestrato pepato, e ancora salsiccia e salame chiaramontani. È anche possibile, per chi lo desidera abbinare gli oli extra vergini in degustazione a piccole fette di pane predisposto sul banco di assaggio. In accompagnamento un vino bianco di Gulfi, il Valcanziria 2005 (con uve caricante, albanello e chardonnay), dal buon livello aromatico e discreto corpo e persistenza in bocca.

A seguire alcuni sapori del circondario di Chiaramonte Gulfi, che rappresentano la tradizione popolare gastronomica, preparati da ricette presenti nei testi del barone Serafino Amabile Guastella (1819 - 1899) e interpretati dallo chef Carmelo. Si inizia con la Zuppa del carnevale chiaramontano con grano duro, legumi ed erbe di campo, delicata, poi Maccheroni al sugo di maiale e ricotta vaccina alla maggiorana, un piatto gustoso ma non pesante. Entrambi i primi sono stati accompagnati da un rosso di Terre di Giurfo, il Ronna 2005 (con uve sirah). Per secondo un eccellente filetto di suino all'uva di vendemmia e cipolle alla brace, saporito e molto fine per preparazione e sostanza, accompagnato da una caponatina barocca al cioccolato di modica, dei sapori agrodolci di contrasto con una leggera grattugiata di cioccolato, quasi inavvertibile, piatto strano ma da provare, non per tutti i palati e di ottima fattura, se fosse un quadro sarebbe un futurista.

Come vino in abbinamento abbiamo optato per un ottimo rosso chiaro, ancora di Terre di Giurfo, il Maskaria 2004 (con uve cerasuolo di Vittoria) di buone stoffa con sentori fruttati e leggermente speziato. Per dessert prima un sorbetto di vin cotto da mosto di uve frappato e nero d'avola, sublime per consistenza e sapore in bocca; poi un biancomangiare di mandorle, profumo di cannella e limone, anche questo un bel dessert sia per presentazione, sia per sapore, assolutamente per nulla stucchevole e molto delicato in bocca. A chiudere il pranzo piccole degustazioni di dolcetti iblei. Con i dolci abbiamo gradito molto un rosso ancora di Gulfi, il Nerobaroni 2003 (con uve nero d'avola), che con i suoi 14,5° e il sentore di miele e uva passita e prugne secche e amarene cotte sembrava quasi un vino passito, veramente eccellente.

Nel pomeriggio con il collega Luigi Bisso abbiamo iniziato l'assaggio di gran parte degli oli presentati, riscontrando quasi sempre un ottimo livello produttivo, qualità di lavorazione e grande professionalità.
Nel tardo pomeriggio abbiamo ripreso la strada del ritorno, con ancora sulle mani il profumo degli oli di Chiaramonte Gulfi, che ricordano i pomodori e le mandorle di Sicilia, e con la voglia di visitare questa piccola cittadina ragusana, le sue chiese, il borgo medievale, i dintorni e i suoi musei.


Olio e Nons'olio : le aziende partecipanti

ANTICO FRANTOIO OLEARIO
C.da Piano dell'Acqua, 12
97012 - Chiaramonte Gulfi (RG)
Tel. 0932 926186
www.oleario.it
info@oleario.it

CASE BERTINI
C/O Via San Vito, 64
97100 Ragusa
tel. 0932 624211
www.casebertini.it

CINQUE COLLI
Via Monti Iblei, 88
97010 Roccazzo,
Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 921643
www.cinquecolli.it

EUROCANTINA
Via San Vito, 16
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 927510
www.eurocantina.com

F.LLI SCOLLO
C.da Coffa
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 922280
www.scollo.it

FRANTOI CUTRERA
C.da Piana, 71
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 926187
www.frantoicutrera.it

GATTO FRANTOIO
C/da Lago sn
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 927748 / 926171
oleificiogatto@tin.it

GULFI
Via C. Battisti, 78
Arcore (MI)
Tel. 0932 921654
www.gulfi.it

MEDITERRANEA
C.da Coffa
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 922342
www.mediterraneasrl.it

OLEIFICIO GULINO
C.so Umberto, 162
97012 - Chiaramonte Gulfi (RG)
Tel. 0932.922138
www.oleificiogulino.it
info@oleificiogulino.com

PIANOGRILLO
C.da Pianogrillo sn
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 338.8193102/0932.922183
www.pianogrillo.it
info@pianogrillo.it

POGGIO DI BORTOLONE
Via Bortolone, 19
97010 Roccazzo,
Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 921161
www.poggiodibortolone.it

PONTE PIANA
Via Roma, 140
97100 - Ragusa
Tel 349 3137939

ROLLO
Via G. Nicastro, 31
97100 Ragusa
tel. 0932 643804

ROSSO
C.da Roccazzo
97012 - Chiaramonte Gulfi (RG)
Tel. 0932 244018
www.villazottopera.it
agrobiologicarosso@virgilio.it

SEBASTIANA GULINO
via Sanzone, 34
97012 Chiaramonte Gulfi (Rg)
Tel. 0932 922 796
www.i-saraceni.it
info@i-saraceni.it

SERGIO GAFA'
Contrada Gerardo
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel. 0932 921117
www.lacasadilucia.it

SPERLINGA
C.so Europa, 40
97012 - Chiaramonte Gulfi (RG)
tel 0932 922671
inngiallongo@inwind.it

TERRE DI GIURFO
Via Santa Sofia, 6
97012 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel 0932 921654
www.terredigiurfo.it

VILLA PONTE
C.da Ponte, 5
97012 Chiaramonte Gulf (RG)
tel. 0932 922389
www.villaponte.com

Letto 8924 voltePermalink[0] commenti

0 Commenti

Inserisci commento

Per inserire commenti è necessario essere registrati ed aver eseguito il login.

Se non sei ancora registrato, clicca qui.
PUBBLICITÀ

Luigi Bellucci

Luigi Bellucci


 e-mail

Sono nato in una torre malatestiana del 1350 sulle primissime colline del Montefeltro romagnolo. Forse per questo mi ha sempre...

Leggi tutto...

Archivio Risorse Interagisci

 feed rss area olio

PUBBLICITÀ

Ultimi Commenti